cronaca

Reggio Calabria: interrogazione del Gruppo Metropolitano di Forza Italia sullo stato di abbandono di alcune strade del territorio reggino

reggio-calabria:-interrogazione-del-gruppo-metropolitano-di-forza-italia-sullo-stato-di-abbandono-di-alcune-strade-del-territorio-reggino

buche reggio

Interrogazione del Gruppo Metropolitano di Forza Italia sullo stato di abbandono di alcune strade del territorio dell’Area Metropolitana di Reggio Calabria

Di seguito il testo integrale dell’interrogazione del Gruppo Metropolitano di Forza Italia sullo stato di abbandono di alcune strade del territorio dell’Area Metropolitana di Reggio Calabria:

Avv. Giuseppe Falcomatà

Sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria

Avv. Carmelo Versace

Delegato alla viabilità

Interrogazione con richiesta di risposta

Oggetto: Stato di dissesto strade provinciali.

Premesso che rientra tra le finalità della Città Metropolitana:

1. cura dello sviluppo strategico del territorio metropolitano;

2. promozione e gestione integrata dei servizi, delle infrastrutture e delle reti di comunicazione

di interesse della città metropolitana;

Considerato che:

l’Ente metropolitano è stato destinatario di innumerevoli segnalazioni e solleciti relativi all’urgenza di interventi per la messa in sicurezza delle strade provinciali; il manto stradale di queste arterie è particolarmente dissestato e, in alcuni casi, la presenza di buche profonde ed estese non consente la regolare circolazione degli automezzi; assenza delle ordinarie attività di sfalcio erba e pulizia di cunette e dei sistemi di raccolta delle acque piovane; assenza di adeguata segnaletica verticale ed orizzontale, importante per la sicurezza della circolazione in particolar modo nelle giornate di pioggia e/o nebbia; i disagi per i cittadini crescono in modo esponenziale in quanto ne viene limitata la mobilità e subiscono continuamente danni ai mezzi di trasporto; questo stato di cose provoca notevoli rischi per tutti i mezzi in transito e per la pubblica incolumità; gli amministratori locali hanno lamentato detta situazione paventando anche l’avvio di azioni legali; in modo particolare vengono rappresentate situazioni notevolmente disagevoli a carico di (solo alcune delle segnalazioni ricevute):

AREA TIRRENICA

Sp 33 nel tratto quadrivio Russo – Bombino, Sp 34 nel tratto quadrivio Russo – Taurianova, Sp 28 dism, Sp 29 dism Vatoni-Sacchinella, Sp 30 dism, Sp 31 dism, Sp 33 dism, Sp 37, la Maropati – Feroleto della Chiesa (da più tempo interrotta al transito), la Polistena – Melicucco, bivio di Lubrichi per Santa Cristina d’Aspromonte e Cosoleto (auspicabile la realizzazione di una rotatoria), Sp 52 dism (bivio calabretto-Lubrichi-Sp2), Sp 54 dism Ponte Tosccno-Santa Giorgia, la Cosoleto-Ponte Toscano

AREA IONICA

Sp 90 Strada provinciale nella frazione Ursini di Caulonia, collega la parte più a valle alle frazioni della montagna dello stesso comune, tipo la fraz. Campoli. I pendolari delle scuole superiori della frazione Ursini sono senza servizio di autobus di linea da 3 mesi, perché non passa più da tale frazione, il servizio di scuolabus ci passa ma con dei tempi di percorrenza più lunghi di 1 h per bambini di 6 anni. Tale strada si è abbassata a causa di uno smottamento. Ed è stata chiusa al transito dalla città metropolitana. Sp 88 dissestata direzione Ursini- Caulonia superiore. Strada di avvicinamento al Parco Nazione d’Aspromonte dal centro abitato di Sant’Agata del Bianco. è interrotta dal 2015, intransitabile, unica via di accesso per turisti escursionisti e operatori economici del settore pubblico e privato. Numerosi i sopralluoghi senza successivo riscontro. Strada San Luca -Polsi: Ancora in attesa di riscontri dopo impegni presi recentemente a San Luca. Il Priore del santuario vorrebbe riaprire il santuario il 6 Giugno. Ma in assenza di riscontri operativi il Santuario rimarrà chiuso. Sp 70 s’Agata del Bianco-Casignana: assoluta situazione di insicurezza rispetto a dissesto idrogeologico noto che rende il fondo stradale instabile e pericoloso.

AREA DELLO SRETTO

SP 12 Gallico – Villa S. Giuseppe –Villamesa, SP 13 nn. SP 12 (Villamesa) – Milanesi – Samperi – S.Roberto (Inn. SP 6)- SP 14 Melia – Passo dell’Acenazzo – Piani d’Aspromonte (Inn. SP 6), SP 15 Scilla – Melia, SP 16Campo Calabro – Melia, SP 65 Dism S. Roberto – Bolano, SP 66 S.S.18 (S.Trada) – Cannitello, SP 68 Dism S.S. 18 (Villa S. Giovanni) – Piazza Chiesa di Pezzo Inf., SP 69 Dism Innesto S.S.18 (Villa S.Giovanni) – Piale – CampoCalabro, SP 71 Dism Campo Calabro – Scadà – S.Lucia – Inn. SP 006, SP 72 Dism bivio S. Lucia – Catona, SP 73 Dism – Figurella – Salice -Rosalì – Villa S. Giuseppe, SP 74 dism Rosalì – Villamesa.

Per tutto quanto sopra premesso e considerato Interrogano il Sindaco per

1 – Conoscere quali iniziative intende avviare, nell’immediato, per fornire adeguate e tempestive risposte alle numerose richieste pervenute dalle Amministrazioni comunali.

2 – Avere dettagliate informazioni in merito ad eventuali interventi programmati per risolvere le problematiche segnalate.

3 – Conoscere le motivazioni per le quali non vengono garantiti interventi di ordinaria manutenzione, soprattutto alla luce delle disastrose condizioni in cui versano le strade provinciali.

Per il Gruppo Consiliare di Forza Italia

Il Capo Gruppo

Dott. Giuseppe Zampogna


0 comments on “Reggio Calabria: interrogazione del Gruppo Metropolitano di Forza Italia sullo stato di abbandono di alcune strade del territorio reggino

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: