Riciclo del vetro: Birra Peroni sceglie di tornare ai vuoti a rendere

riciclo-del-vetro:-birra-peroni-sceglie-di-tornare-ai-vuoti-a-rendere


Riciclare è bene, ma riusare è molto meglio! Si risparmiano costi, trasporti, energia e di conseguenza una buona fetta di emissioni. Senza considerare che il riciclo manca spesso di sbocchi nell’industria e, in Italia, in alcuni casi paga l’assenza di strutture adeguate (ad esempio il centro e il sud Italia spediscono il materiale da riciclare al Nord). Eppure il vuoto a rendere – espressione massima di riuso, soprattutto per un materiale, il vetro, facilmente igienizzabile – ha smesso da tempo di far parte delle nostre comode vite, segnate dall’imperante usa e getta, al massimo nella raccolta differenziata. Adesso ci riprova Peroni – ma non certo (o quantomeno non solo) per ragioni ambientali – con la bottiglia Uni multiuso prodotta nello stabilimento di Bari. Peroni aveva avviato una strategia simile sin dalla sua fondazione, nel 1846, con i fusti in cauzione. Aveva proseguito negli anni ’60 con l’adozione della stessa bottiglia Uni, sopravvissuta fino alla fine degli anni ’70. Poi, il benessere diffuso e l’avvento del monouso, anche nel vetro.

A Bari l’azienda adesso ci riprova, con bottiglie riutilizzabili fino a 15-18 volte, che si differenziano per il maggiore peso, linee dritte, formato 33 cl e veste grafica che indica “vuoto a rendere” in bella evidenza sul collo. Al momento si commercializza con i marchi Peroni e Raffo nelle province di Bari e Taranto. Il motivo? I rincari dell’energia e le carenze di materie prime, comprese quelle che servono per fare il vetro, con la benedizione del canale Horeca che ha eliminato il preesistente blocco. Ma certo, a parole, la scelta è “in primis, per ridurre le nostre emissioni di CO2, sensibilizzando i consumatori sui temi dell’economia circolare”, spiega Federico Sannella, direttore relazioni esterne e istituzionali di Birra Peroni, che poi aggiunge che comunque “l’investimento potrebbe avere una portata strategica ancor più ampia, mettendoci nelle condizioni di far fronte a esigenze assolutamente imprevedibili fino a pochi mesi fa”, ovvero appunto la carenza di materie prime. Perché la bella iniziativa si diffonda anche nel resto del Paese e su altri marchi, serve tuttavia un intervento anche legislativo per stabilire il sistema più adatto di gestione della cosa.

L’articolo Riciclo del vetro: Birra Peroni sceglie di tornare ai vuoti a rendere proviene da The Map Report.

0 comments on “Riciclo del vetro: Birra Peroni sceglie di tornare ai vuoti a rendere

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: