CUCINA

Riciclo più di quanto uso. È la sfida di Ferrarelle

riciclo-piu-di-quanto-uso.-e-la-sfida-di-ferrarelle

La plastica non è il male assoluto, se la si riutilizza correttamente. Devono essere partiti da qui in Ferrarelle quando hanno avviato l’imponente strategia d’azione a impatto – 1  che ha già portato due grandi risultati. La realizzazione di un impianto interamente dedicato al riciclo e la produzione di nuove bottiglie 100% riciclabili, costituite al 50% da R-PET (PET riciclato direttamente dall’azienda).

Nel 2019 a Presenzano, in provincia di Caserta, Ferrarelle ha inaugurato uno stabilimento dedicato in toto al progetto di economia circolare Bottle to Bottle. I 27 milioni di euro investiti nella sua costruzione hanno dato vita a un processo in quattro fasi attraverso cui si parte da una bottiglia usata e si arriva a una nuova bottiglia, chiamata R-PET, per la cui produzione non è stato necessario attingere a nuova plastica. Si tratta di una lavorazione complessa dove prima si separano le bottiglie vecchie dai tappi, poi si rimuovono le etichette e gli altri materiali e si procede a lavarle e ridurle in microscopiche scaglie. A quel punto i frammenti vengono asciugati e selezionati, prima di diventare preforme, ovvero piccole provette di plastica concentrata, che saranno le nuove bottiglie.

Nell’industria alimentare Ferrarelle è la prima realtà ad avere compiuto un passo tanto significativo e destinato a incidere sempre più positivamente nella tutela dell’ambiente. A Presenzano, da gennaio a luglio 2019, sono state riciclate quasi 4,5 tonnellate di PET e una volta che la struttura sarà a pieno regime la cifra salirà a 23mila, cioè il doppio di quante ne servono per il fabbisogno aziendale. In pratica ogni due bottiglie realizzate, ne sottrarrà tre. Ma vale la pena anche citare un altro dato: dal 2008 ha ridotto del 40% la plastica delle bottiglie e sempre in quell’anno ha costruito il più grande impianto fotovoltaico d’Italia.

0 comments on “Riciclo più di quanto uso. È la sfida di Ferrarelle

Leave a Reply

%d bloggers like this: