Ryder Cup: prove campo e All Star Match, a Roma inizia lo show

    0
    1067

    E’ già clima da Ryder Cup, anche se mancano ancora due giorni all’inizio della 44ª sfida tra il Team Europe e il Team Usa, che per la prima volta nella sua storia svolgerà in Italia, sul percorso del Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia Montecelio (Roma) dal 29 settembre al 1° ottobre. E’ stata la prima giornata con il pubblico ed è bastato che i giocatori delle due squadre scendessero in campo per gli allenamenti a innescare l’entusiasmo e anche a sollecitare il tifo, che salirà inevitabilmente di tono durante il match.

    Giornata intensa con gli staff delle due formazioni intenti a studiare le possibili soluzioni da adottare, con le interviste dei protagonisti e con l’inizio della Junior Ryder Cup, ma anche con l’attenzione rivolta agli avvenimenti di domani, mercoledì 27 settembre.

    Cartoline da Roma, foto ufficiale delle due squadre e Cena di Gala alle Terme di Caracalla – Una giornata tutta particolare, intensa, con l’atteso All Star Match, con i due Team di Ryder che alle 18,30 saranno a Piazza di Spagna per le foto ufficiali sulla Scalinata di Trinità dei Monti, poi la Cena di Gala in un luogo unico: le Terme di Caracalla. Tutto in attesa di uno dei momenti più suggestivi, spettacolari e anche emozionanti nel quadro degli eventi: la Cerimonia d’apertura, giovedì 28 settembre alle ore 16.

    Le interviste – Ha detto Luke Donald: “È stata una mattinata davvero speciale e con un’ambientazione fantastica sul primo tee di partenza. Gli abbinamenti nell’allenamento di oggi non dicono nulla sulle tattiche perché sono stati determinati dagli orari dalle conferenze stampa in cui erano impegnati alcuni nostri giocatori.

    Perché abbiamo voluto giocare per primi i foursome? Questione di statistiche: dicono che con questa formula abbiamo dei team leggermente più forti. Su queste cose Edoardo Molinari ha lavorato e lavora tuttora con parecchi giocatori. E sa che i numeri possono fare la differenza. Ci fidiamo di lui e dei suoi numeri, anche se ovviamente non ci basiamo al 100% su questi per le nostre decisioni, che sono un prodotto di istinto, oltre che di statistiche”.

    Jon Rahm ha esaltato lo spirito di squadra: “Giocare la Ryder Cup suscita sempre emozioni incredibili, anche se l’hai già disputata, sai che cosa aspettarti e quanto sarà divertente. La cosa più bella è ritrovarsi tutti in una sala e vedere grandi golfisti formare davvero una squadra, essere amici e instaurare un legame speciale e unico per tutta la settimana. E cambiano davvero anche i rapporti futuri. I ricordi che crei dureranno per la vita e le amicizie diventeranno ancora più forti. Sul campo, poi, conterà solo battere l’avversario che avrai di fronte, ma soprattutto portare a casa il trofeo indipendentemente dalla tua prova”.

    Zach Johnson ha rilevato come i suoi giocatori stiano ancora ambientandosi dopo il viaggio ringraziando poi l’Italia per “l’atmosfera fantastica”. Xander Schauffele ha elogiato la forte capacita di Patrick Cantlay nel mantenere la concentrazione, il quale ha ribattuto che si allena molto spesso con lui tanto che qui gli sembra “di trascorrere un’altra giornata in ufficio”.

    Justin Thomas ha spiegato il suo stato d’animo: “Sono molto emozionato. Giocare la Ryder Cup è quanto di meglio si possa desiderare. Qualcosa che è difficile da esprimere a parole. Provi delle sensazioni mentali e fisiche che ti portano in un’altra dimensione, dove pensi solo a conquistare punti per la tua squadra. Per esempio, ho incontrato McIlroy, con cui sono molto amico, nella Ryder Cup 2018 a Parigi e ci siamo ‘odiati’ per 18 buche. Usciti dal campo tutto è tornato come prima. Il tifo contrario? La maggioranza degli spettatori lo farà per gli europei, ma sono sicuro che saranno molto rispettosi”.

    All Star Match – Grandi personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo, appassionati di golf, in campo per l’All Star Match, uno show unico nel quale si affronteranno le squadre guidate dallo scozzese Colin Montgomerie e dallo statunitense Corey Pavin, rispettivamente alla guida del Team Europe e del Team Usa alla Ryder Cup del 2010 quando in Galles i fratelli Molinari, Francesco ed Edoardo, fecero il loro debutto vincente nel torneo (14,5-13,5).

    Novak Djokovic, tennista più vincente nella storia dei tornei del Grande Slam, e Gareth Bale, vincitore di cinque Uefa Champions League con il Real Madrid, saranno nel “Team Monty” insieme a Leonardo Fioravanti, surfista italiano che si è già qualificato per le Olimpiadi di Parigi 2024, allo youtuber Garrett Hilbert e al numero uno mondiale degli atleti paralimpici, l’inglese Kipp Popert. Faranno parte del “Team Pavin”, Carlos Sainz, pilota della Ferrari, Andriy Shevchenko, Pallone d’Oro nel 2004, Victor Cruz, ex giocatore di football americano, l’attrice hollywoodiana Kathryn Newton e l’altro giocatore paralimpico, Tommaso Perrino, numero 6 del ranking e CT della Squadra Nazionale Paralimpica Maschile e Femminile della Federazione Italiana Golf. La presenza di Popert e di Perrino sintetizza uno dei punti basilari del Progetto Ryder Cup 2023 della FIG che vede l’inclusione sociale come punto imprescindibile di uno sport che va oltre ogni barriera.

    Nel torneo, che si svolgerà sulla distanza di sette buche, con partenza alle ore 13, si confronteranno in incontri di doppio: Montgomerie/Bale-Pavin/Shevchenko; Hilbert/Fioravanti-Newton/Cruz; Djokovic/Popert-Sainz/Perrino.

    Junior Ryder Cup: parità dopo la prima giornata – Il Team Europe e il Team Usa sono in parità (6 a 6) dopo le due sessioni foursome della prima giornata della Junior Ryder Cup che si è svolta al Golf Nazionale di Sutri (Viterbo), la casa del golf italiano. Anche la seconda si disputerà sullo stesso percorso (formula fourball), mentre la terza (12 singoli) avrà luogo giovedì 28 al Marco Simone Golf & Country Club.

    Della compagine continentale, guidata dallo scozzese Stephen Gallacher, fanno parte Francesca Fiorellini e Giovanni Daniele Binaghi che negli incontri del mattino, terminati con il punteggio di 4 a 2 per i continentali, hanno vinto entrambi i match. L’azzurra e la compagna di gioco, la tedesca Helen Briem, hanno battuto con un secco 5&4 Raleigh Knaub/Kylie Chong, mentre Binaghi e il tedesco Peer Wernicke hanno avuto ragione su Miles Russell/Nicholas Gross per 1 up prima pareggiando il match alla buca 17 e poi vincendolo alla 18. Nel pomeriggio gli americani, diretti da Paul Levy, hanno recuperato restituendo il 4 a 2. I due italiani hanno giocato insieme e sono stati superati per 3&2 da Leigh Chien e Nicholas Gross.

    La passione per il golf arriva su Topolino – “Se puoi sognarlo, puoi farlo” amava ripetere Walt Disney che sempre ricordava come, quell’avventura, fosse partita da un topolino. E nel numero 3.540 di Topolino, in edicola e fumetteria da mercoledì 27 settembre, ci sarà anche una storia dedicata al golf intitolata Zio Paperone e la rivincita della Wild Card. Per avvicinare sempre più lettori di ogni età a questo sport in continua espansione, anche nel segno di “Golf a Scuola”, iniziativa inserita nell’ambito del Progetto Ryder Cup 2023, in collaborazione con l’Istituto per il Credito Sportivo, per la quale la Federazione Italiana Golf ha firmato lo scorso luglio un protocollo d’intesa triennale con il Ministero dell’Istruzione e del Merito e il Ministro per lo Sport e i Giovani.

    Sky e Rai, la copertura mediatica è mondiale – Trentanove broadcaster coinvolti e non solo. In Italia, la Ryder Cup sarà trasmessa in diretta da Sky e Rai.

    Sky – Su Sky, saranno più di 50 le ore di diretta dal campo di gara del Marco Simone Golf & Country Club. Tre i canali coinvolti: Sky Sport Uno, Sky Sport Golf e Sky Sport. Mercoledì 27 settembre dalle ore 12:30 alle 15:30, Sky trasmetterà l’All Star Match. Giovedì 28 dalle 10:30 alle 13:30 Sky manderà in onda l’ultimo giorno di gara della Junior Ryder Cup. Poi, alle 15:30 è in programma uno “Studio Golf” che precederà la cerimonia di apertura, live dalle 16:00 alle 17:00. Venerdì 29 settembre diretta del primo giorno di gara dalle 7:30 alle 18:30, proprio come accadrà sabato 30. A seguire, linea allo “Studio Ryder Cup” che aprirà poi la domenica quando, dalle 11:30 alle 18:00 le due compagini si contenderanno il trofeo nei 12 match di singolo prima della cerimonia conclusiva che anticiperà lo “Studio Ryder Cup”. L’altra novità è che da giovedì 28 settembre a domenica 1° ottobre, ogni sera alle 20:00 su Sky Sport 24 ci sarà “L’Originale – Speciale Ryder Cup”.

    Rai – Anche la Rai trasmetterà integralmente la Ryder Cup 2023. Giovedì 28 settembre la cerimonia di apertura andrà in diretta su Rai 2 dalle 16:00 alle 16:55. Venerdì 29, i ‘fourballs’ e ‘foursomes’ andranno live dalle 7:30 alle 18:00 sia su Rai Sport che su Rai Play con una sintesi su Rai 2 dalle 00:10 alle 2:00. Sabato 30 altra diretta dalle 7:30 alle 18:00 su Rai Play e dalle 11:15 alle 18:00 su Rai Sport con highlights dalle 23:50 alle 2:00 su Rai 2. I 12 singoli di domenica si vedranno dalle 11:30 alle 17:00 su Rai Play, dalle 11:35 alle 14:45 e dalle 15:15 alle 16:00 su Rai Sport, con diretta su Rai 2 dalle 16:00 alle 17:00 e una sintesi su Rai 2 dalle 00:30 alle 2:00.

    Ufficio Stampa