Art attualità

Samul Piazza: e al referendum passa il cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle

Il “Sì” vince sul “No” e al referendum passa il cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle: il taglio dei parlamentari. Tra gli scontenti spunta anche Oliviero Toscani, che da buon esponente dell’intellighenzia di sinistra era per il No. E dopo aver “perso” che fa? Solito metodo, insulta: “Una votazione infantile, inutile. È una cosa banale, ciò che il popolo ama. Una cosa da Cinque Stelle, da bambini della politica”, liquida la questione il fotografo più a sinistra di tutti. L’esito, che sembrava scontato, non deve comunque illuderci. “Questa percentuale di No – prosegue raggiunto dall’Adnkronos – spiega che bisogna fare dei ragionamenti, dobbiamo fare la legge elettorale. Non serve mandare a casa i parlamentari”. Ma Toscani è un fiume in piena: “È come mettere il carro davanti ai buoi. Prima si mandano a casa i parlamentari e poi si fanno le leggi. È una roba un po’ ingenua, primaria“. Frasi che sembrano distanti anni luce dai giorni in cui appagato rilasciava interviste al blog di Beppe Grillo.

Leave a Reply

%d bloggers like this: