Redazione

Sassoli dopo l’affondo di Draghi: “Su migranti Ue non riesce a fare passi avanti. Ha le mani legate perché Paesi non cedono le competenze”

sassoli-dopo-l’affondo-di-draghi:-“su-migranti-ue-non-riesce-a-fare-passi-avanti.-ha-le-mani-legate-perche-paesi-non-cedono-le-competenze”

Parla di “frustrazione” il presidente del Parlamento Ue David Sassoli sul tema dell’immigrazione: “Non riusciamo a fare passi avanti“, ha detto durante un Forum all’Ansa, perché “continua l’egoismo degli Stati. I migranti continuano a essere trattati come non dovrebbero”. Ed è su questo tema, dice Sassoli, “che invece dobbiamo misurarci in termini di capacità e di umanità”. Il dossier, su richiesta dell’Italia di Mario Draghi, è stato messo in agenda al prossimo Consiglio Ue di giugno, ma il presidente francese Emmanuel Macron – che pure condivide l’urgenza – ha già avvisato che sarà molto difficile raggiungere un accordo in quella sede: pesa anzitutto la contrarietà del fronte dei Paesi Visegrad a farsi carico della gestione dei migranti in arrivo sulle coste europee. Ieri, durante la conferenza stampa al termine del Consiglio Ue, il premier Mario Draghi aveva duramente attaccato i 27, parlando chiaramente di “Italia lasciata sola” almeno fino al prossimo appuntamento di giugno, e aveva evidenziato chiaramente l’incapacità degli stati membri di raggiungere un’intesa sul tema delle migrazioni

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.

Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it

Articolo Precedente

Vaccini, l’Unione europea chiede maxi risarcimento ad Astrazeneca: ‘Dieci euro a dose per ogni giorno di ritardo nelle consegne’

next

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: