Scacchiata di peperoni pugliese, più buoni che fritti. Il contorno della tradizione da fare tutto in padella con un sughetto da urlo

scacchiata-di-peperoni-pugliese,-piu-buoni-che-fritti.-il-contorno-della-tradizione-da-fare-tutto-in-padella-con-un-sughetto-da-urlo


Oggi prepariamo la scacchiata di peperoni, un piatto povero contadino e davvero buonissimo. Servono infatti solo peperoni, olio, pomodorini e capperi ( facoltativi) . Il nome della ricetta deriva dal termine dialettale tarantino “Scacchiare” cioè scegliere in quanto si sceglievano i pezzi meno belli e meno richiesti al mercato per farli a pezzetti mentre gli esemplari tondi e perfetti si riservavano per farli ripieni o arrostiti. Di sicuro i peperoni alla scacchiata sono molto saporiti e ottimi soprattutto nel periodo estivo quando i peperoni sono più maturi e buoni.

Una ricetta davvero semplice che si prepara in pochi minuti ma ricca di sapore mediterraneo e gusto della tradizione pugliese. Questo piatto non manca mai sulle tavole pugliese e viene servito sia come antipasto, che come contorno. Ottimi se accompagnati da dei crostini di pane croccanti, possono essere utilizzati addirittura come goloso condimento per un piatto di pasta. Insomma una bontà da provare e di facilissima realizzazione. Vediamo quindi come si prepara la scacchiata di peperoni pugliese.

Scacchiata di peperoni pugliese, Ingredienti

  • 4 peperoni (meglio se di diverso colore)
  • 200 g pomodori pelati
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 scalogno
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.sale
  • q.b pepe
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 5 foglie di basilico

Scacchiata di peperoni pugliese, Preparazione

Iniziamo la preparazione della Scacchiata di peperoni lavando i peperoni, tagliando le calotte ed eliminando i semi e filamenti interni. Una volta puliti per bene tagliamoli a listarelle. Meglio prendere peperoni di colori differenti ma solo per un effetto coreografico più bello, per il gusto vanno benissimo di qualsiasi colore. Prendiamo quindi una bella padella capiente, aggiungiamo un filo di olio evo, l’aglio sbucciato e schiacciato e lo scalogno finemente affettato. Mettiamo sul fuoco e lasciamo dorare per qualche minuto.

Una volta rosolati gli ingredienti aggiungiamo i peperoni a listarelle e facciamo cuocere a fiamma viva per 5 minuti circa, mescolando di tanto in tanto. Passati i minuti sfumiamo col il vino bianco e sempre a fiamma vivace lasciamo cuocere ancora per qualche minuto. Fatto ciò aggiungiamo i pomodori pelati e schiacciamoli con una forchetta, e aggiustiamo di sale e pepe. Copriamo con un coperchio e abbassiamo il fuoco.

Lasciamo cuocere per altri 20 minuti circa. Controlliamo di tanto in tanto e quando i peperoni saranno morbidi ma non sfatti aggiungiamo le foglie di basilico tagliuzzate e mescoliamo il tutto. Lasciamo andare a fiamma alta per altri 5 minuti circa. La nostra scacchiata di peperoni pugliese è pronta per essere servita bella calda con l’aggiunta di dirati crostini croccanti di pane. Buon appetito! Leggi anche altre RICETTE CON I PEPERONI

Leggi anche: Peperoni ammollicati siciliani, il contorno di Ferragosto. La ricetta della tradizione che si prepara con poco

scacchiata di peperoni

Scacchiata di peperoni pugliese, più buoni che fritti. Il contorno della tradizione da fare tutto in padella con un sughetto da urlo scritto su Più Ricette da Redazione.

0 comments on “Scacchiata di peperoni pugliese, più buoni che fritti. Il contorno della tradizione da fare tutto in padella con un sughetto da urlo

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: