Scubadvisor, l’app che aiuterà a mappare l’inquinamento dei fondali italiani

scubadvisor,-l’app-che-aiutera-a-mappare-l’inquinamento-dei-fondali-italiani


Una mappa per disegnare lo stato di salute dell’ambiente sottomarino italiano e individuare le aree più inquinate, grazie al contributo degli appassionati di immersione.
È quanto si promette di realizzare il nuovo progetto nato dalla collaborazione tra Marevivo Onlus, l’associazione che dal 1985 si occupa della tutela del mare e dell’ambiente e Scubadvisor, la prima app al mondo che permette ai subacquei di segnalare con foto e descrizioni i siti sottomarini a rischio, nel pieno rispetto dell’anonimato e della tutela della privacy.
“Questa app coinvolgerà altre centinaia di occhi che ci aiuteranno ad acquisire informazioni utili e preziose per la costruzione di una banca dati e di una mappatura di questi rifiuti antropici che danneggiano l’ecosistema marino” afferma Rosalba Giugni, Presidente di Marevivo Onlus.
L’app fornirà le coordinate GPS a Marevivo Onlus, che ricaverà un data-base con tutte le segnalazioni per monitorare e, ove possibile, recuperare i rifiuti presenti sui fondali.
“I sub amano il mare, sono le sue prime sentinelle e con questo nuovo progetto vogliamo coinvolgere in prima persona chi vive l’ambiente marino e sottomarino. Scubadvisor in questo modo non è solo lo strumento di supporto indispensabile per chi ama le immersioni. Accanto alla funzione che permette di condividere le più belle immagini del mondo sottomarino, aggiungiamo quella che pone l’accento sulla responsabilità ambientale per aiutare a preservare la biodiversità e la straordinaria ricchezza e bellezza dei nostri mari”, spiegano Marco Prandi e Alessandro d’Antonio, creatori di Scubadvisor.

L’articolo Scubadvisor, l’app che aiuterà a mappare l’inquinamento dei fondali italiani proviene da The Map Report.

0 comments on “Scubadvisor, l’app che aiuterà a mappare l’inquinamento dei fondali italiani

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: