secondo-gli-esperti-la-morte-di-pazienti-completamente-vaccinati-e-rara,-ma-non-inaspettata.

Secondo gli esperti la morte di pazienti completamente vaccinati è rara, ma non inaspettata.

Leggimi questo articolo

Un paziente di un ospedale di Calgary che è morto dopo aver contratto la variante più contagiosa del Delta del COVID-19 faceva parte di un gruppo di persone che hanno contratto il virus in ospedale nonostante fossero completamente vaccinati.

L’epidemia al Foothills Medical Center aveva già sollevato l’allarme perché quasi la metà delle persone infette aveva già due dosi di vaccino e altre ne avevano una singola. Anche la morte di una paziente completamente vaccinata, una donna di 80 anni, si è aggiunta alla preoccupazione per l’aumento dei casi varianti in Alberta. La variante Delta, pur essendo ancora una piccola percentuale dei casi complessivi, è in aumento in provincia.

Ma i funzionari sanitari e gli esperti hanno messo in guardia dal leggere troppo in queste nuove infezioni, che continueranno a verificarsi anche se più persone saranno vaccinate, ma dovrebbero rimanere rare. Inoltre, non è chiaro quali condizioni preesistenti avesse la paziente completamente vaccinata morta a Foothills e se ciò avrebbe potuto esporla a un rischio maggiore di malattie gravi o limitare l’efficacia del vaccino.

Due unità dell’ospedale di Foothills hanno riportato focolai che hanno coinvolto la variante Delta, che è stata inizialmente associata all’India, nelle ultime settimane. L’epidemia in un’unità è stata dichiarata la scorsa settimana, senza nuovi casi dal 20 maggio, e l’altra ha avuto solo un nuovo caso la scorsa settimana.

Due pazienti dell’ospedale di Calgary muoiono per la variante Delta del COVID-19

Delta, Alpha, Gamma e Beta: “varianti preoccupanti” del COVID-19 in Canada

In tutto 23 persone, di cui 17 pazienti, sono risultate positive alla variante Delta nelle due unità. Di questi, 11 erano stati completamente vaccinati e 9 avevano ricevuto una singola dose. Tre pazienti sono morti, due dei quali non sono stati immunizzati.

Si ritiene che la variante Delta sia più contagiosa e riduca l’efficacia di una singola dose a circa il 33%, anche se si ritiene che due dosi siano ancora molto efficaci.

L’Alberta ha registrato 397 casi della variante Delta, quasi tutti a Calgary, e recentemente la variante ha rappresentato fino al 17% dei casi giornalieri.

Kerry Williamson, portavoce dell’Alberta Health Services, ha affermato che la donna completamente vaccinata che è morta aveva “comorbilità significative” ed era già in ospedale quando ha contratto il COVID-19.

Il signor Williamson ha affermato in una dichiarazione che l’epidemia rafforza il funzionamento dei vaccini. Delle 23 persone infette, la maggior parte ha avuto casi lievi e solo due hanno richiesto cure intensive.

Stephanie Smith, esperta di malattie infettive e professoressa associata presso la facoltà di medicina dell’Università di Alberta, ha affermato che è difficile valutare cosa è successo con il paziente completamente vaccinato a Foothills senza sapere di più sul motivo per cui erano in ospedale in primo luogo. Ha detto che alcune condizioni possono influenzare la capacità del sistema immunitario di qualcuno di montare una forte risposta a un vaccino.

Il dottor Smith ha notato che i vaccini COVID-19, sebbene molto buoni, non sono efficaci al 100%, il che significa che ci saranno pochi casi in cui le persone che hanno ricevuto due dosi si ammalano ancora. Tuttavia, ha affermato, il caso Foothills non dovrebbe sollevare allarmi sull’efficacia complessiva dei vaccini.

“Se si guarda a un livello di popolazione, penso che possiamo ancora sentirci abbastanza sicuri che i nostri vaccini siano molto efficaci, anche per Delta”, ha affermato.

“Ma a volte vedremo che abbiamo persone che ne sono colpite e, raramente, che si ammalano gravemente”.

Il recente focolaio a Foothills è significativamente inferiore a quello dell’ospedale dell’anno scorso, quando quasi 100 pazienti, personale e visitatori hanno contratto il COVID-19 presso la struttura. Quell’epidemia ha ucciso 12 persone.

L’epidemiologo dell’Università di Calgary Craig Jenne ha affermato che i vaccini avrebbero potuto prevenire il peggioramento dell’epidemia più recente. Ha detto che le epidemie ospedaliere sono spesso significative, con infezioni che superano i 100 pazienti e che potenzialmente causano un alto numero di morti.

“Rispetto alle precedenti epidemie, penso che stiamo effettivamente assistendo a una grande protezione, ma non è assoluta”.

Usa il pulsante altro per altre funzioni di condivisione

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: