Siccità: l’Italia dichiara l’emergenza in 5 regioni. Spagna e Portogallo mai così da almeno 1.200 anni

siccita:-l’italia-dichiara-l’emergenza-in-5-regioni-spagna-e-portogallo-mai-cosi-da-almeno-1.200-anni


Il governo ha infine deliberato lo stato di emergenza per siccità per Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Veneto e Piemonte. Il che significa 10,9 milioni per l’Emilia Romagna, 4,2 milioni per il Friuli Venezia Giulia, 9 milioni per la Lombardia, 7,6 milioni per il Piemonte e 4,8 milioni al Veneto. “All’interno di questo decreto sono già stati stanziati oltre 35 milioni da ripartire tra le cinque regioni coinvolte. Il governo non si fermerà qui, ci saranno altre misure e siamo concentrati sulla messa a terra delle risorse del Pnrr dedicate a questa tematica”, ha commentato Mariastella Gelmini, ministra per gli Affari regionali e le Autonomie, in uscita dalla riunione del Consiglio dei ministri sul tema della siccità.

Foto: Andrea Cherchi

Nel frattempo un nuovo studio conferma la gravità della situazione per l’intero Mediterraneo, associando con decisione il fenomeno alle emissioni inquinanti prodotte dalle attività umane. Una nuova ricerca, pubblicata sulla rivista Nature Geoscience, ha stabilito che la siccità che in Europa sta colpendo – in particolare – Spagna e Portogallo non ha mai avuto eguali negli ultimi 1.200 anni. Lo studio ha analizzato dati meteorologici che risalgono al 1850 e modelli informatici che replicano il clima fino all’850 d.C. Ha scoperto che, prima del 1850, e dunque prima dell’inizio di significative emissioni di gas serra, inverni particolarmente poveri di precipitazioni si verificavano nelle Azzorre in media solo una volta ogni 10 anni. Dal 1850 al 1980, la frequenza era una volta ogni 7 anni, ma dopo il 1980 è aumentata a ogni 4 anni. I dati hanno mostrato che i picchi di siccità estremamente elevati riducono le precipitazioni mensili medie in inverno di circa un terzo. I mutamenti spingono le piogge a Nord, per arrivare a un 2022 in cui in particolare Spagna e Portogallo stanno soffrendo il loro clima più secco da almeno 1.200 anni, con gravi implicazioni sia per la produzione alimentare che per il turismo. La Spagna è stato il secondo Paese più visitato al mondo nel 2019, ospitando 84 milioni di visitatori. Ma quanto durerà? La Spagna è anche il più grande produttore mondiale di olive e una delle principali fonti di uva, arance, pomodori e altra frutta e verdura. A fronte di precipitazioni diminuite di 5-10 mm all’anno dal 1950, con un ulteriore calo del 10-20% delle piogge invernali previsto entro la fine del secolo, l’incertezza sul futuro economico del Paese è particolarmente alta. Altre ricerche hanno previsto un calo del 30% della produzione di olive spagnole entro il 2100 e un calo delle regioni viticole della penisola iberica dal 25% al ​​99% entro il 2050, a causa della grave carenza d’acqua. Questo maggio è stato il più caldo mai registrato nel Paese, mentre gli incendi boschivi che hanno ucciso decine di persone nella regione nel 2017 hanno seguito un’ondata di caldo resa 10 volte più probabile dalla crisi climatica, hanno spiegato i ricercatori, mentre il fiume Tago, il più lungo della regione, rischia di prosciugarsi completamente quest’anno.

L’articolo Siccità: l’Italia dichiara l’emergenza in 5 regioni. Spagna e Portogallo mai così da almeno 1.200 anni proviene da The Map Report.

0 comments on “Siccità: l’Italia dichiara l’emergenza in 5 regioni. Spagna e Portogallo mai così da almeno 1.200 anni

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: