Sanità

Sifilide, sintomi e segni nella donna e nell’uomo.

sifilide,-sintomi-e-segni-nella-donna-e-nell’uomo.

sifilide sintomi e segni uomo donna

Sifilide, malattia venerea che l’uomo non è mai riuscito a debellare. Quali sono i sintomi ed i segni nella donna e nell’uomo?

Sifilide, sintomi e segni della malattia venerea più diffusa degli ultimi millenni. Le sue manifestazioni cambiano a seconda del sesso di chi ne soffre.

Ecco le differenze.

Segni e sintomi nella donna.

Il suo decorso nella donna è caratterizzato da diverse fasi, ciascuna con dei sintomi variabili diversi. E’ una malattia complessa che se non curata può portare complicanze quali le cardiopatie e i disturbi neurologici.

1) Sifilide primaria.

Si manifesta dopo circa 3-4 settimane dal contagio, con la comparsa di lesioni tipiche chiamate sifilomi. Il suo aspetto è simile alle papule dalla forma tondeggiante, di grandezza variabile però ben circoscritta, solitamente indolore e a base solida. Ben presto essa va in contro a ulcerazione, il fondo sarà rosso vivo e dal quale fuoriesce dell’essudato di tipo sieroso, contenente treponemi.

Le zone di comparsa dei sifilomi sono:

  • genitali;
  • zona di contatto sessuale, in particolar modo cervice, vulva, vagina e perineo;
  • sede anale-rettale;
  • interno del cavo orale.

In un secondo momento, dopo circa una settimana, si manifesta un altro segno tipico della sifilide primaria, ovvero i linfonodi aumentano di volume.

Questi sintomi tendono a scomparire dopo 4-6 settimane dal loro esordio, anche se non viene trattato, però il batterio rimane nell’organismo.

Attenzione però perché queste lesioni potrebbero passare inosservate, in particolar modo se sono di piccole dimensioni o non facilmente visibili.

2) Sifilide secondaria.

Ha inizio dopo circa 3-6 settimane dall’esordio del sifiloma e si caratterizza con manifestazioni sistemiche, dovute alla proliferazione e alla diffusione del Treponema pallidum.

Si presentano sintomi simil-influenzali come:

  • febbre;
  • astenia;
  • mal di testa;
  • dolori muscolari;
  • malessere generale;
  • eruzioni muco-cutanee.

3) Periodo di latenza.

Regredito lo stadio secondario, ha inizio un periodo di latenza anche molto lungo che può arrivare a durare fino ad alcuni anni.

Questo periodo è privo di sintomatologia.

4) Sifilide terziaria.

Terminato il periodo di latenza, la malattia ricomincia a produrre segni e sintomi con danni al sistema cardiocircolatorio, al fegato, al sistema nervoso (neurosifilide).

Segni e sintomi nell’uomo.

1) Sifilide primaria.

Segni e sintomi nell’uomo iniziano dopo circa 3-4 settimane dal contagio. In particolare si apprezza la comparsa del sifiloma nella zona perineale, sul membro e sullo scroto, nella zona anale, sulle mani e nel cavo orale.

2) Sifilide secondaria.

Dopo 3-6 settimane dalla comparsa del sifiloma ha inizio la seconda fase, caratterizzata da:

  • Eruzione maculare;
  • Rigonfiamento lingoghiandolare;
  • Febbre;
  • Astenia;
  • Mal di testa;
  • Dolori muscolari;
  • Perdita di appetito;
  • Alopecia;
  • Dimagrimento non fisiologico.

3) Periodo di latenza.

Anche per l’uomo il periodo di latenza può durare anni senza che la malattia produca segno o sintomo alcuno.

4) Sifilide terziaria nell’uomo.

Dopo 10-15 anni ha inizio la fase terziaria.

In questa fase si hanno importanti danni agli organi interni (fegato, cuore, reni, polmoni in primis) con la creazione di noduli indolori nel cervello, nelle ossa, nelle sinovie e nel sistema tegumentario.

0 comments on “Sifilide, sintomi e segni nella donna e nell’uomo.

Leave a Reply

%d bloggers like this: