Spaghetti all’amatriciana con il segreto di Nonna Maria, “Ecco cosa aggiungo al guanciale prima del sugo”. Così viene perfetta

spaghetti-all’amatriciana-con-il-segreto-di-nonna-maria,-“ecco-cosa-aggiungo-al-guanciale-prima-del-sugo”.-cosi-viene-perfetta


Il sugo all’amatriciana, è un condimento tipico del comune di Amatrice. Si tratta di un sugo semplice ottenuto con guanciale di Amatrice, pelati e pecorino romano grattugiato. La storia narra che questo primo piatto, era il pranzo dei pastori. Una ricetta molto antica, che con il passare del tempo ha subito numerosi variazioni.  Di seguito andremo a preparare la ricetta vera della tradizione con la ricetta di Nonna MariC

Spaghetti all’amatriciana, Ingredienti:

  • 360 gr di spaghetti
  • 120 gr di guanciale
  • 400 gr di pomodori pelati
  • Olio evo
  • Sale
  • Vino bianco
  • Pecorino romano grattugiato

Procedimento:

Per preparare gli spaghetti all’amatriciana, iniziate a tagliare il guanciale, fatelo rosolare senza aggiunta di altri grassi. Appena sarà diventato croccante ed il grasso trasparente, sfumate con il vino bianco,

appena l’alcol sarà evaporato, unite i pomodori pelati, regolate di sale e fate cuocere per circa dieci minuti.

Nel frattempo cuocete la pasta in abbondante acqua leggermente salata, colatela al dente direttamente nella padella, amalgamate bene per circa un minuto,

poi spegnete la fiamma, unite il pecorino romano grattugiato, mescolate bene,

impiattate completando con altro pecorino grattugiato, servite e gustate subito.

Leggi anche: Penne ai 7 peccati: il primo buono da morire. Il sugo cremoso si fa col trucco delle sette P. Facili e veloci per un pranzo dell’ultim’ora

Spaghetti all’amatriciana con il segreto di Nonna Maria, “Ecco cosa aggiungo al guanciale prima del sugo”. Così viene perfetta scritto su Più Ricette da Michele.

0 comments on “Spaghetti all’amatriciana con il segreto di Nonna Maria, “Ecco cosa aggiungo al guanciale prima del sugo”. Così viene perfetta

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: