HOME news

STADIO BENITO STIRPE – Primi piani di Sicurezza della Questura di Frosinone

Ieri mattina, presso la Sala Riunioni della Questura, si è riunito il tavolo tecnico preventivo relativo all’utilizzo del nuovo stadio “Benito Stirpe”, dove si svolgeranno le gare interne del Frosinone Calcio .

All’incontro hanno partecipato tutti i delegati degli enti che a vario titolo saranno convolti nella gestione dell’evento sportivo: l’Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza, i Vigili del Fuoco, la Polizia Provinciale, il Comune di Frosinone, la Polizia Locale,  la Protezione Civile, l’ Ares 118 ed il Frosinone Calcio.

Per la Questura sono intervenuti, oltre al Questore, il Vicario dr. Giovanni Trabunella, il Primo Dirigente della Polizia di Stato dr.ssa Antonella Chiapparelli, il Primo Dirigente della Polizia di Stato  dr. Antonio Giordano ed il Dirigente Digos V.Q.A. dr. Cristiano Bertolotti.

Presenti anche le Specialità della Polizia di Stato, Polizia Stradale e Ferroviaria, che concorreranno nei servizi di Ordine Pubblico.

Il Questore dr. Filippo Santarelli, che ha presieduto il Tavolo Tecnico,  ha illustrato il progetto con le infrastrutture realizzate e da realizzare nella “cittadella” dello sport, per la massima fruibilità in sicurezza da parte della cittadinanza.

Nel corso del confronto   si è  evidenziato come, al momento,  la mancata realizzazione della strada dedicata ai tifosi ospiti, così come previsto dalla normativa che impone la netta separazione tra la tifoseria locale e quella ospite, comporterà notevoli problematiche e disagi; anche la Monte Lepini sarà interessata dall’afflusso dei tifosi.

Inoltre, poi l’attenzione è stata posta sulla necessità  di definire la postazione riservata ai  venditori ambulanti e le  aree da   adibire a parcheggio per i tifosi, di programmare i divieti di sosta in considerazione del fatto che nelle adiacenze sorgono l’ospedale “F.Spaziani” e l’aeroporto militare;  infine il rafforzamento del dispositivo sicurezza, con un maggiore impiego delle forze territoriali.

E’ stata, altresì, ribadita l’esigenza  di esaminare le modalità  di accesso dei residenti, degli atleti e  dei tifosi, evitando  la concomitanza di più eventi sportivi nell’ area.

Qui, infatti,  oltre allo stadio “Benito Stirpe” sono già esistenti altre strutture, quali il Palazzetto dello Sport e lo Stadio del Nuoto, con utenza interessata a  basket, volley e nuoto, non soltanto nel corso della settimana , ma anche durante  il week end.

Da valutare inoltre la riconferma dell’ area ex Permaflex per il concentramento dei tifosi ospiti o individuare altro “sito” per la stessa finalità.

Leave a Reply

%d bloggers like this: