Strage di Erba: Arriva la Svolta. “Quella sera c’era un uomo con una borsa, incappucciato”

strage-di-erba:-arriva-la-svolta.-“quella-sera-c’era-un-uomo-con-una-borsa,-incappucciato”


La strage di Erba, avvenuta del 2006, è ormai uno dei fatti di cronaca più conosciuti di sempre. I coniugi Rosa e Olindo si sono macchiati di omicidi. Le vittime furono ben quattro: in primis Raffaella Castagna. Poi, non contenti, proseguirono con l’assassinio del figlio Youssef Marzouk, la madre Paola Galli e la vicina di casa Valeria Cherubini. La coppia fu dunque condannata all’ergastolo. Oggi, dopo ben 16 anni, Rosa Bazzi torna a parlare e lo fa attraverso le telecamere de Le Iene. Attualmente si trova nel carcere di Bollate e ha deciso di spiazzare tutti con nuovi retroscena.

Rispetto alla strage di Erba, Rosa Bazzi ha recentemente dichiarato di essere innocente, assieme al marito. “Non siamo stati noi”, ha detto, cercando di infangare il lavoro svolto dalla giustizia italiana. E lo stesso è stato anche dichiarato dal marito Olindo. Quest’ultimo ha dichiarato di trovarsi ingiustamente in carcere a causa di scarsi approfondimenti. “Hanno preferito incastrare due persone poco consapevoli piuttosto che approfondire la pista dello spaccio di droga”, ha detto. Ha poi aggiunto dettagli sulla sua vita forzata in carcere, raccontando del suo lavoro in cucina e delle ore che passa con altri detenuti che, come lui, non hanno di meglio da fare.

Pare addirittura che l’avvocato dei coniugi, Fabio Schembri, stia lavorando per riuscire ad ottenere la revisione del caso rispetto alla strage di Erba. “Lui è l’unico che ha sempre creduto alla  nostra innocenza”, ha dichiarato Olindo Romano. Per quanto riguarda Rosa Bazzi e la sua intervista con Le Iene, la donna ha fatto riferimento ad una presenza a dir poco sospetto durante la notte degli omicidi. La donna ha inizialmente fatto fatica a rilasciare le dichiarazioni davanti a delle telecamere e lo ha espresso liberamente. Successivamente però, ha iniziato ad abituarsi ed a sciogliersi sempre di più.

Leggi anche: Strage a Treviso: Morti 4 amici. Alice si è salvata per la stanchezza. Ora non si da pace

“I carabinieri non ci hanno manco ascoltato”, dice Rosa Bazzi riferendosi al momento in cui i due coniugi hanno fatto riferimento ad una presenza sospetta nei pressi del luogo del delitto. Decide poi di fornire maggiori dettagli e fa riferimento ad un uomo che indossava un capello, un giaccone ed aveva una borsa in mano. Il fatto che le sue dichiarazioni siano arrivate in televisione dal carcere non è certo roba di poco conto. Molti sostengono che gli sforzi del loro legale per una revisione del caso non saranno vani. Questa rottura del silenzio porterà davvero ad una svolta delle indagini? Seguiteci anche sui nostri profili Su Facebook anche su INSTAGRAM

strage

Strage di Erba: Arriva la Svolta. “Quella sera c’era un uomo con una borsa, incappucciato” scritto su Più Donna da Imma Bartolo.

valipomponi

0 comments on “Strage di Erba: Arriva la Svolta. “Quella sera c’era un uomo con una borsa, incappucciato”

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: