È un racconto dell’heritage, dello stile e dell’architettura italiani attraverso la figura di Claudio Silvestrin, architetto che ha progettato le boutique GIADA in tutto il mondo. Il brand italiano di ready-to-wear, guidato dal 2015 dal direttore creativo Gabriele Colangelo che ha fatto del minimalismo e della ricerca sui materiali il proprio marchio di fabbrica, conta 50 sedi in Cina, una in Via Montenapoleone a Milano si mostra al mondo attraverso la lente della videocamera. Claudio Silvestrin – L’Evoluzione di un Grande Artista è il primo dei documentari della serie Art to Art realizzati attorno alle figure d’artista che compongono il mondo di GIADA.

Una scena del documentario dedicato a Claudio Silvestrin

Il film è prodotto dal regista Italiano Fulvio Maiani, e racconta il percorso di Claudio Silvestrin attraverso le sue quattro opere architettoniche più emblematiche: Villa Neuendorf in Spagna, Torino Outlet Village, Castello di Rocca Sinibalda a Rieti e GIADA Global Flagship Store a Milano. Il documentario ripercorre l’origine dell’ispirazione di Silvestrin, l’evoluzione della sua creatività e il terreno comune tra l’artista e GIADA: la ricerca della bellezza.

La facciata del negozio Giada a Milano

L’obiettivo di GIADA, fin dalla sua creazione è di trasformare moda e lifestyle in forme d’arte. Con la serie di film Art to Art, GIADA racconta il suo percorso alla ricerca dell’arte, attraverso la figura di artisti straordinari connessi al brand. L’Evoluzione di un Grande Artista è il primo episodio della serie. La première del documentario sarà lunedì 7 Giugno, presso il GIADA Garden,  il primo branded space a Pechino in cui convivono luxury retail e food experience, grazie al ristorante guidato dallo chef Marino D’Antonio, premiato come Chef dell’Anno dal Time Out Beijing.

Giada Garden, Beijing

Claudio Silvestrin ha studiato da A.G. Fronzoni a Milano e ha completato la sua formazione presso l’Architectural Association School of Architecture a Londra. Nel 1989, ha fondato la Claudio Silvestrin Architects con sede a Londra e Milano. Considerato maestro del minimalismo contemporaneo, Silvestrin è conosciuto per il suo design dalle forme essenziali e spazi minimali. Ha ricevuto il premio Wallpaper Design Awards nel 2005, il Chicago Athenaeum International Architecture Award nel 2009 e 2014, e il LEAF Award nel 2016.

Una scena del documentario dedicato a