Tag: attualità

Patagonia, Meta, Netflix e altri giganti a fianco delle dipendenti per garantire il diritto all’aborto

patagonia,-meta,-netflix-e-altri-giganti-a-fianco-delle-dipendenti-per-garantire-il-diritto-all’aborto

A seguito della decisione della Corte Suprema di annullare la storica sentenza Roe vs Wade del 1973, che garantiva il diritto all’aborto negli Stati Uniti, diverse aziende si sono impegnate per tutelare le loro lavoratrici. Noti brand come Patagonia, Disney, Netflix, Paramount, Comcast, Google e Meta hanno dichiarato che copriranno i costi di viaggio per le donne che dovranno spostarsi dai loro luoghi di residenza agli altri stati della federazione dove invece l’interruzione di gravidanza è ancora tutelata da leggi locali.
Patagonia, la famosa azienda specializzata in articoli sportivi, ha reso noto che “coprirà le spese di viaggio, alloggio e procedure nel caso le dipendenti avessero la necessità di recarsi un un altro Stato federato per porre fine a una gravidanza”. Inoltre, la compagnia ha specificato che “pagherà la cauzione per il rilascio di tutte le lavoratrici dell’azienda, nel caso in cui vengano arrestate durante proteste pacifiche a favore del diritto all’aborto” , aggiungendo che “prendersi cura dei lavoratori va oltre la copertura assicurativa sanitaria di base”.
“Prendersi cura dei lavoratori va oltre la copertura assicurativa sanitaria di base”, si legge nel comunicato di Patagonia.
Anche Meta (la società madre di Facebook e Instagram) ha fatto sapere che “nella misura consentita dalla legge, pagherà le spese di viaggio per le dipendenti che avranno bisogno di accedere all’assistenza sanitaria e ai servizi riproduttivi in un altro Stato”.
Un altro gigante del mondo dell’intrattenimento ha preso impegni analoghi: Netflix ha comunicato di voler coprire per le proprie dipendenti spese di viaggio fino a 10mila dollari, che includono non solo cure per il cancro, trapianti, operazioni di affermazione di genere, ma anche l’interruzione di gravidanza.
Apple, Amazon, Starbucks, e Microsoft hanno fatto sapere che copriranno, in caso di necessità, le spese sostenute dalle dipendenti per abortire in uno stato diverso dal proprio.

L’articolo Patagonia, Meta, Netflix e altri giganti a fianco delle dipendenti per garantire il diritto all’aborto proviene da The Map Report.

Raggiunto accordo UE: stop ai motori Diesel e benzina entro il 2035

raggiunto-accordo-ue:-stop-ai-motori-diesel-e-benzina-entro-il-2035

Il consiglio dei ministri dell’Ambiente dei Paesi Ue ha trovato l’accordo, nella notte, sul maxi provvedimento sul clima che prevede il bando alle endotermiche, che decreta ufficialmente la fine dei motori diesel e a benzina. Dal 2035 saranno in vendita solo auto elettriche, con l’idrogeno che sarà destinato prevalentemente al trasporto “pesante”, di navi e aerei. La misura fa parte del pacchetto “Fit for 55”, composto da tredici iniziative politiche che puntano a ridurre le emissioni di CO2 dell’Unione europea del 55% entro il 2030 e raggiungere la neutralità carbonica entro il 2050.
Su richiesta di alcuni Paesi, tra cui Germania e Italia, l’UE ha anche convenuto di considerare un futuro via libera per l’uso di tecnologie alternative come carburanti sintetici o ibridi plug-in. Ben inteso: solo se capaci di raggiungere la completa eliminazione delle emissioni di gas serra.
Concessa, inoltre, una proroga fino al 2036 per i produttori “di nicchia”, ovvero quelli che producono meno di 10.000 veicoli all’anno, grazie all’emendamento “Salva Ferrari”, così chiamato perchè a beneficiarne saranno in particolare le auto di lusso.
L’obiettivo zero CO2 al 2035 è qualcosa “che le auto ibride ad oggi non possono conseguire, ma se i costruttori pensano di poterlo fare, vedremo, faremo le nostre valutazione nel 2026, dipende da loro”. Lo ha detto il vicepresidente della Commissione Ue, Frans Timmermans.
“La schiacciante maggioranza dei costruttori in Europa e nel mondo ha già fatto la sua scelta” in questo senso e “quella dei carburanti sintetici non sembra una possibilità realistica per via dei costi proibitivi”.
L’accordo prevede che nel 2026 la Commissione valuti i progressi compiuti verso il raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni e possa riesaminare tali obiettivi tenendo conto degli sviluppi tecnologici.

©iStockphoto/Elena Perova

“Un enorme progresso per la neutralità climatica nei trasporti e un risultato storico per una maggiore tutela del clima”, così ha definito l’accordo la ministra dell’Ambiente tedesca, Steffi Lemke, ponendo l’accento sulla netta maggioranza con cui è stato raggiunto.
Su spinta di Berlino è stato anche deciso che la Commissione europea avanzerà una proposta per includere alcune categorie di veicoli alimentati a combustibili sintetici dopo il 2035 in modo limitato. “Stiamo inviando un chiaro segnale che dobbiamo raggiungere gli obiettivi climatici e diamo all’industria automobilistica la sicurezza di pianificazione di cui ha bisogno”, ha evidenziato l’esponente dei Verdi.
Sulla stessa linea il collega di partito Robert Habeck, ministro dell’Economia: “Nel mezzo della più grande crisi energetica d’Europa, abbiamo lanciato uno dei pacchetti di protezione del clima più completi nella storia dell’Ue”, ha affermato, sottolineando che con il pacchetto Fit for 55 “è stata tracciata la rotta per la conversione dell’economia verso la neutralità climatica” e le misure renderanno “irreversibile la protezione del clima in Europa”.
“Non c’è stato un voto del Nord-Ovest” dell’Ue “contro Sud-Est”, bensì “una maggioranza molto, molto ampia”, ha aggiunto.
“I governi europei hanno preso la storica decisione di porre fine alla vendita di auto e furgoni inquinanti. Quello di oggi è un enorme passo avanti per la lotta al cambiamento climatico”. Così Veronica Aneris, direttrice di Transport & Environment Italia, ha commentato la decisione dei ministri Ue che hanno confermato lo stop alle vendite di nuove auto e furgoni a combustione interna a partire dal 2035.
Della decisione dei ministri beneficeranno anche la qualità dell’aria, la nostra indipendenza dal petrolio e la possibilità di rendere i veicoli elettrici più accessibili”, ha aggiunto Aneris, ricordando che “ora bisogna concentrarsi sulla capillare diffusione delle infrastrutture di ricarica, la riqualificazione dei lavoratori dell’industria automobilistica e la costruzione della filiera delle batterie sostenibili”. Secondo Aneris “non dovremmo perdere altro tempo prezioso” sul tema dei carburanti sintetici perché “non sono soluzioni adatte né utili per il settore automotive”.

L’articolo Raggiunto accordo UE: stop ai motori Diesel e benzina entro il 2035 proviene da The Map Report.

G7, proposta la costituzione di un “Club del Clima” entro il 2022

g7,-proposta-la-costituzione-di-un-“club-del-clima”-entro-il-2022

Siamo ancora nella sfera delle buone intenzioni, ma fa comunque ben sperare la decisione presa dai leader del G7 al vertice di Elman, in Germania, di creare un “Club del clima” con un focus particolare sul settore industriale entro la fine del 2022; l’obiettivo è quello di rafforzare e ampliare la cooperazione nella lotta contro il riscaldamento globale.
“Approviamo gli obiettivi di un Club del Clima internazionale aperto e cooperativo e lavoreremo con i partner per istituirlo entro la fine del 2022 – si legge nel comunicato finale -. Per promuovere un’azione urgente, ambiziosa e inclusiva per allinearci ai percorsi di 1,5°C e accelerare l’attuazione dell’Accordo di Parigi, ci impegniamo a realizzare un settore stradale altamente decarbonizzato entro il 2030, un settore energetico completamente o prevalentemente decarbonizzato entro il 2035 e a dare priorità a passi concreti e tempestivi verso l’obiettivo di accelerare l’eliminazione graduale dell’energia elettrica nazionale da carbone non abbattuto”.
I Paesi del G7 sembrano così appoggiare la proposta del cancelliere tedesco Olaf Scholz di dar vita a un gruppo di Paesi “ambiziosi, coraggiosi e cooperativi” che accelerino i propri sforzi per affrontare la questione climatica, in una mossa vista come complementare alla tassa sulle emissioni di CO2 alla frontiera dell’Ue.
“Ci serve maggiore ambizione per raggiungere i nostri obiettivi climatici – ha dichiarato il cancelliere tedesco -. Con questa iniziativa faremo in modo di rispettare l’impegno”.

L’articolo G7, proposta la costituzione di un “Club del Clima” entro il 2022 proviene da The Map Report.

Colpaccio Amadeus: Al Festival di Sanremo la Famosissima Dama di Uomini e Donne, sarà conduttrice con la Ferragni

colpaccio-amadeus:-al-festival-di-sanremo-la-famosissima-dama-di-uomini-e-donne,-sara-conduttrice-con-la-ferragni

Tali Vip tali fans sembra essere la frase giusta per descrivere i sostenitori di Soleil Sorge, che adesso premono per vedere la loro beniamina accanto ad Amadeus per il Festival di Sanremo. La giovane italo americana si è fatta conoscere meglio durante l’ultima edizione del Grande Fratello Vip. Tuttavia, sono anni che cerca una strada per entrare con un ruolo da protagonista nel mondo del piccolo schermo. Il suo percorso, come molti altri, è iniziato a Uomini e Donne, dove è stata corteggiatrice e scelta di Gianluca Onestini. La loro storia è durata un battito di ciglia e da quel momento è iniziato il suo lungo curriculum nei reality show.

Da Pechino Express a L’isola dei famosi, Soleil Sorge ne ha tentate di tutte, senza tuttavia riuscire ad emergere. Il successo è arrivato proprio grazie all’ultima edizione del Grande Fratello Vip. La sua arroganza e i suoi modi di fare hanno conquistato i telespettatori, che l’hanno salvata durante la prima fase del reality show. Successivamente, il consenso è calato quando è entrata a far parte del triangolo con Alex Belli e Delia Duran. La terza incomoda non è mai ben vista e il televoto ne ha risentito, al punto che è stata eliminata in nomination con il suo amico d’avventura, Davide Silvestri.

LEGGI ANCHE—> Gemma Galgani lascia Uomini e Donne per partecipare alla Talpa: “Ecco come l’ha presa Maria”. Fan senza parole

Nonostante questo, il Grande Fratello Vip le è servito molto per diventare una presenza richiesta in molti altri programmi. Si può dire che finora Soleil Sorge è quella che ha lavorato di più rispetto agli altri concorrenti. Appena terminata la sua esperienza nella casa, infatti, l’abbiamo vista in veste di giudice a La pupa e il secchione show, insieme a Federico Fashion Style e ad Antonella Elia. Successivamente, la ragazza è approdata nuovamente in Honduras insieme a Vera Gemma per dare man forte ai naufraghi de L’Isola dei Famosi, che è terminato lo scorso lunedì.

Adesso che sembra il suo volto sia più apprezzato e richiesto in Mediaset, i suoi fans volano alto e l’hanno proposta come co-conduttrice per il prossimo Festival di Sanremo. Manca ancora tantissimo tempo alla famosa competizione, ma Amadeus è già al lavoro per la creazione del cast. Ultimamente ha dato il primo attesissimo annuncio: al suo fianco ci sarà Chiara Ferragni, che condurrà insieme a lui la prima e l’ultima puntata del Festival. Ancora sconosciuti i nomi delle altre sei donne scelte per affiancarlo in questo importante compito, ma tra queste sembra proprio da escludersi quello di Soleil Sorge.

Leggi anche: Amadeus infuriato: Ecco perchè ha fatto fuori Luigi Strangis da Sanremo, colpa di Maria de Filippi. Fan sotto choc

La ragazza italo americana vanta nel suo curriculum esclusivamente la partecipazione a dei reality show. Per quanto questi siano seguiti e amati dal pubblico, non bastano per una partecipazione al Festival di Sanremo. Non la pensano così i suoi fans, che insistono nel candidarla per questo ruolo. In molti hanno affermato che la presenza di Soleil Sorge determinerebbe un aumento dello share con una buona fetta di telespettatori in più.

Ma non pensiamo che questa argomentazione farà presa su Amadeus, che ha raggiunto degli ascolti incredibili da ormai tre anni a questa parte. Commentate con noi le notizie sul gruppo ufficiale di Uomini e Donne di Maria de Filippi e seguici su Google News.

Amadeus- sanremo
Amadeus- sanremo

L’articolo Colpaccio Amadeus: Al Festival di Sanremo la Famosissima Dama di Uomini e Donne, sarà conduttrice con la Ferragni proviene da Più Donna – Notizie di Attualità, Gossip, Spettacolo e Tv.

Bufera Rai, Ufficiale: Fatto fuori da UnoMattina, “Conflitti con la produzione, chi prende il suo posto”

bufera-rai,-ufficiale:-fatto-fuori-da-unomattina,-“conflitti-con-la-produzione,-chi-prende-il-suo-posto”

Massimiliano Ossini potrebbe non essere riconfermato al timone di UnoMattina, che quest’anno ha condotto insieme a Maria Soave. Il programma va in onda sin dal 1986 su Rai 1, realizzato in collaborazione con il Tg1 che trasmette all’interno del contenitore alcune edizioni del telegiornale. La trasmissione va in onda dal lunedì al venerdì di prima mattina. Fra i conduttori storici si ricordano il giornalista Luca Giurato, presente in totale per dieci edizioni, e Livia Azzariti, volto femminile per dieci stagioni consecutive. La sigla è di Franco Godi su testo di Michele Guardì e Giorgio Calabrese.

Dal 1992 va in onda anche nei mesi estivi con il titolo di Unomattina Estate. Dal 2002 al 2004, nella stagione 2009-2010 e nell’estate 2011 andava in onda anche nei fine settimana con il titolo Unomattina Sabato e Domenica oppure Unomattina Weekend. Dal 2010, al posto della versione del week-end, va in onda Unomattina in famiglia, programma gestito da un’altra struttura. Sembrava certa la conferma di Massimiliano Ossini per la prossima stagione televisiva. Invece, con la presentazione Rai del nuovo palinsesto, lo show è comparso, ma senza un conduttore certo.

LEGGI ANCHE—> Bufera Amici, Raimondo Todaro “beccato” con la ballerina, il tradimento a Francesca Tocca sconvolge il web. Fan sotto choc

E’ evidente che il nome di Massimiliano Ossini non è ancora stato riconfermato, al contrario di quello che si pensava. Sulla questione è intervenuta Simona Sala, direttrice del genere intrattenimento del day time di Rai 1: “UnoMattina, lo stiamo studiando adesso. E’ l’unica rivoluzione che sta avvenendo su Rai 1. Quella fascia va ristrutturata. Sono conflitti di produzioni che si possono comunque sistemare”. A quanto pare, quindi, la trasmissione verrà completamente cambiata. Probabilmente un tentativo per migliorare gli ascolti, che quest’anno non sono stati dei migliori.

Difatti, UnoMattina di Massimiliano Ossini e Maria Soave ha spesso perso contro la concorrenza. E’ stato battuto sistematicamente prima di Mattino 5 di Federica Panicucci e Francesco Vecchi, poi da Morning News di Simona Branchetti. Un cambiamento risulta quindi necessario per dare nuova linfa vitale allo show. Nonostante questo, Simona Sala ci ha tenuto a ribadire la sua stima nei confronti del presentatore, la cui presenza non è stata messa in discussione per quello che riguarda Linea Bianca, l’altro programma Rai di cui detiene il timone. Ecco che ha detto la direttrice del daytime.

LEGGI ANCHE—> Bufera in Rai, Addio a Bianca Berlinguer, sostituita da una famosa collega Mediaset, Ecco chi è. Fan sotto choc

“Ne stiamo parlando con Massimiliano Ossini, che è straordinario in Linea Bianca. Con Massimiliano, stiamo lavorando benissimo in questo periodo, tra l’altro”. Insomma, la presenza del presentatore in Rai sembra non essere completamente a rischio. Semplicemente l’uomo funziona meglio con il tradizionale appuntamento con la montagna. Culture, realtà di imprese, curiosità, tradizioni per esplorare la montagna nei suoi molteplici aspetti.

All’interno di ogni puntata dello show, spazi dedicati all’alimentazione e all’agronomia curati da esperti del campo, integrati con racconti attinti dal folklore, i miti, le leggende della montagna. Commentate con noi le notizie sul gruppo ufficiale di Uomini e Donne di Maria de Filippi e seguici su Google News.

Massimiliano-Ossini Rai

L’articolo Bufera Rai, Ufficiale: Fatto fuori da UnoMattina, “Conflitti con la produzione, chi prende il suo posto” proviene da Più Donna – Notizie di Attualità, Gossip, Spettacolo e Tv.

Oroscopo Paolo Fox, 30 giugno: delusioni per i Leone. Grandi ispirazioni per gli Scorpione.

oroscopo-paolo-fox,-30-giugno:-delusioni-per-i-leone-grandi-ispirazioni-per-gli-scorpione.

Iniziamo il nostro appuntamento giornaliero degli Astri per anticiparvi l’Oroscopo di Paolo Fox di domani 30 giugno. L’astrologo romano Paolo Fox ci fornisce alcune utili anticipazioni circa i segni zodiacali più o meno fortunati del giorno.
Partiamo subito! Previsioni di domani:

Ariete, segno di fuoco, primo nello zodiaco, secondo l’oroscopo di Paolo Fox domani potresti sentirti ancora piuttosto agitato e confuso. Non lasciarti sopraffare dall’ansia di voler fare tutto e subito. Sii prudente. Entra anche tu nel mio nuovo gruppo Facebook delle stelle di Paolo Fox 

Toro, segno di terra, secondo nello zodiaco, domani dovrai fare chiarezza in famiglia perché qualcosa non va ed è meglio risolvere al più presto. Nel lavoro, invece, dovresti evitare di prendere decisioni frettolose, perché potresti scontrarti con qualcuno. Entra anche tu nel mio nuovo gruppo Facebook delle stelle di Paolo Fox 

Leggi anche: Oroscopo Paolo Fox, 29 giugno: amore in primo piano per i Gemelli. Agitazione per i Bilancia.

Gemelli, segno di aria, terzo nello zodiaco, domani partiranno tre giorni particolarmente intriganti dal punto di vista sentimentale. Per quanto riguarda l’aspetto economico, è opportuno far attenzione alle spese! Entra anche tu nel mio nuovo gruppo Facebook delle stelle di Paolo Fox 

Cancro, segno di acqua, quarto nello zodiaco, il mese di giugno terminerà con le giuste ispirazioni. Sentirai anche il bisogno di fare un po’ di pulizia nella tua vita: tenerti chi ti vuol bene e lascia andare le persone che non ti meritano. Entra anche tu nel mio nuovo gruppo Facebook delle stelle di Paolo Fox 

Leone, segno di fuoco, quinto nello zodiaco, domani potresti sentirti ancora deluso e amareggiato da chi ti ha mancato di rispetto. Occorrerà avere molta cautela. A luglio l’amore ritroverà più serenità. Entra anche tu nel mio nuovo gruppo Facebook delle stelle di Paolo Fox 

Vergine, segno di terra, sesto nello zodiaco, in te sta crescendo sempre più il bisogno di recuperare un po’ di tranquillità, di startene per i fatti tuoi. Prova a staccare la spina per qualche giorno e concentrarti solo tu stesso. Entra anche tu nel mio nuovo gruppo Facebook delle stelle di Paolo Fox 

Bilancia, segno di aria, settimo nello zodiaco, domani sarà un’altra giornata piena di agitazione. Cerca di essere molto cauto, soprattutto in amore. Sii prudente! Entra anche tu nel mio nuovo gruppo Facebook delle stelle di Paolo Fox 

Scorpione, segno di acqua, ottavo nello zodiaco, domani la Luna ti sarà ancora favorevole. È un buon momento per avviare nuovi progetti di lavoro, le ispirazioni non ti mancano di certo! Approfittane. Entra anche tu nel mio nuovo gruppo Facebook delle stelle di Paolo Fox

Sagittario, segno di fuoco, nono dello zodiaco, domani sarà ancora una giornata un po’ nervosa, poi da venerdì le cose miglioreranno di gran lunga. Approfitta del weekend favorevole per organizzare qualcosa di bello. Entra anche tu nel mio nuovo gruppo Facebook delle stelle di Paolo Fox

Capricorno, segno di terra, decimo nello zodiaco, domani potresti dover affrontare dei problemi di corsa. Anche se stai avendo alcuni problemi a lavoro, cerca di non trascurare troppo i sentimenti. L’amore avrebbe bisogno di più tranquillità e attenzioni. Entra anche tu nel mio nuovo gruppo Facebook delle stelle di Paolo Fox

Acquario, segno di aria, undicesimo nello zodiaco, domani si preannuncia una giornata intrigante per le relazioni. E’ possibile anche che qualcuno scoprirà di provare un interesse nei confronti di una persona appena conosciuta. Entra anche tu nel mio nuovo gruppo Facebook delle stelle di Paolo Fox

Pesci, segno di acqua, dodicesimo e ultimo nello zodiaco, domani sarà una giornata gratificante, a differenza della precedente. Il re dell’ oroscopo consiglia di non chiuderti in te stesso e di dare più attenzioni all’amore. Entra anche tu nel mio nuovo gruppo Facebook delle stelle di Paolo Fox

paolo fox

L’articolo Oroscopo Paolo Fox, 30 giugno: delusioni per i Leone. Grandi ispirazioni per gli Scorpione. proviene da Più Donna – Notizie di Attualità, Gossip, Spettacolo e Tv.

Addio ad Aldo Giovanni e Giacomo. Si sono separati. Aldo spara a zero sui due compagni, Cos’è successo

addio-ad-aldo-giovanni-e-giacomo-si-sono-separati.-aldo-spara-a-zero-sui-due-compagni,-cos’e-successo

Aldo Baglio gira un film senza Giovanni e Giacomo e subito i fans del trio comico si preoccupano di una rottura tra i tre. Eppure, solo nel 2020 hanno avuto successo con Odio l’estate, film diretto da Massimo Venier che racconta una storia di amicizia e sentimenti. Tre uomini decidono di trascorrere le vacanze estive in un’isola a largo delle coste italiche, ognuno insieme alla rispettiva famiglia. Non conoscendosi, scelgono la stessa meta estiva, la stessa spiaggia e si ritrovano anche ad affittare la stessa casa…tutti nello stesso periodo. Sono totalmente diversi l’uno dall’altro.

Questo è stato il decimo film che Aldo Giovanni e Giacomo hanno girato insieme e, come tutti gli altri, è piaciuto tantissimo ai fans del trio comico. Ma durante la pandemia Aldo Baglio ha deciso di dedicarsi a un nuovo progetto, che non ha previsto l’inclusione dei suoi due compagni d’avventura. L’attore ha spiegato di volersi distaccare un po’ da quello che è il suo lavoro di una vita. E’ comprensibile che dopo anni e anni passati sulla comicità, si voglia tentare una nuova strada. Anche una sfida per mettere alla prova se stesso e calarsi in un ruolo completamente differente da quelli antecedenti.

Aldo Giovanni e Giacomo, la separazione è definitiva?

Il film si intitola Una boccata d’aria ed è diretto da Alessio Lauria. Aldo Baglio interpreta Salvo che dopo essere venuto a conoscenza della morte del padre ritorna nella sua terra natia, la Sicilia. Il reale obiettivo dell’uomo è l’eredità, ovvero il casale di famiglia. Salvo vuole convincere il fratello Lillo a vendere la proprietà così da usare i soldi per salvare la sua pizzeria, prossima al fallimento. Ma convincere Lillo si rivela un compito davvero arduo e Salvo si ritroverà costretto a fare i conti con tutte quelle scelte che ha preso nel corso della sua vita. L’attore si ritroverà così in panni completamente inediti.

Il regista di Una boccata d’aria ha spiegato durante il Taormina film festival i motivi che hanno spingo Aldo Baglio lontano da Giovanni e Giacomo: “Aldo desiderava spostarsi leggermente dal tipo di comicità cui siamo abituati e per me era importante sfruttarlo non tanto come attore comico ma come attore di commedia, quindi lasciargli spazio in scene sentimentali. Fra me e lui c’è stata totale sintonia, perché volevamo entrambi la stessa cosa”. Ovviamente i motivi della separazione è stata tra le domande più gettonate, perché vedere l’attore da solo ha lasciato tutti senza parole.

LEGGI ANCHE—> Bufera Enzo Iacchetti, “Ha perso tutto, ha questa malattia. Perché non lo vedremo più in tv”. La Corvaglia svela tutto

Lo stesso Aldo Baglio ha confermato le parole dette da Alessio Lauria: “E’ bello cambiare gamma nel tempo. Questo film per me è davvero una boccata d’aria e le cose che mi porto dietro mi danno comunque sicurezza. Sono divertente, ma con diversi momenti amari. C’è molto di me. Il protagonista del film coglie l’occasione per fare pace con se stesso prima ancora che con gli altri”.

Che questa sia solo una reale boccata d’aria per l’attore, o che rappresenti davvero l’inizio di un percorso senza Giovanni e Giacomo? Intanto, per il momento possiamo stare tranquilli, perché a breve tornerà nelle sale un film che li vedrà di nuovo uniti: Il più bel giorno della mia vita. Continua a leggere altre notizie su Piudonna.it e dal tuo cellulare su FacebookInstagram e Google News.

L’articolo Addio ad Aldo Giovanni e Giacomo. Si sono separati. Aldo spara a zero sui due compagni, Cos’è successo proviene da Più Donna – Notizie di Attualità, Gossip, Spettacolo e Tv.

La giardiniera di Benedetta, la conserva di verdure fresche, genuina e coloratissima

la-giardiniera-di-benedetta,-la-conserva-di-verdure-fresche,-genuina-e-coloratissima

La giardiniera è un classico antipasto piemontese in agrodolce, composto di ortaggi spezzettati, lessati in acqua ed aceto ed utilizzati come contorno; un metodo antico per conservare verdure dei mesi estivi, per consumarle durante l’inverno, lucide e saporite.

Si prepara in estate, quando troviamo gli ortaggi nel massimo della loro freschezza e sapore. Si utilizzano generalmente carote, sedano, cimette di cavolfiore, cipolline, peperoni e cetriolini, ed altri ortaggi a piacere, di tipologia e dosi variabili, con aggiunta di aromi o diverse modalità di esecuzione secondo tradizioni regionali, locali o famigliari.

Una preparazione ricca e saporita, che raccoglie tutta la bontà ed i profumi degli ortaggi, un contorno squisito, genuino e con un bellissimo effetto cromatico che ricorderà l’estate. Ottima da aggiungere alle insalate fresche, ad un’insalata di riso o insalata russa, per creare tartine e farcire panini, o come antipasto da servire con formaggi e salumi.

ll vantaggio di farla a casa è quello di scegliere la varietà di ortaggi preferiti creando un mix di ingredienti in proporzioni a piacere, verificandone la qualità, aggiungendo quelle provenienti dal nostro orto.

In questa ricetta sono stati utilizzati 3 kg di ortaggi misti, abbiamo scelto: carote, peperoni, cimette di cavolfiore, fagiolini, sedano, cipolline, altre volte abbiamo aggiunto pezzi di cipolle rosse e pomodori verdi (acerbi).

L’aggiunta di aceto è importantissima, oltre per il gusto agrodolce, per prevenire la formazione di batteri, conservare e mantenere perfette le verdure nella qualità e nel colore. La quantità di sale, necessario per la conservazione, varia secondo diverse ricette, noi abbiamo utilizzato quella indicata da Benedetta.

Vediamo come si prepara!

Giardiniera di Benedetta Rossi

Giardiniera

Ingredienti per 6 vasetti da 500 g

  • 3 kg di verdure miste pesate già lavate e pulite (carote, peperoni rossi, cimette di cavolfiore, fagiolini, sedano, cipolline, ed altro a piacere)
  • 1 litro di vino bianco
  • 1 litro di aceto di vino bianco
  • 200 g sale di fino
  • 200 g di zucchero
  • 200 ml olio d’oliva

Procedimento della giardiniera di Benedetta

Come sterilizzare i vasetti Per sterilizzare i vasetti prima dell’uso occorre farli bollire in acqua per almeno 15 minuti, e negli ultimi 5 minuti aggiungere anche i coperchi, quindi lasciarli raffreddare completamente a testa in giù sopra un canovaccio pulito.

Pulite e tagliate a pezzi le verdure, per un totale di 3 kg; in una pentola versato l’aceto ed il vino, aggiungete lo zucchero, il sale e l’olio,
mettete sul fuoco e, quando il liquido bolle, aggiungete le verdure in base alla consistenza, iniziando da quelle che richiedono una cottura più lunga: carote, sedano, fagiolini, cavolfiore, dopo due minuti le verdure più tenere: zucchine, peperoni e cipolline.

Quando tutte le verdure saranno in pentola, mescolate, lasciando cuocere per 3-5 minuti: la giardiniera in agrodolce è pronta, le verdure saranno cotte, mantenendo una consistenza croccante.

Versate nei vasetti di vetro, già sterilizzati, le verdure con il loro liquido, ancora bollenti, chiudeteli bene e metteteli capovolti per formare il sottovuoto; lasciateli raffreddare completamente, e mettete un’etichetta con la data di produzione: iniziare a consumarla dopo circa in mese, in modo che le verdure abbiano assorbito i sapori. Si conserveranno in dispensa per circa un anno in dispensa.

Una volta aperta, la giardiniera va conservata in frigorifero e consumata entro una settimana. Per una corretta preparazione delle conserve fatte in casa rimandiamo alle linee guida del Ministero della Salute. Si tratta di un elenco di regole di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e sul trattamento degli ingredienti, pastorizzazione e conservazione, in modo da non incorrere in rischi per la salute.

Giardiniera

ricette dal blog Caos&Cucina 

Continua a leggere Piuricette.it e iscriviti al gruppo Facebook Masterchef ricette e trucchi degli chef
e metti un like alla pagina Facebook    di PiuRicette.it

L’articolo La giardiniera di Benedetta, la conserva di verdure fresche, genuina e coloratissima proviene da Più Ricette – Blog di cucina con ricette facili e veloci.

Frittura di calamari al microonde in 7 minuti: più buoni e croccanti dei classici. Il trucco? Ecco cosa fare prima di infarinarli

frittura-di-calamari-al-microonde-in-7-minuti:-piu-buoni-e-croccanti-dei-classici.-il-trucco?-ecco-cosa-fare-prima-di-infarinarli

Frittura di calamari al microonde in 7 minuti: più buoni e croccanti dei classici. Il trucco? Ecco cosa fare prima di infarinarli.Anelli di calamari fritti: croccantissimi e buoni. Tutti i trucchi dello chef per una frittura perfetta. Il solo scriverlo agevola la salivazione e permette alla nostra fantasia di assaporarli con la sola mente. Di certo non è il massimo se dopo averli cotti bisogna pulire tutta la cucina a causa degli schizzi di olio, ma la fatica è ben ripagata dall’ottimo sapore di questo piatto. Ma vabbè, procediamo a svelare i segreti.

Calamari fritti in microonde e in padella

Ingredienti

La ricetta è per quattro persone di buon appetito, le quantità sono sicuramente soggettive, ma è ovvio che più grande è la passione per questo piatto, maggiori saranno le quantità

per quattro persone

  • 1 kilo di calamari o totani grandi o medi. Ci sono diverse pezzature, ma sconsigliamo i piccoli. Poco consistenti nella masticazione.
  • Farina di tipo 00
  • Farina di semola
  • Olio di semi di arachidi ( importante che sia di arachidi)
  • sale
  • Pepe ( dipende dal gusto)
  • Limone ( anche se in molte località di mare lo sconsigliano, ma dipende sempre dal gusto)

Preparazione

Per prima cosa pulire i calamari. Se il vostro pescivendolo ve li dà già belli e fatti meglio. Eviterete, se non siete pratici, di fare danni ( magari nei prossimi articoli vi spiegheremo come si puliscono).

Se li cucinate a cena sciacquateli  e con un panno o della carta assorbente ( c’è chi usa il phon) asciugateli verso le 17, in modo tale che per tre o quattro ore riposeranno nel frigorifero e si seccheranno un po’ di più. E’ importante che restino asciutti prima della cottura.

Secondo step (  l’infarinatura diversa dai calamari fritti in microonde)

Tirateli fuori dal frigo e con un panno o carta forno asciugateli bene bene. A questo punto prendete una ciotola, mettete dentro sia la farina di tipo 00 sia quella di semola. E’ importante che sia abbondante. Prendete una prima manciata di calamari e la intingete nella farina mista.

Terzo step ( la cottura)

E’ necessario prendere un pentolino profondo o una Wok. Sconsigliamo una padella dato che gli stessi calamari non affonderanno del tutto. La cottura non sarà del tutto omogenea e meno asciutta dato che l’alimento comincerà ad assorbire olio in maniera poco uniforme. L’olio deve essere di semi di arachidi. L’olio di oliva lo sconsigliamo.

E’ sicuramente più salubre, ma renderà più pesante, a livello di gusto, la pietanza. Fate scaldare a 170 gradi l’olio. Se non avete un termometro dopo qualche minuto buttateci dentro uno spaghetto, se comincia a “bollire” allora è pronto. Andiamo giù con i calamari. Non consigliamo di buttarne troppi. La prima frittura non sarà mai ottima. Siete sempre a casa. Quando tutto sarà andato a regime, allora dateci dentro.

Quarto step ( il momento di assaggiare)

Cominciate a prendere i calamari cotti. Per cuocerli, dipende sempre dalla pezzatura, non ci vuole chi lo sa cosa, appena li vedete abbronzati ( giallo deciso, non marroni, né bianchi) allora metteteli in una ciotola coperta con della carta assorbente. Fate riposare poco altrimenti vi ustionate le labbra, il palato e la lingua, salate e nel caso “limonate”. E buon appetito.

Cottura della frittura di calamari in microonde

Diciamo che oltre alla cottura nella friggitrice o nell’olio in padella ci sarebbe anche un modo diverso, ovvero in microonde. In questo caso i calamari vanno unti con dell’olio ( magari spray) prima di infarinarli. La stessa panatura si attaccherà meglio. Ovviamente la quantità la dovreste scegliere voi, non farli gocciolare, ma passare un po’ di olio e mescolare.

L’olio andrà inoltre anche sul piatto crispy dello stesso microonde. La funzione la dovreste scegliere voi, anche se vi conviene più che altro fare dei tentativi in base al vostro microonde. Noi abbiamo cotto 200 gr di totani in 12 minuti in funzionalità “crispy”. Alcuni hanno la funzione “slim fry”, altri invece sono impostati per la cottura delle patatine fritte. Continua a leggere Piuricette.it e iscriviti al gruppo Facebook Masterchef ricette e trucchi degli chef

 

L’articolo Frittura di calamari al microonde in 7 minuti: più buoni e croccanti dei classici. Il trucco? Ecco cosa fare prima di infarinarli proviene da Più Ricette – Blog di cucina con ricette facili e veloci.

Crostata Caprese di pasta sfoglia, freschissima e pronta in pochissimi minuti

crostata-caprese-di-pasta-sfoglia,-freschissima-e-pronta-in-pochissimi-minuti

Crostata Caprese di pasta sfoglia, freschissima e pronta in pochissimi minuti. Un piatto fresco e buonissimo pronto in pochi minuti e con pochi ingredienti soprattutto.

Ingredienti della crostata caprese di pasta sfoglia

  • 1 rotolopasta sfoglia rotonda
  • 10 pomodorini (pachino o piccadilly)
  • 200 g mozzarelle (ciliegina o a fette )
  • 80 g speck ( o prosciutto cotto o crudo)
  • q.b.rucola
  • olio di oliva
  • origano
  • pesto
  • q.b.sale fino

Preparazione della nostra crostata

Per questa ricetta la prima cosa da fare sarà quella di prendere il nostro disco di pasta sfoglia e toglierlo dal frigo, aspettare qualche minuto e cominciare a srotolarlo ( non è importate se sia rettangolare o tondo). Arrotolate i bordi di poco: formeremo così un piccolo cornicione che potrà quindi contenere meglio la farcitura, proprio come se fosse una pizza.

Con una forchetta bucherelliamo in modo tale che in forno si cominci a gonfiarsi. Inseriamolo nel forno preriscaldato a 200 gradi ventilato e facciamo cuocere per 15 minuti. State attenti a che non bruci, ogni forno è diverso dall’altro.

Una volta cotta toglietela da forno e facciamola raffreddare e trasferiamola su di un vassoio. Dovrà risultare fredda, non tiepida, altrimenti gli ingredienti potranno cuocersi. Una volta presi i nostri ingredienti cominciamo a tagliare i pomodorini in due parti e li inseriamo in una ciotola, facciamo la stessa cosa con i bocconcini di mozzarella, l’origano. Aggiungiamo giusto un filo d’olio se volete e il sale.

Una volta che la pasta sfoglia si sarà raffreddata stendiamo il nostro pesto sulla base, senza eccedere. Spalmiamo bene.  questo punto possiamo cominciare a mettere i bocconcini di mozzarella e il pomodoro. Se gradite un altro filo d’olio e il piatto sarà pronto. Ovviamente se volete potete anche disporre la mozzarella e i pomodorini senza condirli. Continua a leggere Piuricette.it e iscriviti al gruppo Facebook Masterchef ricette e trucchi degli chef e metti un like alla pagina Facebook    di PiuRicette.it

 

L’articolo Crostata Caprese di pasta sfoglia, freschissima e pronta in pochissimi minuti proviene da Più Ricette – Blog di cucina con ricette facili e veloci.