Tag: COPPIA

Frosinone, vanno a viveve all’estero con la pensione sociale: denunciati marito e moglie

Una coppia di coniugi italiani residente nel frusinate, di 73 e 72 anni, sono tra le persone coinvolte nell’indagine solta dalla guardia di Finanza che ha indagato e scoperto un sistema di percezione indebita dell’assegno sociale dell’Inps. In tutto sono state 370 le persone denunciate perché percepivano il sostegno economico risiedendo, però, all’estero.

La coppia di anziani ciociari, dopo il trasferimento definitivo all’estero, ha continuato a percepire l’assegno sociale per complessivi 55mila euro. Una donna di 75 anni, di origine polacca, fittiziamente residente nella provincia di Frosinone, in accordo con un italiano, suo ex datore di lavoro, ha potuto beneficiare illegittimamente di 50mila euro, elargiti a suo favore dall’ente su un conto corrente cointestato con il complice e movimentati verso l’estero tramite il sistema dei «money transfer».

Russia, arrestata coppia di cannibali: avrebbero rapito e divorato 30 persone

(Foto Ansa)
Un uomo e una donna sono stati arrestati dalla polizia nella regione di Krasnodar, in Russia, con il sospetto di aver rapito, ucciso e divorato fino a 30 persone. Lo riportano i media russi. Al momento le forze dell’ordine sono riusciti a identificare “solo” sette vittime. La coppia – stando a Mir24 – ha ammesso che le parti umane rinvenute nel frigorifero del loro appartamento erano destinate a un «consumo successivo». La coppia potrebbe aver cominciato nel 1999.

L’uomo è stato arrestato all’inizio di settembre, dopo il ritrovamento di alcuni resti umani all’interno di un secchio, in un dormitorio militare. Il sospettato si sarebbe scattato alcuni selfie con i resti di una delle vittime. È grazie a quelle foto che è stato poi identificato. Dopo aver negato tutto, l’uomo ha confessato due omicidi, come riportato da Ria Novosti. La donna fermata è sua moglie. Secondo alcuni media russi, lavorava come infermiera in un istituto militare, lo stesso dove sono stati ritrovati i resti da cui è partita l’indagine. Gli inquirenti, intanto, «stanno vagliando tutte le ipotesi».