Tag: incidente

Montesilvano incidente in moto: Gravi due ragazzi di collecorvino.

Video

Video Moto Scooter incidente via vestina oggi

E successo questa sera intorno alle 18.30 due ragazzi di Colle Cervino 18 anni circa percorrevano LA VIA VESTINA MONTESIVLANO a bordo di uno scooter 50 , stando a quando raccontato da alcuni testimoni, una panda di colore bianco guidata da una signora di 40 anni circa , nel copiere la manovra di retromarcia a colpito in pieno i due ragazzi, uno dei due ragazzi è rimasto gravemente ferito con perdita di sangue dalla carotide. Il caso a voluto che una ambulanza si è trovata nei pressi dell’incidente, in brevissimo tempo sono arrivate altri soccorsi per assistere i due. I genitori di entrambi sono stati prontamente avvertiti dal pronto soccorso dell’ospedale. Attualmente la prognosi è ancora riservata.

Roma: Tragedia sull’Appia Vecchia, Un auto si schianta : muore ragazza di 25 anni

3355912_DSCN7688.jpgTragedia all’alba in via Appia Vecchia, al confine con il comune di Lanuvio: una ragazza di 24 anni, J.P, ha perso la vita in un incidente stradale. La Alfa Giulietta guidata dalla giovane si è scontrata contro un camion che trasportava frutta e verdura guidato da un 52enne. Lo scontro è avvenuto all’uscita di una curva, davanti a un supermercato. La strada era molto scivolosa a causa della forte umidità e la giovane, secondo una prima ricostruzione delle forze dell’ordine, ha perso il controllo mentre si dirigeva in direzione Lanuvio dove abitava, scontrandosi contro il camion che procedeva verso Genzano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La ragazza è stata estratta dalle lamiere  dai primi soccorritori del 118 ed è deceduta all’ospedale i Velletri poco dopo il suo arrivo al pronto soccorso .Sul posto la polizia stradale di Albano per i rilievi: la strada è chiusa in entrambi i sensi, sul posto volanti dei commissariati di Genzano e Velletri che hanno deviato  il traffico su via Appia Nuova.
(Foto Luciano Sciurba)

Maxi incidente sull’A24, tredici persone ferite: tre sono gravi. Autostrada chiusa

Nello schianto all’altezza dello svincolo di Castel Madama, in direzione L’Aquila, coinvolti un autoarticolato, undici auto e una moto

151001003-2c29702a-d8d3-41f4-8487-3f025c851476.jpg

Grande incidente sull’autostrada A24, all’altezza dello svincolo di Castel Madama, in direzione L’Aquila. Sono almeno undici, fanno sapere i vigili del fuoco, le automobili coinvolte, più una moto e un autoarticolato. Sono 13 i feriti, di cui tre in codice rosso: due di questi, insieme a un neonato, sono stati trasportati in ospedale con l’eliambulanza. L’autostrada è al momento chiusa in direzione Teramo.

 

Roma, si scontra con moto contro furgone: ventenne muore davanti al padre

Gravissimo incidente stradale in via Casilina, all’altezza di Ponte della Catena. Una moto, guidata da un ragazzo di  vent’anni, è venuta a contatto con un furgone. Lo schianto è stato molto violento. Il ragazzo, Stefano Cocoi, è stato trasportato al Policlinico di Tor Vergata, in codice rosso. Le sue condizioni sono apparse da subito gravissime: poche ore dopo, il ventenne è deceduto.

Al momento dell’incidente, il padre del ragazzo era subito dietro al figlio su un’altra moto e ha assistito alla terribile scena.

Per i rilievi sono intervenuti gli agenti della polizia di Roma Capitale.

Incidenti stradali: ecco le vie di Genova più a rischio

Incidenti stradali: ecco le vie di Genova più a rischio Osservatorio prefettura: al via sopralluoghi per renderle sicure (ANSA) – GENOVA, 13 OTT – Da levante a ponente, dalla Valpolcevera alla Valbisagno e al centro città. La mappa delle strade più pericolose è stata ufficializzata in prefettura nel corso della riunione dell’Osservatorio dell’Incidentalità svolta in prefettura e a cui hanno preso parta polizia stradale, polizia municipale, regione Liguria, Istat e Aci.
In base agli incidenti degli ultimi anni le strade a rischio sono queste. Per il Levante, corso Europa, Gastaldi e via Tolemaide, via Righetti e via Gobetti. In Valbisagno Lungobisagno D’Istria e Dalmazia, corso Sardegna. In centro città, corso Saffi, via Gramsci, viale Brigate Partigiane. Nel Medio ponente e Val Polcevera, via Cantore, via Fillak e lungomare Canepa. Nell’estremo ponente via Prà e lungomare di Pegli. In queste vie dalla prossima settimana saranno svolti sopralluoghi per trovare rimedi per renderle più sicure: segnali che avvertono del pericolo o invitano a diminuire la velocità, telecamere, interventi strutturali per addolcire una  curva o sostituire guard rail o l’impianto d’illuminazione.

L’Osservatorio sull’incidentalità stradale parte dai dati forniti dal Crmais (il Centro Regionale di Monitoraggio ed Analisi Incidenti Stradali) e l’escalation di incidenti mortali, a quota 16 a Genova nel 2017. Nel 2016 erano stati solo 15, ma dalla sezione infortunistica della polizia municipale sottolineano che la media dei decessi degli altri anni si è attestata sempre fra i 20 e i 25 morti.

Pesaro, investito e ucciso sulla Statale. Camminava al buio La vittima 83 anni di Pesaro, era sul ciglio della strada in località Fosso Sejore

Pesaro, incidente mortale sulla statale Adriatica. Le foto

Pesaro, 11 ottobre 2017 – Stava attraversando la strada quando è stato improvvisamente investito da una automobile che stava procedendo in direzione Fano. E’ morto così Antonio Ippoliti, 83 anni di Pesaro, travolto nella notte lungo la Strada Statale Adriatica che in quel tratto ha una visibilità molto scarsa (FOTO).

download (1).jpgL’incidente è accaduto attorno alle 20,30 di ieri sera. Secondo una prima ricostruzione dei fatti l’uomo stava camminando lungo la strada Statale, forse con l’intenzione di attraversarla e di portarsi nell’altro lato della carreggiata. Proprio in quel momento stava sopraggiungendo una Peugeot nera che non l’ha visto e che lo ha colpito a morte.

L’impatto è stato tremendo. L’uomo è stato urtato dall’auto che lo ha colpito in pieno nella parte anteriore, nel lato del guidatore, imbarcandolo e scaraventandolo a diversi metri di distanza nell’altro lato della carreggiata. Proprio per questo anche il vetro anteriore della Peugeot è andato in frantumi. L’incidente è subito apparso gravissimo. A dare l’allarme sono stati alcuni automobilisti che hanno capito la drammaticità dell’accaduto. Hanno visto il corpo dell’uomo a terra. Hanno avvisato l’ambulanza.

Poco dopo un mezzo del 118 era sul posto, ma i soccorsi sono purtroppo stati vani per le gravissime ferite riportate dalla persona investita. Sul posto è intervenuta la Polizia municipale per gli accertamenti di legge, assieme ai vigili del fuoco e a una pattuglia dei carabinieri che ha aiutato a regolare il traffico che è rimasto a lungo bloccato nelle due direzioni di marcia, provocando lunghe code.

L’incidente è accaduto duecento metri dopo il ristorante Gazebo, in direzione Fano, in località Fosso Sejore. In quel tratto la strada è completamente buia. Non c’è nemmeno il riflesso dei lampioni della pista ciclabile, che corre all’interno della spiaggia.

d.e.

Si rovesciano con l’auto: tre giovani feriti

La più grave è una 19enne di Celano, ricoverata nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila

01-WEB.jpgELANO. Perde il controllo dell’auto, una Fiat Punto, e si cappotta finendo la sua corsa dentro una scarpata. L’incidente è accaduto la notte tra mercoledì e giovedì tra mezzanotte e mezza e l’una, sulla Tiburtina Valeria, nel territorio di Celano. Coinvolti nell’incidente tre ragazzi: J.C., che era alla guida, di 21 anni , O.A.M. di 19, un ragazzo e una ragazza entrambi di Aielli, e una giovane di Celano, M.M. (19). Ad avere la peggio è stata la ragazza celanese, la quale è stata trasferita nel reparto di neurochirurgia del San Salvatore dell’Aquila, dove è tenuta in osservazione mentre la sua prognosi rimane riservata. Appena dopo l’incidente, si sono fermati alcuni automobilisti, per soccorrere i tre e dare l’allarme.
Sul posto sono arrivati i carabinieri della stazione di Pescina e quelli di Celano. Ancora non è chiara la dinamica dell’incidente e i militari hanno eseguito i rilievi del caso e ora stanno ascoltando eventuali testimoni, che potrebbero dare informazioni importanti su come sia avvenuto l’incidente.
Sono intervenuti anche mezzi e personale medico di soccorso del 118, i giovani sono stati trasportati prima all’ospedale di Avezzano e subito dopo trasferiti a quello dell’Aquila.
Le loro condizioni sono state considerate serie, ma nessuno fortunatamente corre pericolo di vita. La notizia dell’incidente si è diffusa subito sia a Celano che ad Aielli dove i ragazzi sono molto conosciuti. Due comunità rimaste con il fiato sospeso.
Si tratta di giovani con la testa sulle spalle, così vengono descritti da tutti, reduci da una cena. Le cause dell’incidente, su cui come detto sono in corso accertamenti, non sono ancora state chiarite, ma nei prossimi giorni sarà possibile avere un quadro più definito della dinamica dello schianto.

Incidente choc sull’A1, scontro tra camion, cisterna e tre auto: 2 morti e tre feriti gravi

Due morti e tre codici rossi è il bilancio dell’incidente stradale avvenuto poco prima delle 12.30 sull’autostrada Roma Napoli nel tratto compreso tra i Caselli di Pontecorvo e Cassino. Due le vittime, mentre altre tre persone sono in gravi condizioni. L’incidente ha visto coinvolti un carroatrezzi, una cisterna e 3 auto.

Rocca San Giovanni, cade con il trattore in un fossato e muore

Vittima dell’incidente un agricoltore di 77 anni che con il suo gommato stava tagliando l’erba sui suoi terreni. Non si esclude il malore

Foto di repertorio incidente agricolo mortale

Foto di repertorio incidente agricolo mortale

ROCCA SAN GIOVANNI. Incidente agricolo mortale nel pomeriggio a Rocca San Giovanni, in provincia di Chieti, in località Santa Calcagna. La vittima è Giuseppe Ucci, 77 anni, impegnato in lavori agricoli per la pulizia dell’erba. Mentre era alla guida di un trattore gommato che montava nella parte posteriore un trinciaerba, il mezzo si è capovolto ed è finito in un fossato di un’altezza di circa 5 metri. Nel momento in cui il mezzo si è rovesciato l’uomo è caduto a terra. Non si esclude che alla base dell’incidente possa esserci stato un malore dell’uomo. Sul posto i carabinieri della Compagnia di Ortona, i Vigili del fuoco di Lanciano, un’ambulanza e l’elicottero del 118 i cui sanitari hanno constatato l’avvenuto decesso sul posto.