Tag: INTERVISTA

Disegno, arte e make-up: a tu per tu con Julia Diehl

Di dove sei e da quanto tempo vivi alle Isole Canarie?

Sono tedesca ma vivo qua nel paradiso da 7 anni.

Ti piace Las Palmas?

Molto! Adoro la combinazione tra la spiaggia e la città dove puoi essere produttiva.

Di che ti occupi?

Da alcuni anni sono autonoma e lavoro come artista e makeup artist.

Qual’è la tua più grande passione?

Chiaramente l’arte! Mi è sempre piaciuto dipingere anche se avevo altri lavori nei anni passati, il mio sogno sempre era poter lavorare come artista!


La tua attività principale in questo periodo è…

Con la situazione del covid si è fermato quasi tutto qua sulle Isole Canarie. Quindi mi dedico più all’arte digitale, faccio illustrazioni per libri, riviste e creo logo per compagnie e autonomi. Quando non basta quello faccio altri lavori come traduzioni, lavori di cucito, ecc.

Sogni nel cassetto.

Il mio sogno è poter lavorare ogni giorno dipingendo, senza necessità di fare altri lavori per mantenermi. Credo che occorrerà ancora un po’ di tempo vedendo la situazione economica attuale della maggior parte delle persone.

Contatti

E-Mail:

jue8@gmx.de

Instagram:

https://instagram.com/k_a_r_m_a_._a_r_t?igshid=129ctudbixmxg

Chi è Danila Colombo? età, vita privata, biografia moda e molto altro

0cd0349a-d3d4-4561-9afe-f72f3caf5852Facendo un piccolo bilancio della tua vita cosa ne verrebbe fuori?

Dal bilancio della mia vita ne esce che le esperienze e il vissuto positive e negative mi hanno portato a essere la Donna che sono adesso.Il bilancio finale sarà solo quando la mia vita terminerà,xk x me vivere significa imparare cose nuove ,non fermarsi,avere sete di conoscenza e di vita…il mio bilancio è e sarà in continua evoluzione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Parlaci dell’amore: cosa rappresenta nella tua vita?

Per me Amare è molto importante, l’amore deve essere prima di tutto per se stessi se si vuole che anche gli altri ti amino.Esistono varie forme di Amore sia umano che materiale, tutto questo ti porta a emozioni e sensazioni diverse legate solo da cio che sente il cuore e che ti fa star bene.Ma l’amore eterno, incontenibile e non misurabile per me è per mi figlio

Artisticamente, qual è la modella a cui vorresti somigliare?

Le modelle che hanno accompagnato e fatto sognare nella mia vita sono quelle che appartengono ai tempi della mi adolescenza …Cindy Crawford,ma la mia icona resta la Pantera Nera Naomi Campbell

Puoi dirci a cosa stai lavorando adesso?

A cosa sto lavorando:svolgo un lavoro giornaliero in azienda e sono Manager quality ,sono anche un libero professionista della salute e del benessere Herbalife, e settimanalmente faccio servizi fotografici,ho in progetto un ruolo come attrice in un film che si girerà a ottobre,ho girato della parti in alcuni cortometraggi in fase di essere terminato a causa Covid, progetti vari film e produzioni tutti da valutare a Milano come Roma,Genova,a settembre un servizio fotografico x una galleria d’arte fotografica  .E vari progetti molto belli,particolari in corso

COME  sei nella vita privata?

Nella vita privata sono sempre molto iperattiva,mi dedico a mio figlio ,alle amicizie vere.Sono molto e forse troppo sincera e rispettosa,ma pazza e folle ,mi diverto e sorrido con poco,amo stare anche da sola ,leale con le persone,odio le bugie e tutto ciò lo sono nel privato come nel professionale

WhatsApp Image 2020-08-10 at 09.28.25

Cosa vorresti che le persone capissero di te?

Non mi interessa che le persone mi capiscano,vorrei solo che mi vedessero x come sono veramente e non x come loro vorrebbero che io fossi

Quali sono i ricordi della tua infanzia a cui particolarmente sei legata?

I ricordi dell’ mia infanzia sono legati a tutti i momenti di tradizione in famiglia,alle cene e alle feste che organizzavano i miei genitori,alle bellissime vacanze,ma soprattutto alle tradizioni che mi piace tramandare.Ogni momento della vita è un ricordo, indipendentemente che sia positivo,negativo,bello o sofferente.I ricordi  della vita mi hanno reso quella che sono adesso

Sei favorevole e contraria alla chirurgia platica?

Sono favorevole alla chirurgia plastica senza eccedere….come si suol dire” il troppo stroppia”

WhatsApp Image 2020-08-10 at 09.28.25 (2)

 Ci sono persone che ti hanno aiutato in momenti difficili?

Si ci sono persone che mi hanno aiutato nei momenti difficili ascoltandomi e standomi accanto,i miei genitori sono  ancora adesso il mio punto di riferimento ,mio figlio è il mio aiuto spirituale nell’affrontare la vita e superare ogni momento ma l’aiuto maggiore è darselo da sola

 

Un tuo sogno nel cassetto?

I miei sogni? Ho tanti sogni….desidero vedere un domani mio figlio diventare un uomo realizzato, poter fare lavorativamente ciò più amo,che mi diverte,di cui ci metto la passione e la professionalità, ciò che sento che mi appartiene da tutta una vita.Poter dedicarmi esclusivamente lavorando nella moda ,nel cinema spettacolo e occuparmi anche della salute e del benessere fisico delle persone come già faccio adesso anche se è un secondo e terzo lavoro.

Ecco chi è Manuela Sorio: misteriosa che piace al web

city_milanofacendo un piccolo bilancio della tua vita cosa ne verrebbe fuori?Facendo un bilancio della mia vita, sicuramente equilibrata ,sana e amorevole.
Parlaci dell’amore: cosa rappresenta nella tua vita?

Se dovessi parlare d’amore? Per me rappresenta il cuore ,l’anima pura..L’amore del proprio partner , di un figlio o di un genitore tutto ciò che ci circonda.

Artisticamente, qual è la modella a cui vorresti somigliare?
Le modelle che ammiro di più? Quasi vicina nel voler assomigliare a Monica Bellucci o Sofia Loren.
Puoi dirci a cosa stai lavorando adesso?Al momento sto lavorando ad un progetto per uno shooting importante fotografico.
Com’è Lia nella vita privata? Il Lia nella mia vita privata è tranquillo.
Cosa vorresti che le persone capissero di te? Ci tengo con il cuore che il pubblico comprendesse l’anima che ho dentro di me ,il mio essere donna,la mia sensualità e il mio potere interiore ed esteriore.

Quali sono i ricordi della tua infanzia a cui particolarmente sei legata?Uno dei ricordi che non scorderò mai della mia infanzia,gli abbracci di mia madre e di mio padre.
Sei favorevole e contraria alla chirurgia platica?Contraria alla chirurgia plastica.

Ci sono persone che ti hanno aiutato in momenti difficili?Poche persone mi hanno aiutato nei momenti difficili,ho sempre aiutato io personalmente chi volevo bene.
Un tuo sogno nel cassetto?Sono una donna con molti sogni nel cassetto.

 

Chi è Lady Demonique? tutte le vite segrete dell’artista del momento

city_milano_Lady DemoniqueFacendo un piccolo bilancio della tua vita cosa ne verrebbe fuori?

Oggi sono in una fase creativa e produttiva. Vivo nel mondo bdsm da quasi una decina d’anni, ho ripreso a studiare, sono iscritta a Scienze del Turismo e dovrei laurearmi a marzo 2021. Mi sono sempre dedicata al mondo artistico tra set fotografici (che facevo molto di più in passato), spettacoli nei locali dark e fetish, produzione di video fetish e bdsm… Sono una persona in continua evoluzione, mai banale. Ho tanti progetti che sto portando avanti

Lady Demonique (5)

Parlaci dell’amore: cosa rappresenta nella tua vita?

Non parlo quasi mai di questo argomento… Una bella domanda che meriterebbe una risposta molto lunga, ma posso sintetizzare… Io credo nell’amore eterno, sono una persona positiva e che crede ancora che si possa stare per sempre con una persona, ovviamente ci devono essere i presupposti. Sono una persona un po’ eccentrica e solo una persona intelligente e con pochi pregiudizi può stare con me, ad oggi sto con una persona che approva il mio lavoro e che mi supporta.

Artisticamente, qual è la modella a cui vorresti somigliare?

Ho fatto la fotomodella, ogni tanto accetto qualche lavoro come tale, ma non mi sono mai ispirata a nessuna. Sinceramente sono me stessa al 100% e h24, ho una personalità molto forte e originale, quindi non ritengo di aver bisogno di modelli, almeno per quanto riguarda l’estetica.

Lady Demonique  immagine
Lady Demonique

Puoi dirci a cosa stai lavorando adesso?

In questo periodo di quarantena le uniche news che posso rivelare sono che sto scrivendo un libro, anche se non è facile, perché per produrre qualcosa che abbia senso, bisognerebbe essere un po’ spensierati… Del resto continuo a produrre video fetish di dominazione mentale, ipnosi erotica, dominazione finanziaria… Ho iniziato una nuova serie trash e comica di cucina, che potete vedere sul mio canale youtube, si intitola MISTRESS CHEF.

Come  sei nella vita privata?

Esattamente come sono sempre, non ho un personaggio o un ruolo, sono sempre solare, positiva, sempre con la battuta pronta, decisa, alle volte un po’ persa tra i miei pensieri.

Lady Demonique foto vestita

Cosa vorresti che le persone capissero di te?

In realtà ciò che sono è proprio frutto del pensiero “Non mi importa cosa pensa la gente”.Diciamo che non mi preoccupano i giudizi negativi, anzi mi piace provocare con foto o post polemici, mi piace semplicemente vedere cosa si può scatenare nelle persone scrivendo cose politicamente scorrette.In definitiva non vorrei capissero nulla di me, dato che non ci ho capito nemmeno io abbastanza di me stessa, vorrei far passar il messaggio che Volere è Potere e che ogni cosa può essere raggiunta impegnandosi e di fregarsene dei giudizi altrui, sempre con spirito critico essendo consci dei propri limiti, e per limiti intendo “Ho quarant’anni e voglio fare l’architetto e magari non si sa nulla di matematica”, tutto il resto, che non prevede studi complessi penso possa essere raggiungibile a qualsiasi età.

Quali sono i ricordi della tua infanzia a cui particolarmente sei legata?

Mio padre penso sperasse mi trasformassi in un maschietto, quindi ricordo che guardavo le partite di calcio, mi piaceva e mi piace tuttora.

Sei favorevole o contraria alla chirurgia plastica?

Sono favorevole. Ho il seno rifatto e appena deciderò esattamente come voglio modificarmi lo farò sicuramente. Certo c’è chi ne abusa e rischia la vita, ma penso che migliorarsi sia positivo, ci si migliora a livello intellettuale, dal punto di vista dell’alimentazione e del fitness, perché non farlo anche dal punto di vista estetico?!

 Ci sono persone che ti hanno aiutato in momenti difficili?

Sono una persona che non esterna molto quando si tratta di “momenti difficili”, qualche preoccupazione in passato l’ho avuta, qualche momento di crisi, ma le persone che ne vengono a conoscenza sono pochissime.

Un tuo sogno nel cassetto?

Ho diversi progetti a cui sto lavorando che sicuramente mi porteranno ad essere una Business Woman di successo.

Chi è Vanshika Ramkallawon? tutto quello che c’è da sapere sull’aspirante modella

Facendo un piccolo bilancio della tua vita cosa ne verrebbe fuori?

Una persona vera, che mette passione in tutto ciò che fa, con la sicurezza di avere tutte le possibilità per vivere a pieno questa vita. Le esperienze fatte fin’ora sono il mio bagaglio. Una persona che guarda a testa alta l’orizzonte. Pronta a vivere a pieno la sua vita.

Parlaci dell’amore: cosa rappresenta nella tua vita?

Questa parola accompagna il mio quotidiano. L’amore è segno di forza per me. Sento amore in ogni singolo passo, apprezzare la vita e le piccole cose. Mettere amore in tutto ciò che faccio.

9b169688-1ba7-48a3-a67e-25566f7ac66d
Vanshika ramkallawon

 

Artisticamente, qual è la modella a cui vorresti somigliare?

Particolarmente nessuna, ma ne ammiro molte. Soprattutto sui social. Adoro curiosare i loro outfits, e magari prenderne spunto. Seguo ed apprezzo ogni tipologia di bellezza, poiché la definisco arte; e d’ogni forma di espressione per me è arte da seguire.

Puoi dirci a cosa stai lavorando adesso?

Lavoro su me stessa. Ogni giorno. Dallo svegliarmi presto a curare il mio corpo. Riempio la mia routine ogni giorno di novità. Mi dedico molto al mio lavoro come estetista, ma lascio sempre spazio all’arte che amo, le foto. Solitamente lavoro come modella da shooting.

Come sei nella vita privata?

Nella vita privata penso di essere una persona molto affettuosa, cerco di aiutare sempre Faccio volontariato nei ospedali per bambini malati, aiuto mia madre tutto quello che posso.  Non sono per niente una ragazza timida, cerco sempre di buttarmi, per ogni evento di scatto mi sento proprio a mio aggio.

1d62a87a-346e-4b0e-9e55-ce10b0f83415

Cosa vorresti che le persone capissero di te?

Vorrei andassero olte. Oltre le apparenze. Oltre gli scudi e oltre l’esterno che rifletto di me. Sono una ragazza di soli 18 anni. Semplice e spontanea. Amo la natura e guardare i tramonti. Ma anche prendere un aereo e andare all’avventura. Scoprire il mondo e provare mille nuove emozioni.

Quali sono i ricordi della tua infanzia a cui particolarmente sei legata?

Sono molto legata alla terra in cui sono nata. Le Mauritius mi lasciano vividi ricordi ma intensi. Come quando correvo lungo quelle spiagge bianche per poi tuffarmi in mare. E le mille amicizie che ho lasciato.

Vanshika ramkallawon

Sei favorevole e contraria alla chirurgia platica?

Sono favorevole e penso che ognuno debba sentirsi a proprio agio con il suo corpo.

 Ci sono persone che ti hanno aiutato in momenti difficili?

Poche persone, ma leali. Posso definirle le mie: “amicizie più intime”. Poche persone mi hanno preso la mano nei miei guai, ma mi sono rimaste sempre accanto e nel cuore. Persone che tutt’ora mi camminano vicino e su cui posso ciecamente contare ogni giorno. Quelle che ti ricordano che il bene esiste, nonostante tutto.

Un tuo sogno nel cassetto?

Girare il mondo. Lavorando magari. È sempre stato il mio desiderio sin da piccola. Sognavo di girare ogni angolo del pianeta, scoprendo le bellezze naturali che questa terra ci riserva e magari guardare un tramonto dall’ultimo piano di un grattacielo.

Biografia Martina Tosi: età, vita privata, moda spettacolo segno zodiacale

city_roma_56Sono Martina Tosi (aka Raja); ho 26 anni e sono originaria di Firenze, anche se mi considero una nomade e sono sempre in tour per tutta Italia ed in Europa. Sono fotomodella ed anche titolare di un’agenzia per eventi legati alla moda e non solo.Ho esordito in modo abbastanza casuale con un servizio fotografico per una newspaper di Firenze che analizzava i vari stili di abbigliamento e in quel periodo ero appassionata di dark-gothic, il fotografo era rimasto colpito dal mio modo di vestire, chiedendomi di posare. Il servizio era un editoriale di moda girato all’aperto per le strade di Firenze e mi sono sentita subito a mio agio davanti all’obiettivo.

Questo è stato l’inizio di un viaggio straordinario, che mi ha portato a diventare fotomodella professionista, con un susseguirsi di shooting e collaborazioni con fotografi come Alberto Buzzanca o Paolo Tallarigo, ad ottenere pubblicazioni su riviste come “Playboy” o cataloghi come “Lolita” o “Guru”.

biografia Martina Tosi

Mi piace lavorare con fotografi professionisti e non, sia esperti che ai primi scatti ed i generi che propongo spaziano dalla ritrattistica e fashion, arrivando al glamour e nudo.La vita di modella e la gestione dell’agenzia mi lasciano pochissimo spazio libero, imponendomi ritmi sempre frenetici, ma quando posso rientrare a casa mi piace rilassarmi, dedicandomi alla lettura, al cinema, alle lunghe passeggiate nel verde, alla cucina rigorosamente italiana, che ritengo unica al mondo, cose semplici che mi permettono di rimanere qualche ora in una dimensione di vita quotidiana e relax.Mi piace molto viaggiare, amo i paesaggi incontaminati e la natura lussureggiante; il continente africano con i suoi spazi e le sue prospettive è quello che ha lasciato il segno più profondo tra i vari viaggi che ho fatto e sicuramente ci ritornerò.

La fotografia mi ha permesso di viaggiare in tutto il mondo, incontrare e conoscere moltissime persone, diventare popolare sui social media; questo per me è qualcosa di unico e speciale; nel mio futuro vedo ancora tante esperienze, nuovi progetti da realizzare, luoghi da visitare e paesaggi suggestivi da ammirare: cosa potrei desiderare di più?

instragram           https://www.instagram.com/rajartist27

facebook              https://www.facebook.com/rajamodella/

sito web               www.martinatosi.com

Talents PAULA ESPAÑÓN: “El Mundo Es Para Los Que Se Animan…”

00.jpgEs de quienes se atreven a cambiar la realidad que los rodea, sin importer los obstáculos… es su mensaje. Paula Españón nos permite ingresar por unos instantes a la historia de su vida… Hermosa, radiante, fresca, dueña de un rostro angelical y unos ojos color cielo… Paula sueña con formar una familia, explorar otros lugares y vivir de lo que ama… Canceriana encantadora y de un carisma único, revela su amor por los niños y el placer que le genera transmitir sus conocimientos. Simplemente Paula. Los invito a conocerla un poquito más.

Paula, podrías contarnos cuáles fueron los momentos más importantes de
tu vida?
Los momentos más importantes de mi vida fueron: la primera vez que participé
de una competencia internacional en México, lo que me lleva al segundo
momento que fue volver a ese país a hacer una experiencia de trabajo diferente;
también la separación de mis padres cuando era pequeña, el fallecimiento de mi
abuela materna; la primera vez que me pisé un escenario importante; la
posibilidad de ser jurado en una competencia; la primera vez que dí una clase de
acrobacia en tela; y la llegada de mi perro Simón, entre otros.
Cómo te ves en cinco años?
En cinco años me veo con uno o dos hijos; amo los niños, y si la vida me da la
oportunidad, en unos años más adelante me gustaría tener la posibilidad de ser

madre. También me veo con mi propio proyecto encaminado y mi vida un poco
más organizada.

 Qué relación tienes con tu cuerpo?
La relación que tengo con mi cuerpo es complicada; siendo muy sincera, me
tomó muchos años poder aceptarme como soy, con lo bueno y lo malo. Y mi
trabajo aún no termina. A veces me frustro conmigo misma, luego veo que si
bien en el espejo no veo lo que quisiera, tengo que ser muy agradecida con todo
lo que mi cuerpo me permite hacer y me regala. Y que en el fondo la imagen que
quiero es una imagen impuesta y no necesariamente la que yo deseo. Cuando
recuerdo eso y me “abrazo a mí misma”, salgo con una gran sonrisa del espejo.
Tienes algún sueño pendiente?
Tengo varios sueños pendientes, entre ellos: formar una familia, ganar alguna
competencia internacional, dar un workshop en otro país, conocer más países, y
poder vivir de lo que me gusta.

Qué trabajo te apasiona hacer?
Amo enseñar, lo que sea. Mucho mejor si se trata de enseñar acrobacia en tela,
pero en general me gusta poder compartir y transmitir mis conocimientos a otros.
Dentro de mis clases, mi grupo preferido es el de los niños, obviamente.
Te gustaría escribir un libro de tu vida?
Si, me encantaría. De hecho soy una persona que escribe sus pensamientos o
ideas asiduamente.

En qué proyecto estás trabajando?
Mi proyecto soy yo misma. Siempre quiero tratar de progresar y ser mi mejor
versión. Lo bueno de éste proyecto es que no tiene fin, que se puede modificar o
adaptar, y que no tiene límites de tiempo para ser cumplido.

Si tuvieras que autodefinirte, cuál sería el título de portada que te
representa?
Lo definiría en dos palabras sencillas pero intensas: Vulnerable y Resiliente.

 Cómo es tu relación con la música?
No hay un solo día que viva sin música. Así de importante es para mí. Desde
que tengo consciencia escucho música; los momentos más importantes en mi
vida casi siempre tienen una canción que los representa o me los recuerdan.

 Puedes contarnos sobre tu día típico?
Mis días en general son siempre diferentes. Normalmente me levanto 6:45 hs de
la mañana y me hago un gran y rico desayuno, es mi comida preferida del día.
Luego voy a trabajar hasta la hora del almuerzo. Hasta ahí mis días son siempre
iguales, después varían de acuerdo a la semana. Entreno en el gimnasio,
entreno en la tela, doy clases, tengo ensayos y cada vez que tengo un tiempito
libre, trato de tomar alguna clase extra.

Qué es la vida para tí?
La vida para mí es un constante aprendizaje. Un día sin aprender algo nuevo por
más insignificante que sea, es un día perdido.

 Si tuvieras que dejarle un mensaje a la humanidad, cuál sería? “El mundo es para los que se animan”.

Nombre completo: Paula Micaela Españón
Signo del zodíaco: Cáncer
Lugar de Nacimiento: Córdoba
Lugar donde vives: Córdoba, Argentina
Música preferida: Ritmos latinos ( salsa, bachata, cha cha cha), Trip
Hop, bandas sonoras de películas, Pop y Retro.
Actividades que realizas: Actualmente entreno en la tela y doy clases,
además del entrenamiento en el gimnasio. También soy profe de ritmos
latinos y asesora de imagen. Cada vez que tengo un tiempito libre, tomo
clases de Pole Exotic.

Muchas gracias Paula por permitirnos ingresar a la escena de tu vida por unos
instantes…

 

Valeria Stucchi… il tempo non passa mai.

Intervistiamo Valeria Strucchi SEGNO BILANCIA nata a bergamo  Fitness model, attrice, atleta e Personal trainer per lei il tempo non è mai passato ed è per questo che chiediamo il suo segreto. Valeria è   nata a Bergamo, prima di questo sport  praticava  l’atletica più precisamente marcia fino all’età adolescenziale  una famiglia numerosa composta da 4 figli  è un lavoro da impiegata.
Ciao Valeria parlaci di quando ha avuto inizio la tua avventura con questo sport? 
Mi sono avvicinata a questo sport a 19 anni…  dopo che da ragazzina avevo visto un film del mitico Arnold Schwarzenegger ed essermi innamorata del suo fisico imponente.
Cosa ti piace di  questo sport’?
Del BB mi piace la capacità di trasformazioni… miglioramento e modellamento del corpo.
Hai mai gareggiato?
si ho iniziato a gareggiare e ho preso un brevetto come PT per poter fare diventare un lavoro la mia passione.
Della tua dieta cosa ci dici?
la mia dieta è principalmente a base e di riso integrale o basmati… petto di pollo o tacchino o pesce ai ferri. .. verdure. .. albume d’uovo… in più farina d’avena. 
 frutta e frutta secca … 
Sei una sognatrice ?
si sono una sognatrice. .  Soprattutto sentimentalmente parlando. .
Tra tre 5 anni come ti vedi?
Tra 5 anni mi vedo ancora più muscolosa ma senza perdere la mia femminilità. 
Il tuo sogno nel cassetto?
Il mio sogno nel cassetto è poter diventare una brava PT ed insegnare ad altri ad amare questo sport e poter vincere una gara… questo sport ha cambiato più che altro la parte che riguarda le abitudini alimentari. …il mio consiglio è di essere costanti perché i progressi richiedono tempo e fatica. ..

Intervista a cuore aperto con Rudina Marra

25497318_165735520844795_505329317_nSi chiama Rudina Marra lei è una PERSONAL FITNESS TRAINER ADVANCE LEVEL CFT1 ISSA EUROPE
 segno zodiacale Pesci, il suoi idoli  Jhonny depp e Kevin costner. Rudina conta importanti premi vinti tra cui: top trainer issa europea, bikini contest vari nella federazione internazionale ifbb, nel 2016 e nel 2017 ha conquistato il 4 posto in una batteria numerosa di atlete. Qualificata anche per i giochi mediterraneo 2017 e 2018. Oggi Rudina ci parla a cuore aperto e dice “credo nell’amore anche se raro” Rudina è una donna pragmatica di poche parole ama se stessa e le persone che le circondano  in quando è alla base della vita… ama cucinare a mangiare bene soprattutto il Risotti vari. Poi aggiunge per quando riguarda il vestire Casual ed elegante. A seconda delle esigenze, Rudina Marra adora la chioccolata

Parlaci dell’inizio della tua carriera:

Ho cominciato 5 anni fa, il mio percorso formativo con ISSA EUROPE, insoddisfatta del mio vecchio lavoro. Volevo dare una svolta alla mia vita e sentivo che il fitness era la mia strada. Nonostante la fatica, del dover studiare la sera tardi, al termine della giornata lavorativa oppure nei week end, riuscii a portare a termine il mio obiettivo. Ho fatto in modo di cominciare la mia carriera, proprio in quella che è la sede natale della scuola in cui mi sono certificata, la ISSA: Lo Sporting Club Leonardo Da Vinci a Milano. Ricordo le mie prime esperienze lavorative: tanta voglia di lavorare, di dimostrare che avevo le carte in regola per potermi affermare. Il mondo del fitness purtroppo, non è tutto rosa e fiori: la concorrenza è spietata e le palestre in generale, possono essere degli ambienti ostili, per via delle invidie e della “fame” dei vari professionisti che vi si trovano nell’organico. Sono sempre stata una persona di pochi fronzoli: non ho mai badato a pettegolezzi, non mi sono mai piaciute le tipiche regole comportamentali di coloro che scelgono di arrivare al proprio successo tramite vie facili. Ho sempre creduto in me stessa e non ho mai guardato gli altri. Ciò che insegno anche ai miei allievi è proprio questo: il duro lavoro ripaga sempre. Oggi finalmente, posso dire di averne colto i frutti. Posso orgogliosamente definirmi una top trainer di livello. Rudina il tuo rapporto con i social?  Mi piacciono i social. Se saputo usare possono essere una grande arma nel nostro arsenale a livello lavorativo. Una tua citazione una frase che ripeti spesso: “Riposeremo da morti” dal film Million Dollar Baby, uno dei miei preferiti Vorrei iniziare con il chiederti come ti vedi tra 5 anni?  Titolare di un mio centro sportivo, continuando a lavorare bene questo sono i miei obbiettivi… sono una sognatrice non potrei fare altro.  Il tuo rapporto con l’ambizione? Sono abbastanza ambiziosa. Quello che serve a farmi raggiungere gli obiettivi.   Oggi guardandoti allo specchio come ti definisci? Decisamente in forma e in salute! Riconoscimenti professionali? Collaborazione con ISSA EUROPE attraverso docenza su argomentazioni varie nei loro seminari Ci racconti come ti sei avvicina a questo sport? Ho cominciato a frequentare la palestra per stringere nuove amicizie nei miei primi anni in Italia. Da lì mi sono appassionata ed ho cominciato a studiare. Il resto è storia… (scritta sopra)

Cosa ti piace di questo sport?

Il progresso costante che alimenta ulteriori progressi spingendoci al massimo risultato. Chi è un vincente in palestra, è un vincente anche nella vita. Mi piace vedere la soddisfazione e la felicità negli occhi dei miei allievi. Sono contenta quando vedo che questa disciplina migliora la qualità della vita di chi la pratica. Mi fa sentire in generale, una persona migliore.  Hai un motto? “Se puoi sognarlo puoi farlo. Volere è potere.” Cosa significa per te essere bella? Sentirsi bene con se stessi Tu ti senti bella? Si. Mi sento bella.  Credi in Dio? o meglio a cosa credi? Credo in me stessa.  Pensi che questo spot ti abbia cambiato anche mentalmente? Questo sport mi ha maturata è migliorata. Mi ha reso più forte ma non diversa.

Molte volte si sente che l’utilizzo eccessivo di integratori possa nuocere alla salute tu cosa ne pensi a proposito?

Tutto ciò che è in eccesso, relativamente alla propria condizione, nuoce alla salute. Dalla frutta, all acqua, agli integratori che altro non sono se non molecole estratte da cibo solido.

Ci sono stati momenti scoraggianti in cui stavi per mollare tutto?

Certo. Non essendo madre lingua italiana, agli inizi ho avuto molte difficoltà nell apprendimento di questo lavoro. Il linguaggio tecnico-specifico a volte risultava per me incomprensibile. Ma nulla poteva ostacolare i miei sogni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sei ottimista o pessimista sul futuro? Sono decisamente ottimista, anche se l Italia abbraccia purtroppo la politica dell “accontentarsi ”

Chi sono i tuoi riferimenti?: Non guardo mai le altre persone. Ho sempre cercato di trarre il massimo da me stessa. L unica persona che mi ha trasmesso valori come professionalità e serenità è il mio preparatore atletico Claudio Suardi.

Che rapporto hai con la rete? Qual è il tuo social network preferito? Per quale motivo?

Facebook. Come ho detto sopra è un ottimo strumento lavorativo anche e soprattutto per pubblicizzarsi

Una professoressa da Nobel Ecco l’unica italiana candidata come migliore docente del mondo

“Non esistono persone negate con i numeri, la matematica aiuta a pensare, a vivere a conoscere la realtà”. La storia di Lorella Carimalli, dalle case di ringhiera col bagno in comune alla scelta di rifiutare stipendi d’oro nel privato per fare l’insegnante nei licei. Un milione di dollari al vincitore del premio della Varkey foundation

sa da Nobel Ecco l’unica italiana candidata come migliore docente del mondo

“Non esistono persone negate con i numeri, la matematica aiuta a pensare, a vivere a conoscere la realtà”. La storia di Lorella Carimalli, dalle case di ringhiera col bagno in comune alla scelta di rifiutare stipendi d’oro nel privato per fare l’insegnante nei licei. Un milione di dollari al vincitore del premio della Varkey foundation

“Il futuro lo si costruisce assieme, non da soli”. Chi si immagina la matematica come una materia arida, fredda, non è mai andato alle sue lezioni.  Lorella Carimali, 55 anni, docente al liceo scientifico Vittorio Veneto di Milano,  è passione e creatività, pragmatismo e solidarietà declinate da trent’anni nelle aule lombarde.

L’anno scorso è stata eletta tra i dieci migliori professori italiani. Oggi è finalista al Nobel dell’insegnamento, il Global teacher prize, dove ora 50 docenti scelti tra più di 40mila candidati di 173 paesi, si contendono il premio che verrà consegnato a marzo a Dubai dalla Varkey Foundation. In palio un milione di dollari da spendere in progetti scolastici.

Stupita?
“Incredula e felice. Mi sento il simbolo di un riscatto sociale, avvenuto attraverso la matematica che è un modo di allenare il pensiero astratto, di conoscere, capire il mondo”.

 Riscatto sociale con la matematica?
“I miei genitori avevano la quinta elementare e non potevano certo aiutarmi a studiare. Per loro la mai laurea è stato un riscatto. Vivevamo in un quartiere popolare, case di ringhiera al quartiere Stadera, il bagno stava sul ballatoio e lo dividevamo con altre famiglie.  Ci si conosceva tutti. Ecco, ho capito li  che non si vince da soli, che il futuro lo si costruisce assieme. Perché quando dividi qualcosa di cosi intimo come il bagno con qualcuno, l’estraneo non è più una persona di cui aver paura ma un amico, una risorsa. Ed è questo il mio atteggiamento verso il mondo”

Il suo motto è?
“Non uno, non una di meno, nessuno escluso. Dalla matematica, dalla vita. Io mi sento come un allenatore che pianifica la preparazione in vista di una maratona, studia i luoghi, le attività migliori per raggiungere il risultato. Posso usare il teatro o l’alternanza scuola lavoro, si collabora con altri docenti per raggiungere il risultato”.

Quale è il suo metodo di studio?
“Io spiego, poi faccio esercitare subito i ragazzi. Lavorano  a gruppi perchè si aiutino a vicenda, si correggano i compiti l’uno con l’altro. Se capiscono l’argomento sale la loro autostima ed è questo l’importante. Non devono ripetermi la lezione, solo i concetti astratti, ma imparare ad applicarli nella vita non è solo questione di insegnamentro, ma di apprendimento. Si cambia la prospettiva”.

Esistono negati per la matematica?
“No, è questione di allenamento e di metodo,  come per la maratona. Anche delle donne si diceva che non capivano la matematica, le materie scientifiche solo perché non gliele facevano studiare e ancora oggi resistono i luoghi comuni. Luoghi comuni da evitare, bisogna mantenere alto il livello di insegnamento anche in posti considerati svantaggiati. La dimostrazione? Una classe di un istituto meccanico ad un concorso ha battuto licei classici e scientifici sulla teoria di Fibonacci, nessuno se lo aspettava”.

 Problemi degli studenti italiani?
“In passato siamo andati male al test Invalsi eppure si trattava di applicare semplicemente il teorema di Pitagora. Il problema era costruito su un percorso stradale, su una mappa, e cambiando il contesto gli studenti, abituati a domande poste sempre nello stesso modo, sono andati in tilt. Applicare le teorie, i teoremi alla realtà, questo bisognerebber fare”.

Qual è il suo segreto?
“Nessuno, solo la passione civile e per la mia materia, oltre alla comprensione per gli alunni. Io non sono mai stata un drago della matematica, ma una che studiava molto per questo mi immedesimo nei loro problemi, nelle loro difficoltà”

Usa il teatro per insegnare i teoremi?
Per aiutare gli studenti in crisi abbiamo messo in piedi un progetto multidisciplinare con alunni di classi diverse e con carenze di gravità differente. Abbiamo scritto un testo teatrale sulla matematica. Ha funzionato, alla fine sono stati tutti promossi: in  fondo il teatro è progettare, pensare in astratto, mettere in relazione. Parole come numeri e concetti per capire e costruire”.

Lei premia chi aiuta?
“Sì. Penso che bisogna partecipare alla vita degli altri, condividere il sapere. Così se un ragazzo che va male viene aiutato da un compagno bravo e migliora il suo rendimento, tutti e due avranno un voto più alto. Si aiuta cosi anche il più bravo che spesso va per intuizione e invece in questo modo si chiarisce il concetto per comunicsrlo”.

La volevano grandi aziende…

“Appena laureata ho ricevuto in una settimana 14 offerte da grandi imprese, e ben pagata visto che erano i primi anni dell’informatica. Ma ho fatto una scelta sociale, stare in classe, è questo il mio modo di far politica. I giovani sono la cosa più  importante per costruire il futuro del paese, anche se ammetto che vivere a Milano con 1500 euro al mese si fatica”.

Fatica ricompensata?
“Assolutamente sì. E’ impagabile ritrovarsi alunni che ti scrivono: grazie per avermi fatto vedere  nuove terre, avermi insegnato a vivere. Sono frasi che ti aspetteresti

scritte ad un insegnante di filosofia. Ma la matematica è proprio anche questo: imparare a ragionare, a conoscere,  a vivere nel mondo e poter scegliere in modo cosciente. Per questo dico che è una competenza di cittadinanza. Di tutti: alunni e adulti”.

© Riproduzione riservata