Tag: monza

Tullio De Piscopo, The Kolors e Luisa Corna a Monza per il concerto benefico organizzato da Salute Donna Onlus

Il 31 ottobre alle 20.30 al Teatro Manzoni di Monza si terrà la serata concerto benefico organizzato da Salute Donna Onlus, associazione di volontariato nata nel 1994 ed impegnata nella lotta contro il cancro.

La serata vedrà come ospiti Tullio De Piscopo, i The Kolors, Luisa Corna, Il Nostro Canto Libero, Ronnie Jones, Raul Cremona, Laura Ciriaco, Guido Guglielminetti e Lalla Francia.

Presentano la serata Katia Fiorelli e Flavio Zinni.

Scopo della serata è raccogliere fondi da destinare al rifinanziamento del PROGETTO MOIRA che esiste da ormai sei anni,  all’interno dell’Istituto Nazionale Dei tumori di Milano a cui andranno i  fondi raccolti.  Si tratta di  un gruppo di  sostegno psicologico, pensato per accompagnare i malati oncologici (sia uomini che donne) in questo cambiamento, focalizzando l’attenzione sul senso e il significato della malattia all’interno del proprio percorso esistenziale.

MOIRA è il nome di una cara amica che ha segnato la storia dell’Associazione Salute Donna., e allo stesso tempo è l’acronimo che descrive le tecniche psicologiche/psicoterapeutiche utilizzate per perseguire gli obiettivi clinici che questo gruppo si propone. In cosa consiste? In attività di sostegno psico-terapeutico utili a promuovere la qualità di vita attraverso tecniche di medicina narrativa, pratiche di mindfulness, meditazione e psicoterapia orientata alla riflessione sul senso e sul significato della vita.  In specifico Il percorso clinico, che si struttura nell’arco di 2 mesi, è frutto dell’integrazione tra le psicoterapie corporee, cognitive e le recenti acquisizioni delle neuroscienze.

 

Per prenotarsi alla serata/concerto è necessario inviare una mail all’indirizzo info@salutedonnaonlus.it

Monza, anziano uccide la moglie e poi tenta il suicidio

Tragedia a Senago, 81enne ha sparato alla consorte e poi si è rivolto la pistola alla testa: trovato ancora in vita, è gravissimo


Un uomo di 81 anni ha ucciso la moglie di 80 anni a colpi di pistola, poi ha cercato di togliersi la vita sparandosi un colpo a sua volta: è successo stamane nella loro abitazione di Senago, alle porte di Monza. A dare l’allarme alcuni vicini. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto insieme ai soccorritori del 118, hanno trovato l’anziano in corridoio e sua moglie in camera da letto: lui con un proiettile in testa ma vivo, lei già morta con un colpo di pistola sparato alla tempia. Nel salotto i militari hanno rinvenuto quattro bossoli. L’81 enne è stato trasportato in condizioni critiche al Niguarda di Milano.
Si indaga sulle cause del folle gesto: la donna, a quanto si è saputo, era malata. Il marito ha lasciato una lettera, al vagli degli inquirenti.

Monza, madre e figlia uccise in casa: fermato il fratello e zio delle vittime

102439834-63fc69b8-e97d-48c9-87be-1da12139a5c1.jpgPaolo Villa, 75 anni è indiziato per il duplice delitto della sorella di 85 anni e della nipote di 55. Avrebbe vissuto in casa insieme ai cadaveri delle donne per sette giorniNel corso della notte Paolo Villa, 75enne di Ornago (Monza), è stato sottoposto a fermo di indiziato delitto per il duplice omicidio della sorella 85enne Amalia Villa e della nipote 55 enne Marinella Ronco, trovate morte ieri, in avanzato stato di decomposizione, nel loro appartamento di via Santuario ad Ornago, che dividevano con l’uomo.

Sul conto dell’uomo sono stati raccolti diversi indizi, ora si sta cercando di ricostruire la dinamica e di risalire al movente. Al momento nessuna arma è stata trovata in casa. Gli accertamenti degli specialisti dei carabinieri si sono concentrati per ore vicino ad un calorifero dell’abitazione, accanto al quale sono state trovate tracce di sangue, ripulite.
Stando ai primi rilievi Villa avrebbe vissuto con i cadaveri in casa per almeno una settimana.

La famiglia non aveva apparenti problemi economici, eppure sembra che Marinella Ronco, la nipote di 55 anni – in crisi a causa di una relazione chiusa -, sua madre Amalia Villa, 85 anni, e lo zio, vivessero da tempo in uno stato di trascuratezza. Paolo Villa, detto ‘Paolino’, a Ornago è conosciuto in particolare per il suo impegno nel volontariato.

Poco prima del ritrovamento dei corpi l’uomo era stato colto da malore all’interno di un bar poco distante

dall’abitazione ed era stato trasportato in ambulanza all’ospedale di Vimercate. Alcuni suoi conoscenti erano andati a casa della famiglia per avvisare le due parenti e non ottenendo risposta alla porta, avevano dato l’allarme. Poi la macabra scoperta. L’uomo, che è tuttora piantonato presso l’ospedale di Vimercate, non è stato ancora formalmente sentito e non ha dato alcun tipo di spiegazione sull’accaduto.

Monza, tentano di rapire tre bambini in oratorio: arrestati fratello e sorella

Due kenioti, fratello e sorella, lui 38 anni e lei 34, sono stati arrestati dai carabinieri di Vimercate (Monza) per tentato sequestro di minori. Ieri la donna sarebbe entrata nel bar di un oratorio di Carugate (Milano), dove avrebbe afferrato per le braccia tre bambini di 7, 10 e 11 anni, tentando di portarli all’esterno, venendo però bloccata da alcuni genitori presenti nella struttura. Poco distante la aspettava il fratello. Vista la reazione dei presenti i due sono fuggiti e, grazie all’intervento dei militari chiamati dai genitori, sono stati bloccati poco più tardi.