Tag: Motori

Ford Power-Up Cambia Le Regole Del Gioco Degli Aggiornamenti Dell’auto

L’obiettivo è avvicinare l’esperienza di aggiornamento a quella di app e smartphone: programmata di notte e in background Ford Power-UpFord Power-Up è la tecnologia di aggiornamento software wireless dell’Ovale Blu. Grazie a lei, guidare un veicolo sempre aggiornato sarà la normalità per i clienti Ford. Aggiornamenti che rappresentano miglioramenti e maggiori funzionalità derivati dalla lettura da parte della vettura stessa dei suoi problemi e delle preferenze dei clienti.

Ford Power-Up rappresenta una nuova architettura tech di seconda generazione completamente connessa. Si tratta di aggiornamenti wireless semplici e veloci, che aiutano a migliorare funzionalità, qualità ed esperienza. Sono in grado di aggiornare la maggior parte dei moduli del computer del veicolo. Questi sono più di 110 sui modelli di alta gamma. Aggiornamenti concepiti per migliorare l’esperienza dei clienti e ridurre la necessità di interventi.

Ovviamente, ciò è valido solo sui veicoli dotati di connettività avanzata e modem integrato. Una trasformazione che coinvolge oltre 6 milioni di veicoli in circolazione a livello globale. Se gli aggiornamenti software sono molto comuni per miliardi di dispositivi connessi, ciò non è ancora vero per i veicoli. Gli aggiornamenti del software Ford Power-Up arriveranno rapidamente alle vetture del gruppo. Una tecnologia fluida che consentirà agli upgrade che richiedono il riavvio di essere programmati negli orari in cui si dorme.

A differenza degli aggiornamenti per dispositivi come i laptop, che sembrano riavviarsi sempre nei momenti più inopportuni, i clienti potrebbero non accorgersi nemmeno che l’installazione è avvenuta fino a quando, il mattino dopo, non accederanno alla loro Ford.

Molti aggiornamenti del software Ford Power-Up saranno praticamente invisibili ai clienti. Il merito è della piattaforma tech in grado di procedere all’installazione in background di gran parte del nuovo software. Inoltre, molti aggiornamenti richiederanno poca o nessuna azione da parte dei clienti. Gli upgrade abilitati dalla tecnologia Sync di nuova generazione rimarranno in esecuzione fino a quando non sarà pronta la nuova versione.

Le nuove funzionalità di Ford Power-Up A beneficiare di Ford Power-Up saranno anche i clienti della prima vettura elettrica di Ford, la Mustang Mach-E. Riceveranno presto Ford Sketch. Indicato come Note nel menu del veicolo, sarà un passatempo per disegnare con il touchscreen e cimentarsi in semplici passatempi mentre il Suv è parcheggiato.

Un altro importante upgrade arriverà a Remote Vehicle Setup e Trip Logs. Queste funzioni permettono ai clienti Mustang di utilizzare il FordPass per impostare le preferenze del profilo, comprese tutte le preimpostazioni della radio e di inviare nel cloud i dati durante il monitoraggio dell’utilizzo della batteria e altri dettagli di guida.

Già nelle prossime settimane i clienti potranno ricevere nuove feature relative all’infotainment Sync aggiornate. Tra queste Navigation. I miglioramenti apportati forniranno automaticamente utili suggerimenti sulla destinazione. Inoltre, la nuova connettività cloud combina il riconoscimento dei comandi vocali conversazionali con la ricerca Internet. Per quanto riguarda Apple CarPlay ci sarà un miglioramento della compatibilità. Infine, previsti dei miglioramenti anche per il manuale di prodotto Digital Owner’s Manual. La volontà è di rendere le guide digitali sempre più interattive.

Potrebbe interessarti anche

L’idea Di Una Startup Americana Per Prevenire Il Ribaltamento Dei Camion

Axicle ha sviluppato un dispositivo che sgancia il rimorchio dalla motrice prima che questo si ribalti e provochi un incidente Il dispositivo anti ribaltamento è utile per i camion con rimorchio | Credit: AxicleI grandi camion con rimorchio sono fondamentali per il trasporto merci su gomma e vengono impiegati in tutto il mondo. Tuttavia questo tipo di mezzi può rappresentare un concreto pericolo sia per gli autisti sia per gli altri utenti della strada. I grandi e pesanti rimorchi, in caso di forti raffiche di vento, possono ribaltarsi coinvolgendo lo stesso camion. Ma oltre alle cause naturali, il ribaltamento può essere provocato anche da errati e imprudenti comportamenti alla guida, oltre che dagli altri automobilisti. Il tutto si traduce in un bilancio, in termini di morti, piuttosto importante. Negli Stati Uniti, secondo alcune stime, gli incidenti causati dal ribaltamento dei mezzi pesanti hanno provocato in un anno 9mila feriti e 400 morti.

Come fare quindi a limitare questi incidenti? La soluzione arriva da un’azienda californiana, la Axicle. La compagnia ha ideato un’innovativa piastra di aggancio (collega il camion al rimorchio) in grado di sganciare il rimorchio prima che questo coinvolga nel ribaltamento anche il camion. Quando il rimorchio inizia a oscillare, l’autista non può fare assolutamente nulla per evitare il possibile ribaltamento.

La piastra di aggancio della AxicleIl Tars (Tractor Anti-Roll System), questo il nome del sistema, si presenta come una piastra in acciaio fuso con un meccanismo di blocco del rimorchio. La compagnia assicura che è in grado di gestire carichi fino a 25 tonnellate ed è facile da installare. Come funziona all’atto pratico? La piastra è dotata di una serie di sensori che raccolgono tutti i tipi di parametri operativi tra cui il carico, le vibrazioni, il vento e le informazioni di accoppiamento del rimorchio. Se il sistema Tars rilevasse un probabile incidente di ribaltamento, azionerebbe il meccanismo pneumatico di rilascio del rimorchio e, in una frazione di secondo, lo separerebbe dal camion.

Il fondatore e ingegnere di Axicle, Steve Krug, sostiene che il sistema Tars ha un enorme potenziale non solo per i camionisti, ma anche per le stesse compagnie di trasporto e le compagnie di assicurazione, che si trovano costrette a pagare i danni e i traumi causati da questi incidenti. Secondo le proiezioni fatte dalla compagnia, questo sistema è in grado di far risparmiare fino a 2-3mila dollari all’anno di assicurazione.

Attualmente un prototipo in scala reale è stato testato con bassi carichi, ed entro la fine dell’anno Krug sostiene che verranno effettuati dei test anche con carichi pesanti. Una volta terminati i test su scala reale la Axicle inizierà la costruzione di una linea di produzione in grado di produrre più di 100mila pezzi all’anno.

Potrebbe interessarti anche