Tag: prato

Prato, indagata per atti sessuali con minore. L’accusa: “Ha avuto un figlio dal ragazzo di 14 anni a cui faceva ripetizioni”

La donna ha poco meno di 40 anni. È stata sottoposta all’esame del Dna. Perquisita la sua abitazione. Indaga la polizia

Una donna che faceva ripetizionia Prato a un ragazzino di 14 anni è indagata per atti sessuali con minore. È rimasta incinta e nei mesi scorsi è nato un bambino. Secondo la procura, che ha aperto un’inchiesta sulla vicenda, quel figlio potrebbe essere nato dalla relazione sessuale tra l’insegnante e lo studente. Rapporti fra i due ci sarebbero stati a casa di lei, dove si tenevano le ripetizioni. Il ragazzo all’epoca aveva tredici anni e frequentava le scuole medie inferiori.

Dopo essere rimasta incinta l’insegnante ha portato avanti la gravidanza e partorito. La famiglia ha appreso dal figlio quanto  accaduto e i genitori, sconvolti hanno deciso di presentare un esposto in procura. Da lì sono partiti i controlli sulla donna: venerdì 8 marzo la perquisizione e il prelievo del Dna sia a lei, sia al bambino. “L’analisi sarà eseguita dalla polizia nelle prossime ore”, ha spiegato l’avvocato della docente, Mattia Alfano, che rivela di essere stato incaricato dalla stessa assistita venerdì pomeriggio quando la polizia è andata a casa della donna per la perquisizione e il sequestro di alcuni elementi nella sua abitazione.

Sul caso i magistrati hanno chiesto il massimo riserbo per non condizionare l’esito delle indagini, condotte dalla Squadra mobile che, in queste ore, sta cercando di verificare le circostanze riportate nella denuncia per accertare eventuali responsabilità rispetto all’ipotesi di reato di violenza sessuale su minore.

fonte: https://firenze.repubblica.it/cronaca/2019/03/09/news/prato_insegnante_indagata_per_violenza_sessuale_su_alunno_di_14_anni-221097571/

Prato, insegnante indagata per violenza sessuale: ha avuto un figlio dall’alunno di 14 anni

La docente faceva ripetizioni al ragazzo a casa sua dove sarebbero avvenuti gli abusi. L’inchiesta della procura

Una insegnante di Prato risulta indagata per violenza sessuale su un suo allievo, un ragazzo di 14 anni. La docente è rimasta incinta e nei mesi scorsi è nato un bambino. La relazione sessuale tra la donna, di circa quarant’anni, e l’allievo sarebbe nata durante alcune lezioni private che la docente avrebbe impartito al quattordicenne. Tutto è avvenuto fuori dal contesto scolastico, nel corso di ripetizioni a casa della donna.

Dopo essere rimasta incinta l’insegnante ha portato avanti la gravidanza e partorito, senza nascondere la paternità del bambino. La famiglia del quattordicenne, sconvolta da quanto accaduto, ha dunque deciso di sporgere denuncia contro la donna.

Sul caso la procura di Prato ha aperto un’inchiesta e ha chiesto il massimo riserbo per non condizionare l’esito delle indagini, condotte dalla Squadra mobile che, in queste ore, sta cercando di verificare le circostanze, usando ogni attenzione, riportate nella denuncia per accertare eventuali responsabilità rispetto all’ipotesi di reato di violenza sessuale su minore. L’adolescente frequenta le scuole medie inferiori.

fonte: https://firenze.repubblica.it/cronaca/2019/03/09/news/prato_insegnante_indagata_per_violenza_sessuale_su_alunno_di_14_anni-221097571/

Scoperto allevamento abusivo di cani a Prato

L’operazione delle guardie zoofile dell’Enpa e della polizia municipale


Le guardie zoofile dell’Enpa (Ente protezione animali) e la polizia municipale di Prato hanno scoperto un allevamento abusivo di cani in una abitazione alla periferia di Prato. Qui vivevano 54 cani di varie razze, tutti dotati di microchip ma in condizioni igieniche e di detenzione non adeguate: 32 Chihuahua, di cui tre cuccioli, 20 Bulldog francesi e due Doberman.

L’Enpa era intervenuta inizialmente dopo una segnalazione per il maltrattamento di un cavallo. Nel corso del controllo, spiega una nota, oltre a trovare l’animale legato con una corda molto corta, esposto alle intemperie e senza un adeguato spazio per muoversi, le guardie zoofile hanno notato vicino all’abitazione la presenza di numerosi cani e sentito altri guaire da dentro la proprietà. Il titolare, risultato poi senza autorizzazione sanitaria all’allevamento dei cani, non ha permesso alle guardie zoofile di entrare nell’abitazione ma ha portato alcuni animali all’esterno, uno ad uno, per permettere che fossero esaminati. Dopo numerosi inviti andati a vuoto, le guardie zoofile e municipali si sono presentate con un ordine di perquisizione della procura di Prato e hanno trovato i cani in condizioni non buone, alcuni in stanze semibuie piene di escrementi o in minuscoli recinti movibili. La procura di Prato ha aperto un’inchiesta.

Prato, trovato senza biglietto sull’autobus aggredisce controllori e agenti

n giovane extracomunitatio di 20 anni trovato senza biglietto su un autobus della linea Prato-Firenze della Cap, ha aggredito verbalmente e poi spintonato i controllori. E’ successi all’altezza di Prato. Il ragazzo ha aggredito anche gli agenti di una volante arrivati pochi minuti prima. Il ragazzo, di nazionalità nigeriana, è stato identificato e poi arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Nelle tasche gli sono stati trovati quasi due grammi di marjiuana. Il poliziotto rimasto ferito ha dovuto far ricorso alle cure dei sanitari: per lui cinque giorni di prognosi.