Tag: RIETI

Terremoto, si indaga sugli sms solidali. Pirozzi: “Soldi mai arrivati”

La procura di Rieti approfondirà le dichiarazioni del sindaco di Amatrice. La Protezione Civile: “Nessun euro è sparito”. Polemica politica: “Dove sono finiti quei 33 milioni?”Roma, 24 settembre 2017 – La beneficenza per i terremotati finisce sotto la lente deI magistrati. Come anticipava Il Fatto Quotidiano questa mattina, la procura di Rieti aprirà un fascicolo sulla destinazione di oltre 33 milioni di euro raccolti con gli sms solidali dopo il sisma che ha colpito il Centro Italia.

La questione è stata sollevata ieri (ma non è la prima volta) dal sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, intervenuto alla kermesse Atreju di Fratelli d’Italia. I soldi non sarebbero mai arrivati “alle persone e a quei paesi devastati”, accusa il primo cittadino. Piuttosto sarebbero stati impiegati per interventi “estranei alle aree pertinenti”, come, ad esempio, “una pista ciclabile in un paese delle Marche non colpito dalle scosse”, una delle opere inizialmente proposte dalla Regione Marche.

PROCURA: INDAGINE AVRA’ VITA BREVE -“Stiamo valutando cosa fare, abbiamo sentito cosa ha dichiarato il sindaco di Amatrice – spiega il procuratore capo di Rieti, Giuseppe Saieva -. Domani aprirò un fascicolo a modello 45 e sentiremo anche cosa ha da dire in più il sindaco. Al momento non c’è alcuna ipotesi, si tratta solo di verificare il percorso fatto dalle donazioni”. Saieva aggiunge anche che “sappiamo, che quei fondi sono nella disponibilità della Protezione Civile, quindi l’indagine avrà vita breve“.

“NESSUN EURO SPARITO” – La stessa Protezione civile replica così alle accuse: “Nessun euro donato dagli italiani è ‘sparito’ – spiega il Dipartimento – I fondi raccolti, come stabilito nel Protocollo d’intesa con gli operatori della comunicazione e della telefonia, nonché dalla legge 229 del 2016 che ne disciplina il funzionamento, sono destinati a interventi in favore dei territori colpiti dal sisma”. Si sottolinea inoltre che le donazioni “raccolte grazie alla generosità degli italiani” sono confluite “nella contabilità speciale del Commissario straordinario alla ricostruzione dopo l’approvazione dei progetti proposti dalle Regioni d’intesa con i territori colpiti”.

Esite un elenco dei progetti approvati nella seduta del 17 luglio scorso dal Comitato dei Garanti, specifica ancora la Protezione Civile, assicurando “massima trasparenza” e informando che tale lista è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile.

SALVINI ATTACCA – Intanto da destra si alza la polemica. Cavalca l’onda Matteo Salvini: “Il Pd di Gentiloni e Zingaretti spieghi a chi ha perso la casa ad Amatrice, Accumoli, Arquata o Pescara del Tronto perché a loro non arriverà nemmeno un euro dagli sms di solidarietà. Vergogna”.

SINDACO DI ARQUATA: NON ABBIAMO VISTO UN EURO – “Ad Arquata del Tronto con i soldi degli Sms solidali, 2,1 milioni, dobbiamo ricostruire il Municipio ma finora non si è visto un euro – dice il sindaco di Arquata Aleandro Pelucci – sui monti c’è la neve, e non ho una lettera, un documento che mi consenta di avviare la progettazione e la gara d’appalto”. Pelucci ricorda anche come “nel primo elenco di opere da realizzare con gli Sms nella provincia di Ascoli Piceno (la strada Valdaso, la Grotta sudatoria di Acquasanta, le elisuperfici), Arquata non c’era perché, disse la vice presidente della Regione, qui era tutto distrutto e bisognava fare una valutazione successiva. Votai contro, non ci dormii la notte, e la mattina alle 7 chiamai l’allora commissario Vasco Errani. Una parte dei fondi fu dirottata su di noi, ma ora non sappiamo dove quei soldi si siano arenati“.

Sms solidali per il terremoto: clamoroso passo indietro di Pirozzi: «Non ho mai detto che i fondi degli sms sono spariti»

RIETI – Clamoroso passo indietro del sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, sulla vicenda degli sms solidali. «La Protezione civile non c’entra nulla. Non ho mai detto che i fondi degli sms sono spariti». E’ quanto afferma all’Ansa Sergio Pirozzi, sulla vicenda degli sms solidali destinati alle popolazioni colpite dal terremoto. «Ho detto, e lo ribadisco – aggiunge il sindaco di Amatrice – che in merito alla gestione di
quei fondi è stata fatta una scelta scellerata che non ha tenuto conto degli italiani».

Investe un ciclista e fugge, arrestato un pirata della strada di Formia

zcVYnplgPUwrFWI1hCE4UmPNbsSb7N75MVpNlWtAeQI=--Sotto l’effetto della droga travolge e uccide, con la sua auto, un ciclista indiano e poi fugge senza prestargli soccorso: è successo ieri sera, nel Casertano. I carabinieri di Cellole (Caserta) sono riusciti a individuare, rintracciare e sottoporre a fermo di polizia giudiziaria – con l’accusa di omicidio stradale – il pirata della strada, un uomo di 45 anni, Antonio Scuotto, residente a Formia, risultato positivo ai test sull’assunzione di sostanze stupefacenti eseguiti in ospedale a Formia.
Il grave incidente stradale è avvenuto sulla strada statale Domiziana, all’altezza dei bivio di Baia Felice. Il ciclista, un giovane di origini indiane di 31 anni residente a Cellole, si chiamava Prem Singh Shekhawat. La sua salma è stata trasferita nell’istituto di medicina legale di Caserta per l’autopsia. Il 45enne, invece, è stato chiuso nel carcere di Cassino (Frosinone).

In casa di Scuocco i carabinieri hanno trovato anche 12 bustine contenetenti eroina e 8 di cocaina. Da qui l’accusa aggiuntiva di detenzione e spaccio di droga.

Rieti, il Real pronto per il debutto: al PalaMalfatti il Came Dosson Corsini: «Spero in tanti tifosi»

La conferenza stampa del capitano Douglas Corsini
di Mattia Esposito
RIETI – Giornata di vigilia in casa Real Rieti: anche per gli amarantocelesti domani scatta la serie A di futsal 2017/2018. L’estate torrida ha portato in dote diverse novità che hanno riguardato sia il comparto societario, sia rosa e staff tecnico. Gli amarantocelesti esordiranno quindi domani davanti al loro pubblico alle 18.30 e la gara sarà trasmessa in diretta tv su Sportitalia.

Di fronte ci saranno i veneti della Came Dosson, squadra che ha ottenuto la salvezza nei playout nella scorsa stagione ma che in estate ha piazzato alcuni colpi importanti, soprattutto tra i confermati, tra i quali spiccano l’ex di turno Japa Vieira ma anche il pivot Alemao, domani assente per squalifica. Sicuramente una buona notizia per il Real Rieti, che dopo un precampionato in crescendo è chiamato a conquistare i primi tre punti stagionali.

Questa mattina ha parlato in conferenza stampa al PalaMalfatti il neo capitano Douglas Corsini: «Abbiamo fatto un ottimo precampionato e di questo sono contento. Inizia una nuova stagione, avremo la possibilità di giocare davanti al nostro pubblico al quale chiedo grande supporto. Affrontiamo un avversario difficile, la gara nasconde tante insidie, lo abbiamo visto anche nella partita tra Luparense e Lazio : tutti si aspettavano una vittoria comoda della Luparense, che invece ha dovuto soffrire. Quando le squadre cambiano tanto, soprattutto ad inizio campionato tutto è più difficile, ma noi scenderemo in campo dando l’anima per i tre punti».

Poi una panoramica sul campionato, che dopo qualche anno torna ad avere 14 squadre: «Finalmente la serie A torna ad avere quattordici squadre, questa è una cosa che mi fa molto piacere, ancora di più sapere che sarà un campionato livellato. Ci sono quattro, cinque squadre superiori alle altre, per il resto tanto equilibrio. Obiettivi stagionali? Non voglio dare un numero, dobbiamo arrivare il più in alto possibile».

Una gara da non sbagliare, per un campionato che inizia allo stesso modo in cui era iniziato lo scorso anno : al PalaMalfatti contro lo stesso avversario. Lo scorso anno vinse proprio il Real e mister Bellarte è chiamato a ripetersi per iniziare nel migliore dei modi. In tribuna, per la prima volta, ci sarà anche il presidente della Divisione Calcio a 5 Andrea Montemurro.

COSI’ IN CAMPO
Real Rieti: 1 Massafra, 3 Esposito, 4 Corsini, 7 Romano, 10 Hector, 11 Joazinho, 13 Caetano, 14 Salvi, 20 Garcia Pereira, 21 Nicolodi, 25 Lupinella, 27 Rafinha. All. Bellarte.
Came Dosson C5: 1 Vascello, 7 Di Guida, 8 Rangel, 10 Bellomo, 11 Crescenzo, 12 Japa Vieira, 13 Sviercoski, 14 Alemao, 19 Morassi, 20 Grippi, 21 Schiochet, 23 Rosso. All. Rocha.
Arbitri: Marangi (Br), Alfano (Br) e Tariciotti (Rm).

Sabato 23 Settembre 2017 – Ultimo aggiornamento: 17:55

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Npc Rieti supera Valmontone in amichevole: 89-81 Oggi a Rimini contro la Fortitudo

Hearst
di Luigi Ricci
RIETI – Termina 89-81 l’amichevole tra Npc e Valmontone organizzata in fretta e furia per rimediare al doppio impegno sfumato al Trofeo Lavoropiù di Rimini, ridimensionato ad amichevole con la Fortitudo Bologna, in programma oggi alle 18 in riva all’Adriatico.

Per la Npc sarà l’impegno conclusivo e più duro del precampionato, e anche l’ultimo, contro una delle dichiarate aspiranti alla promozione in A2, che nel frattempo ha appena travolto Imola 72-52 in amichevole.

Quindi la squadra diretta da Luciano Nunzi dovrà difendere molto meglio rispetto all’incontro con Valmontone, rivelatasi tra l’altro la formazione di serie B più impegnativa fin qui affrontata da Rieti, che ha giocato anche tre gare contro Roseto, Virtus Roma e Latina, perdendo solo con quest’ultima.

Anche contro un’avversaria ricca di ex (il coach Donato Avenia, l’ala Innocenzo Ferraro e la guardia Dario Scodavolpe che però non ha giocato) la Npc ha messo in mostra una buona facilità ad andare a canestro mostrando varie alternative al solito top scorer Hearst. Il problema invece, come già notato in altre occasioni, è la difesa dove Rieti non lavora ancora bene di squadra e si è fatta spesso sorprendere sotto canestro, oltre a concedere qualcosa di troppo da tre. Situazioni che non potranno essere ammesse contro la Fortitudo del vulcanico coach Matteo Boniciolli.

Tra i singoli, Davenport non ha sprecato niente in attacco mentre in difesa soffre ancora, ma insieme a tutta la squadra. Positivi Tommasini, Casini, Hassan e Gigli, anche se ancora un po’ troppo macchinoso nelle conclusioni sotto misura. Sempre positivi Savoldelli e Conti quando chiamati in causa. Contro la Fortitudo però servirà una prestazio collettiva di livello in difesa per evitare brutte sorprese.

Npc Rieti:Tommasini 5, Hearst 20, Savoldelli 6, Casini 9, Conti 8, Gigli 14, Marini 3, Carenza 5, Davenport 11, Hassan 9.

Rieti, Asm: Petrangeli aveva già opzionato il futuro Ecco il patto col privato

RIETI – Asm, il vicesindaco Daniele Sinibaldi, in un incontro con i sindacati della categoria trasporti, ribadisce l’opzione del Comune per la gara a doppio oggetto per la ricerca di un partner tecnico con cui continuare a garantire alla città il servizio di igiene urbana e di trasporto, in linea con quanto deliberò il 18 giugno 2014 all’unanimità il consiglio comunale.

Rieti, rapina centro commerciale e aggredisce il vicedirettore: immigrato arrestato dalla polizia

Polizia
RIETI – La polizia arresta un cittadino extracomunitario dopo rapina al Centro Commerciale Perseo di Rieti.

Nella tarda mattinata di oggi una pattuglia della Sezione Polizia Stradale di Rieti, in transito presso la sede di piazzale Graziosi, veniva raggiunta dalle grida allarmate di alcune persone che richiamavano l’attenzione dal vicino centro commerciale “Perseo”. Immediatamente i poliziotti hanno raggiunto i giardini limitrofi dove vedevano una persona che cercava di aggredire, armato di una bottiglia rotta, un dipendente dell’ipermercato.

Gli operatori della Stradale sono così intervenuti disarmando ed immobilizzando l’extracomunitario, nonostante la resistenza dallo stesso posta in essere nei loro confronti; facevano inoltre trasportare presso l’ospedale il dipendente aggredito, un trentenne di Rieti, vicedirettore del supermercato “Conad”, affinchè gli venissero prestate le cure del caso.

In seguito al foto-segnalamento si è così accertato che I’extracomunitario è M.M., di 20 anni, cittadino del Gambia, richiedente asilo con precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti e un divieto di dimora a Roma. Lo stesso, così come poi appurato grazie agli accertamenti esperiti, nel corso della mattinata era già stato notato in diverse occasioni dal personale del centro commerciale mentre si intrufolava presso la zona carico/scarico del supermercato con Io scopo di rubare alcolici, senza che però sia stato possibile fermarlo o chiamare per tempo le forze dell’ordine.

Nelle precedenti occasioni riusciva così nel suo intento, sottraendo diverse bottiglie di alcolici; nell’ultimo tentativo è stato invece colto in flagrante dal vicedirettore del supermercato, che tentava di fermarlo sino al sopraggiungere della Polizia. A questo punto, vistosi  scoperto e con l’intento di garantirsi ad ogni  costo la fuga, M.M. rompeva una delle bottiglie di birra  che aveva rubato, cercando di aggredire con il collo rotto della stessa il dipendente del supermercato che provava a trattenerlo sul posto.

Questa aggressione veniva poi  fortunatamente interrotta dal  tempestivo intervento degli operatori di Polizia che, neutralizzando l’extracomunitario, impedivano che potesse ferire i presenti. Il vicedirettore del Conad, nel tentativo  di trattenere il malvivente  e poi nel difendersi dalla sua aggressione, riportava alcune ecchimosi giudicate non gravi. In conseguenza di quanto accertato MM., peraltro senza fissa dimora, è stato arrestato dagli uomini della  Polizia  Stradale  per il reato di rapina impropria, ed è stato quindi affidato in custodia presso il carcere locale.

Giovedì 21 Settembre 2017 – Ultimo aggiornamento: 18:59

Rieti, caos Alberghiero: permesso a costruire la palestra nell’area che è a rischio esondazione

di Alessandra Lancia
RIETI – Nuovo Alberghiero a Fonte Cottorella, qualcosa si muove. Dal Comune è arrivato il permesso a costruire che la Provincia attendeva almeno dal 2014, ma il cui progetto risale al 2011. Il permesso porta la data del 22 giugno, dunque in articulo mortis della giunta Petrangeli, ma non è questa l’anomalia che segnala il consigliere comunale Antonio Boncompagni.

L’ANOMALIA SEGNALATA DA BONCOMPAGNI
Come si ricorderà, collocazione e progettazione dell’istituto – «legato» al vicino convitto – sono stati oggetto di rilievi e critiche sia da settori del centrosinistra che dal centrodestra, e questo nonostante la scelta di realizzare l’Alberghiero a Fonte Cottorella rientrasse in un protocollo d’intesa sottoscritto nel 2011 dal presidente della Provincia Melilli e dal sindaco Emili. Di quella scelta, negli anni, si è contestato tutto: dall’ubicazione – è irraggiungibile a piedi – alla sicurezza, per l’insistenza sull’area di un rischio idraulico e del rischio industriale, per la vicinanza del deposito della Liquigas.

Nel 2014, dopo travagli politici e amministrativi a non finire, il consiglio comunale varò la variante preventiva al prg che autorizzava la costruzione della scuola, ponendo però tanti e tali paletti che l’edificio venne notevolmente ridimensionato e «traslato» in modo tale da non entrare nella «fascia di protezione ad elevata letalità» disegnata sulle mappe in base alle risultanze del Rir, il documento sul Rischio di incidente rilevante di cui la giunta Petrangeli decise di dotarsi per fugare ogni dubbio sulla sicurezza dell’area.

LA “CANCELLAZIONE” NELLA VARIANTE URBANISTICA
Ma nella successiva variante urbanistica deliberata nel 2015 e soprattutto nel permesso a costruire rilasciato dal Comune alla Provincia di tutte queste misure precauzionali non c’è più traccia. E l’ultima versione di progetto disponibile prevede la realizzazione della palestra proprio nell’area che doveva essere interdetta a nuove costruzioni. Ed è questo il problema che solleva il consigliere Boncompagni, con un’interrogazione urgente al presidente del consiglio comunale Sanesi e al sindaco di Rieti.

«Le vicende dell’Alberghiero a Fonte Cottorella ce le ricordiamo tutti – dice – peraltro, al netto dei cambi in corsa del progetto dovuti agli innumerevoli problemi e vincoli che insistevano sull’area, alla fine avremo un edificio largamente sottodimensionato rispetto alle esigenze di quella scuola. Ma quello che adesso mi sembra importante è capire che fine hanno fatto tutte quelle misure di mitigazione del rischio industriale che il consiglio comunale aveva preteso per approvare la variante nel 2014. Ora che si è finalmente accesa l’attenzione sulla sicurezza delle scuole, con Rieti comune del cratere mi sembra surreale costruire una nuova scuola così».

Rieti, il concorso in Comune vinto da diciotto persone Cicchetti: ora non servon

di Alessandra Lancia
RIETI – Concorsone «congelato», il sindaco Antonio Cicchetti rompe il silenzio e spiega perché non ha dato seguito alla graduatoria e avviato le procedure per promuovere e/o assumere le 18 figure messe a concorso dalla giunta Petrangeli. I PERCHE’ DI UNA SCELTA «In questa vicenda bisogna considerare tre diversi profili – dice Cicchetti a Il Messaggero, che ha sollevato il caso – C’è un profilo giuridico, su cui sta lavorando il nuovo segretario comunale: il suo predecessore se ne…

Rieti, Studentesca Milardi a Roma a caccia dei titoli regionali Cadetti

di Lorenzo Bufalino
RIETI – Oggi e domani allo stadio della Farnesina di Roma gli atleti dell’Atletica Studentesca Rieti Andrea Milardi gareggeranno nel campionato regionale individuale categoria cadetti. I ragazzi under 16 di tutta la regione oltre al titolo a Roma andranno alla ricerca del minimo di partecipazione per il prossimo criterium per regioni di Cles e del posto da titolare nella rappresentativa Laziale per il campionato nazionale.

Tra i ragazzi della Studentesca diversi sono già gli atleti che hanno già conseguito il minimo di partecipazione alla manifestazione più importante dell’anno per la categoria cadetti. Su tutti la specialista delle prove multiple Cecilia Rinaldi che con il titolo individuale vinto nel pentathlon lo scorso weekend, si è già messa in tasca il posto da titolare nella rappresentativa per Cles. A Roma la Rinaldi concorrerà nelle gare di 80 ostacoli e 300 ostacoli dove anche qui potrà giocarsi le carte per un buon piazzamento nel podio.

Con lei ci sarà a Cles anche Federico Fratili, cadetto allenato da Alberto Milardi che durante il trofeo torri gemelle è riuscito a saltare nel triplo la misura standard per poter essere della partita al criterium. Con il suo 12.89 Fratili guida anche la classifica regionale e vincendo il titolo potrà aggiudicarsi l’ambito posto nella rappresentativa laziale. Oltre al triplo Fratili gareggerà anche nel salto in lungo provando così a salire sul podio su entrambe le discipline. Altra atleta già in possesso del minimo è Alessandra Rinaldi, allenata da Arduino Chiari insieme a Katrin Blasetti, che in stagione ha già corso forte negli 80 ostacoli con il tempo di 12.29, tempo che la mette in seconda posizione tra le partenti. Anche lei proverà a giocarsi il posto da titolare nella rappresentativa.

Super favorita nel lancio del giavellotto anche Ludovica Giannursini che con i suoi oltre 46 metri in stagione diventa una seria pretendente per le medaglie che contano al criterium di Cles, con il posto praticamente già assicurato in rappresentativa. Da seguire il rientrante Pietro Peron che dopo un brutto infortunio ad inizio stagione che l’ha costretto a saltare praticamente tutta la stagione estiva, torna in gara nel peso e nel disco dove prova ad insidiare i suoi avversari per la vittoria del titolo.

Il capitano dell’ultimo cds cadetti Flavio Faraglia sarà impegnato nei 300 e nei 300 ostacoli dove punterà ad avvicinare il podio. Giulia Mezzanotte invece nei 3 km di marcia dopo aver distrutto il suo record personale al trofeo Perseo cerca il salto di qualità che la potrebbe portare al minimo per i campionati Italiani. Molto buone e da podio anche le due staffette veloci 4×100.