Redazione

Tende per interni: design, tecnologia e sostenibilità

Con l’arrivo della bella stagione (ma non solo) si pone il problema della luce: è necessario filtrarla senza però rendere più buia la nostra casa, così come è importante creare fluidità con gli esterni senza compromettere la propria privacy. Le tende da interni, con le loro innumerevoli soluzioni, ci vengono in aiuto, anche se non è sempre semplice scegliere quelle che fanno al caso nostro. Diventano parte dell’arredamento e, in quanto tali, è necessario che si armonizzino con il resto della casa, sia in termini cromatici che di design. Ma non solo, perché possono essere, grazie alle nuove tecnologie, utili in termini di risparmio energetico e sostenibili, grazie all’impiego di materiali riciclati. Ecco una selezione di tende performanti, di design e – inutile dirlo – vicine all’ambiente.

Mottura

Mottura

Dal 1963 Mottura si occupa della decorazione della finestra, prima come produttore di mantovane in legno, poi come vero protagonista del settore, grazie ad un programma d’avanguardia avente come obiettivo quello di offrire agli specialisti la soluzione tecnologica più adatta per ogni tipo di applicazione. L’azienda produce tende tecniche, dispositivi in cui sistema e tessuto sono un tutt’uno indivisibile, oggi non più complementi d’arredo ad uso ufficio, ma, protagonisti in ambito residenziale e comunità in termini di risparmio energetico. Rientrano in questa linea le tende verticali, plissettate, veneziane e le tende a rullo sia per indoor sia per outdoor, oltre alle tende a rullo motorizzate Energy a batteria. Il motore elettronico è alimentato rigorosamente a batterie al Li-Yon a basso consumo ricaricabili. I tessuti utilizzati per le tende tecniche sono prodotti senza l’utilizzo di PVC, 100% poliestere Trevira CS interamente riciclabile dal produttore di filato, tessuti realizzati da recupero di bottiglie in PET  e tessuti cellulari che contribuiscono al comfort ambientale, permettendo un risparmio energetico per riscaldamento invernale e raffrescamento estivo: sono solo alcune delle preziose opportunità che abbiamo a catalogo per vestire gli ambienti con stile. I sistemi per tende presuppongono complementarietà tra sistema e tessuto, disponibili anche motorizzate ed azionabili in ambienti home automation. I motori digitali sono tutti a basso consumo nel rispetto dell’ambiente ed i sistemi tutti realizzati con alluminio proveniente dalla catena del riciclo. I sistemi sono suddivisi in: arricciate, a pacchetto, a pannello, per lucernari, per separazione ambienti. Anche i tessuti per le tende d’arredo sono nel segno della sostenibilità, come il lino Coex, tessuto 100% naturale creato con polimeri cellulosici estratti da fibre di origine   vegetale rese ignifughe grazie all’impiego di una tecnologia che non prevede alcuna ripercussione a livello ambientale. Riciclabile, biodegradabile e anallergico. Tantissime le referenze certificate TREVIRA CS, sinonimo di ecologia in tutto il mondo, grazie alle sue proprietà. Durante il lavaggio non emettono sostanze dannose per l’ambiente. Le particolari caratteristiche, come ad esempio le proprietà ignifughe, sono saldamente ancorate nei fili e nei filati. Non migrano e non minano l’ambiente per tutto il ciclo di vita del tessuto: un ciclo a lungo termine. L’azienda vanta inoltre innumerevoli certificazioni che garantiscono standard altissimi in termini di impatto ambientale, di impatto economico e sulla salute.

ÉLITIS

Elitis

Si chiama CMO la nuova collezione di Elitis, in cui la passione per i migliori elementi naturali al mondo e l’artigianato tradizionale ha portato il marchio francese a scoprire materiali inconsueti. Per rivelare le loro qualità intrinseche – delicatezza, essenza naturale, ricchezza delle imperfezioni – queste fibre vengono tessute e ingrandite su telai a mano, da artigiani che perpetuano gesti antichi. Le piante utilizzate vengono coltivate o raccolte con metodi che rispettano il loro ecosistema. Da sempre fanno parte dei loro paesaggi, contribuendo a mantenerne le specificità, la biodiversità e la struttura (sostegno del suolo, riparo per uccelli, ecc.): utilizzarli in modo responsabile consente di preservare e proteggere aree naturali. Vengono scelti solo quelli che possono essere utilizzati in modo sostenibile (ricrescita rapida, taglio non invasivo ecc.). Da sempre vicine all’artigiano che le lavora, queste piante alimentano economie locali compatibili con la tutela della natura. L’idea di proporre tessuti per l’arredamento della casa in fibre naturali nasce dai suoi viaggi in giro per il mondo, alla scoperta di un know how ben preciso e di artigiani vicini alla Natura. CMO Paris è stato tra i primi brand a introdurre tessuti con elementi originali come palme, giacinto d’acqua, abaca, ramiè, fibre di rafia e altre ancora. Oggi la sua eredità è stata raccolta da Elitis, che ha realizzato una collezione di creazioni tra rivestimenti, tessuti e materiali adatti a rivestire paralumi o pareti scorrevoli. Tutte le referenze hanno in comune un lavoro artigianale raro e accurato

Kinnasand | Kvadrat

Kinnasand

La collezione Monotypes di Kinnasand esprime la bellezza di composizioni pure realizzate al 100% con materiali circolari. Lana. Canapa. Lyocell. Poliestere riciclato.Monotypes modula le caratteristiche distintive di questi materiali attraverso un approccio puristico e al tempo stesso raffinato nei confronti dei processi di produzione e delle finiture. La materialità non si limita a modellare il design, ma è il design stesso.Le costruzioni di tessitura precise riflettono l’essenza individuale e l’architettura cellulare di ogni singolo materiale. Un sablé in lana, con filati naturali mélange, rispecchia l’aspetto della lana al microscopio, mentre un intreccio grafico a giro inglese a rete rimanda alla lavorazione ritmica del poliestere riciclato

0 comments on “Tende per interni: design, tecnologia e sostenibilità

Leave a Reply

%d bloggers like this: