Un viaggio artistico e un’esperienza psichica, conoscitiva: “The Art Labyrinth, una delle location più misteriose ed enigmatiche di KULTURA/Occupy White Walls, è una galleria labirintica concepita come installazione artistica da Barabeke, visionario artista italiano i cui lavori sono ospitati in numerose gallerie virtuali. All’interno di “Art Labirinth” c’è una raffinata selezione di opere: quadri di Bosch, Bronzino, Leonardo, Hodler, Redon, von Lenbach, Hubert Robert. Dipinti che tracciano un percorso misterioso, un racconto quasi sciamanico di grande effetto. «Nel mio labirinto ci sono opere d’arte da ammirare, ma c’è anche l’aspetto frustrante della ricerca di una via d’uscita» spiega l’artista. «Si incontrano vicoli ciechi dove ci sono messaggi, i “wisdom quotes”, informazioni legate all’esperienza che i visitatori stanno vivendo. E non manca una sorpresa finale, qualcosa fuori dagli schemi, un epilogo che il pubblico non si aspetta». Vero e proprio pioniere della crypto art, Barabeke (termine che in dialetto veneto significa “uomo nero”) quest’anno parteciperà al Bae Tokyo 2021, importante mostra collettiva che si terrà a Tokyo, in Giappone tra giugno e luglio.

Barabeke, The Art Labyrinth, KULTURA/OWW

Estimatore del grande regista franco-cileno Alejandro Jodorowsky, Barabeke ha un passato come social media manager. Attratto dalla visionary art ha coltivato tutti i generi declinati al digitale e considera la scena virtuale come un’opportunità espressiva da non perdere: «Sono molti gli artisti che si dedicano alla crypto art che influenzano la scena artistica in senso filosofico. Questo “nuovo mondo” non è solo commercio, è anche il desiderio di comunicare qualcosa di nuovo, di esplorare nuovi stili e cambiare le regole del gioco» continua Barabeke. «In KULTURA/OWW non si possono vendere direttamente le proprie opere, come invece accade in altri mondi virtuali basati sulle blockchain. Lo spazio non costa nulla. È un modo di esplorare l’arte, totalmente inedito. Si ha accesso a decine di migliaia di opere d’arte con descrizioni accurate». KULTURA/OWW, è un gioco intrigante (e gratuito) sull’arte e l’architettura, una piattaforma artistica cresciuta fino a 660 volte la dimensione del Louvre. In questo enorme territorio virtuale ci sono oltre 80.000 gallerie 3D, con ogni genere di opere d’arte, molte delle quali trovate grazie a Daisy, pionieristica Intelligenza artificiale. Un’occasione da non perdere.