Tragedia a scuola, Ragazzino di 13 anni muore in gita. La professoressa rischia il carcere, Ecco cosa ha fatto

tragedia-a-scuola,-ragazzino-di-13-anni-muore-in-gita.-la-professoressa-rischia-il-carcere,-ecco-cosa-ha-fatto


Uno studente di tredici anni è morto mentre era in gita con la scuola e adesso la professoressa rischia il carcere. E’ una questione ardua quella di capire le responsabilità di un insegnante quando accadono tragedie del genere, soprattutto durante le uscite. Sembra impossibile poter stare dietro a molti bambini, entusiasti per aver saltato un giorno di scuola e poter trascorrere una mattinata all’insegna del divertimento. Ma è questo il compito di chi lavora con gli alunni e, in caso di distrazione, si può incorrere non soltanto alla perdita del proprio lavoro, ma anche a una condanna molto salata.

LEGGI ANCHE—> Bomba ad Amici, la moglie di Amadeus diventa professore di danza. Ecco chi fa fuori Maria ad un passo dal serale. Fan sotto choc

Quel che bisogna stabilire, però, è se la morte del ragazzo sarebbe accaduta ugualmente, con o senza la supervisione della sua professoressa. Il caso di Alessio Quaini è molto delicato. Il giovane, infatti, soffriva di problemi al cuore, nel dettaglio di cardiopatia congenita. Un deficit che avrebbe potuto procurargli un malore da un momento all’altro. La tragedia è avvenuta nel Bresciano, dove i giovani studenti della scuola si erano recati in visita al Comune di Villanuova sul Clisi. Una struttura caratterizzata da ben quaranta gradini che tutta la scolaresta doveva affrontare per giungere in cima.

E’ stato proprio su quei quaranta gradini che il ragazzo di tredici anni ha accusato il malore. Per poi morire. Una tragedia che ha lasciato una famiglia senza un figlio e che ha gettato nell’ombra il nome della scuola. Subito è partita una causa legale. Secondo l’accusa, la professoressa non avrebbe dovuto permettere ad Alessio Quaini di affrontare questo sforzo, conoscendo le sue condizioni di salute. I medici che avevano precedentemente impiantato un defibrillatore hanno detto che quello per lui era stato un ostacolo insormontabile. Anche considerando che era una giornata di sole forte.

LEGGI ANCHE—> Bufera a scuola, arrestato professore per come ha chiamato un suo alunno. La polizia irrompe in aula

Ancora, l’accusa ha voluto evidenziare che dopo la morte del giovane di tredici anni non è stato esaminato, per l’appunto, il suo defibrillatore. Un’attenta analisi avrebbe potuto rivelare con certezza la sua aritmia. Insomma, la professoressa della scuola che aveva accompagnato gli studenti in gita è stata chiamata in giudizio per questa morte e adesso rischia otto mesi di carcere. Dal suo canto, la difesa afferma che l’istituto non aveva ricevuto alcun tipo di certificato medico che attestasse le condizioni mediche del ragazzo. Non solo, qualche mese prima Alessio era stato al Vittoriale, dove aveva affrontato molti gradini senza sforzo alcuno.

E voi che ne pensate? Fatecelo sapere commentando sul gruppo ufficiale di Maria de Filippi o  Sulla nostra pagina Facebook anche su INSTAGRAM 

Tragedia a scuola, Ragazzino di 13 anni muore in gita. La professoressa rischia il carcere, Ecco cosa ha fatto scritto su Più Donna da Maria Costanzo.

0 comments on “Tragedia a scuola, Ragazzino di 13 anni muore in gita. La professoressa rischia il carcere, Ecco cosa ha fatto

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: