Tutto pronto per Eye of the Collector 2021

 Eye of the Collector è lieta di annunciare che la sua edizione inaugurale si terrà dall’8 all’11 settembre 2021 a Two Temple Place Londra e online in collaborazione con Christie’s.

Eye of the Collector è una nuova fiera d’arte dove i collezionisti hanno l’opportunità di vedere e acquistare straordinarie opere d’arte e di design in un ambiente sicuro e intimo. Creato per ispirare e coinvolgere il pubblico, la fiera è elegante ma allo stesso tempo sensibile all’attuale situazione globale e sostenibile nella sua impronta.

Sinistra: Shomei Tomatsu (1930-2012), Prostitute, Nagoya, 1958, courtesy of Michael Hoppen Gallery | Destra: Josef Frank for Svenskt Tenn, Cabinet on stand “Flora” model 852, Sweden, 1937, courtesy of Modernity. From the Eye Viewing Room May 2020.

La partnership innovativa, Eye of the Collector X Christie’s, si concentrerà sulla natura curatoriale ed esperienziale di Eye of the Collector. Questa nuova esperienza unica di fiera è sviluppata dal fondatore Nazy Vassegh in collaborazione con le principali gallerie internazionali. Christie’s creerà e ospiterà una piattaforma online accessibile a livello globale che mostrerà i punti salienti di Eye of the Collector 2021 presentati sullo splendido sfondo di Two Temple Place.

Eye of the Collector X Christie’s si svolgerà parallelamente all’evento e presenterà una selezione curata di opere di gallerie internazionali che abbracciano generi dall’antico al contemporaneo (tra cui: Tornabuoni Art, Michael Hoppen Gallery, Whitford Fine Art, Frederick Mulder, Long-Sharp Gallery, Ariadne, Ting Ying Gallery, Pangolin London, Rebecca Hossack Gallery, Gallery FUMI, Kate MacGarry, Modernity, Vigo Gallery e Kallos Gallery).

Come parte della partnership, Christie’s Education terrà un evento Eye of the Collector che farà parte del programma di conferenze.

Eye of the Collector lancerà una sala di visualizzazione online in coincidenza con la data dell’edizione inaugurale.

Per quanto riguarda invece l’allestimento, Eye of the Collector evita la “grande tenda bianca” a favore di un grande ambiente domestico di importanza architettonica ed estetica. Tenutosi a Two Temple Place, una volta casa dell’uomo più ricco del mondo e ora di proprietà e gestito dal Bulldog Trust, Eye of the Collector definisce un nuovo standard nelle fiere d’arte dove l’ambiente è piacevole quanto l’arte in mostra e i due entrano in un dialogo unico di giustapposizione e curatela.

Nazy Vassegh, fondatore e CEO di Eye of the Collector, ha commentato: “Siamo entusiasti di poter tenere il nostro primo evento fisico a Londra questo settembre e lieti di poter annunciare Eye of the Collector X Christie’s che permetterà alle nostre gallerie di mostrare le opere ad un pubblico globale. Questo modello ibrido e globale assicurerà che Eye of the Collector raggiunga un pubblico veramente internazionale”.

Nazy Vassegh, Eye of the Collector Founder e CEO, presso il Two Temple Place Photo credits Alex Board.