Redazione

Una villa anni ’20 nella campagna californiana

una-villa-anni-’20-nella-campagna-californiana

Passare da una moderna warehouse convertita a loft nel centro di Oakland a una casa del 1920, stile Tudor non è un cambiamento da poco, soprattutto se la proprietaria è una designer. Susie Novak, fondatrice della omonima agenzia di interior design, ha fatto un cambiamento radicale, sia dal punto di vista della propria quotidianità  e di quella della sua famiglia, che da quello dello stile.

Ph. Thomas Kuoh Photography

Nel 2011 ha acquistato una vecchia casa a Trestle Glen, Oakland, un quartiere a metà tra urbano e suburbano, dove trasferirsi assieme al marito e alle due figlie. Se fino ad allora il suo stile era caratterizzato dall’amore per gli arredi moderni, perfetti per il loft dove aveva vissuto fino ad allora, con l’acquisto della nuova casa ha dovuto  approfondire anche l’arredo tradizionale e il country francese che fino ad allora non facevano parte delle sue ispirazioni. La ristrutturazione ha richiesto diversi anni, anche perchè, da interior designer, è stato difficile staccarsi dal progetto e mettere la parola “fine” ai cambiamenti, alle piccole rivoluzioni e alle sperimentazioni.

Nel soggiorno: divani di Restoration Hardware, tappeto Stark, pouf custom-made, lampada Arteriors e tavolino Palecek. Ph. Thomas Kuoh Photography

Quando le si chiede come definirebbe questa casa in una frase, risponde: «Una vecchia casa con fascino da vendere in un gioiello di quartiere».  Lo stile della casa è un tudor californiano. È stata costruita nel 1920 insieme alla maggior parte delle altre case del vicinato. «C’era un treno che andava da Piedmont al centro di Oakland e le rotaie  attraversavano questa zona. E c’è anche un piccolo torrente, dato che siamo in una piccola valle – spiega Susie Novak – La casa è a due piani e ha parecchi muri. Dopo l’acquisto abbiamo fatto molti lavori che includevano il livellamento della casa, l’apertura della cucina togliendo una camera da letto adiacente, il trasferimento e l’ampliamento della scala. La casa ha cinque camere da letto. Sei, se si include la casita nel cortile».

Sousie Novak nella sala da pranzo della sua villa. Il tavolo da pranzo è Noir Furniture, credenze Article, tende The shade store. Ph. Thomas Kuoh Photography

Quali sono state le tue fonti di ispirazione per il progetto?

«Interni britannici (tudor). La natura della costa della California, il deco francese e il country francese. Volevo davvero che la casa fosse raccolta, curata, eclettica, personale, che conservasse il carattere e aggiungesse particolarità».

Ph. Thomas Kuoh Photography

Che tipo di colori e materiali avete deciso di usare in questa casa?

«Abbiamo usato moltissimi materiali, ma l’idea era di rimanere sul classico. Tutti i piani di lavoro sono in marmo. Non ho rimpianti. Amiamo il blu, quindi abbiamo usato il blu nelle piastrelle, sulle pareti e nei tappeti».

La “casita” nel cortile, trasformata in ufficio. Ph. Thomas Kuoh Photography

Quali sono i tuoi elementi di design preferiti della casa? 

«Amiamo le finestre nella parte anteriore della casa. Sono dei vecchi infissi in legno divisi. Abbiamo dovuto sostituirle, ma l’abbiamo fatto in modo da preservarne l’aspetto, ordinando finestre in legno personalizzate e usando vetri antichi per ottenere quella sensazione di casa antica. Abbiamo costruito anche una piccola collezione d’arte, che include: un Hadas Tal nella camera da letto, un Peter Koublis nel soggiorno, un Erin Eastabrooks e un Emu Emw nella casita, un Christopher Rodriguez nel soggiorno e un Grey Malin nella stanza di famiglia».

La stanza padronale della casa di Susie Novak.Ph. Thomas Kuoh Photography

Qual è la tua parte preferita della casa?

È una perfetta casa per famiglie. Abbiamo creato una suite con un bagno e una cabina armadio. Se avete lo spazio, è importante creare una grande stanza padronale all’interno della casa. È come avere il proprio piccolo pied-à-terre. Un santuario dove si può sfuggire ai bambini, ma anche un posto per loro da usare che è caldo e invitante».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: