Verissimo, Silvia Toffanin furiosa con Lea T: “Affermazioni diffamatorie”

    0
    38
    verissimo,-silvia-toffanin-furiosa-con-lea-t:-“affermazioni-diffamatorie”

    Verissimo

    La modella trans ha attaccato la trasmissione con accuse particolarmente gravi. La replica della conduttrice

    Pubblicato su

    Discriminazione e censura, sono queste le accuse di Lea T, modella transgender, nei confronti di Verissimo. La scorsa settimana ha scritto un post su Instagram sostenendo di aver dedicato troppo tempo al salotto del sabato di Canale 5, preferendo continuare il suo percorso senza la trasmissione, sperando con tutto il cuore che la puntata non esca mai poichè il suo pensiero socio-politico sarebbe distante anni luce:

    “Silenziare certi gruppi è la prima mossa per continuare seduti in quel vostro trono sporco di sangue! Questo CIStema è miserabile come la vostra storia! Verissimo, niente di nuovo”

    La modella, che calca le passerelle internazionali, ha rotto il silenzio dopo l’ospitata di Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d’Italia ha raccontato alla conduttrice di Verissimo la sua vita privata e, secondo indiscrezioni, la messa in onda dell’intervista a Lea T sarebbe stata posticipata a oggi, sabato 15 maggio 2021. In realtà, è stato scoperto che la sua intervista è stata registrata a febbraio scorso e per una questione di incastri tecnici si è scelto di sacrificarla e di farla slittare. La richiesta della modella di non trasmettere l’intervista non ha avuto esito positivo.

    Silvia Toffanin ha aperto la puntata replicando a Lea T. La padrona di casa ha spiegato che le interviste non vanno in onda mai subito. Alcune vengono trasmesse dopo per esigenze produttive, per esigenze degli artisti o perchè non sono strettamente legate all’attualità:

    “La protagonista di questa intervista è una modella trans che dopo aver visto l’intervista alla Meloni ha pubblicato delle affermazioni pesanti accusandoci di censura e discriminazione”

    Silvia Toffanin replica a Lea T a Verissimo: “Discriminazione e censura non mi appartengono”

    La Toffanin ha spiegato che a Verissimo ha sempre dato voce a tutti, donne, uomini, omosessuali, transessuali, facendolo con grande rispetto, attenzione e sensibilità. Lea T ha accusato la trasmissione di censura anche con dei commenti social molto pesanti perchè hanno dato voce a una persona che la pensa diversamente da lei, ovvero alla Meloni:

    “Adesso chi è che discrimina? Le parole censura e discriminazione non ci appartengono, non appartengono a Mediaset, a Verissimo e certamente non appartengono a me”

    Verissimo, Lea T a Silvia Toffanin: “Il razzismo mi perseguita”

    La modella, figlia del campione di calcio Toninho Cerezo, ha raccontato a Verissimo di essere arrivata in Italia quando aveva circa due anni. Della sua infanzia non ricorda molto, è stato un periodo bello e privilegiato, ed è cresciuta circondata da tanto amore. Poi a Silvia Toffanin di aver vissuto il razzismo da piccola, cosa che ancora si porta dietro.

    Leave a Reply