cronaca

Vodafone Curve, il fanalino smart che fa anche da antifurto per la bici

vodafone-curve,-il-fanalino-smart-che-fa-anche-da-antifurto-per-la-bici

Funziona come uno stop a led, rileva incidenti e notifica alert, ma soprattutto localizza la bici in 100 paesi

Vodafone-Curve-Bike-light-GPS-tracker.

Curve si rivolge ai pendolari ciclisti ma anche agli sportivi che amano lunghe percorrenze in sicurezza ed è in sostanza una versione più avanzata e di design rispetto al Vodafone V-bike Smart.

Una luce potente

Curve appare come un piccolo dispositivo di illuminazione da agganciare al reggisella e rivolgere verso la zona posteriore. È composto da tre unità modulari. La prima è quella che consente l’aggancio: la confezione include anche cinque diversi adattatori gommati. La seconda integra il tracker gps e la sirena, mentre la terza ospita il led principale e quelli laterali. Una volta montato tutto, gli ingombri sono di soli 48 x 122 millimetri a fronte di un peso complessivo di 256 grammi. Ovviamente è assicurata l’impermeabilità con livello di protezione IP67, quindi completa resistenza alla polvere e pioggia intensa.

Un tasto consente di scegliere fra tre modalità di illuminazione: lampeggiante, pulsata o fissa (25 lumen). Inoltre grazie all’accelerometro il fanalino segnala la frenata intervenendo sull’intensità luminosa. Una vera e propria luce di stop che arriva fino a 40 lumen, rendendo anche la conduzione diurna e notturna decisamente più sicure.

Una protezione in più

Accelerometro e giroscopio lavorano in sinergia per rilevare anche eventuali incidenti. Se la posizione della bicicletta è anomala e non si rimonta in sella o non si riparte, il sistema invia la posizione gps ai contatti prescelti e comunica via sms, notifica push o chiamata telefonica quanto accaduto. Tutto questo è possibile grazie a una smart sim integrata sul dispositivo e collegata alla rete mobile Vodafone. In assenza di segnale gps il Curve sfruttare il wi-fi e la rete cellulare.

Sganciando il fanalino (l’ultimo modulo) si può attivare l’allarme. In pratica se la bici viene spostata il tracker fa partire una sirena da 107 decibel e invia un alert sullo smartphone del possessore. Ovviamente è possibile anche continuare a monitorare a distanza la posizione della bici per tutta la durata della batteria – che viene dichiarata in fino a 4,5 giorni in standby e fino a 7,5 ore in modalità accesa. La ricarica avviene smontando il modulo led e collegandolo all’alimentazione via usb.

Insomma, l’app Vodafone Smart per gestire ogni funzione di Curve in remoto è una sorta di ponte di comando a portata di dito. Permette infatti di riprodurre un suono per trovare la bici in un’area affollata, accendere e spegnere la luce quando è collegata al tracker e attivare/disattivare l’allarme.

Perfetto per il cicloturismo

La localizzazione della propria bici è più sicura rispetto ai più diffusi sistemi bluetooth poiché viene impiegata la rete mobile Vodafone e anche il Gps. Per altro funziona in 100 paesi e quindi si candida come soluzione ideale anche per il cicloturismo. Utili anche le funzioni che consentono di stabilire perimetri virtuali, con alert nel caso vengano superati, e quella di cronologia con tutti i percorsi registrati nel tempo. A ogni modo la tecnologia bluetooth consente non solo di collegare il proprio codice Imei all’account in fase di attivazione ma anche interagire via smartphone più facilmente quando si è nel raggio d’azione adeguato.

Costo e disponibilità

Vodafone Curve è già acquistabile sul sito ufficiale Vodafone al prezzo di 139 euro. I primi sei mesi di connettività sono inclusi, poi viene chiesto un esborso di 2,99 euro al mese per tutte le attività di tracciamento remoto, localizzazione e alert.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: