attualità

Web Reputation L’esperto di social bot Cristian Nardi

L’esperto di social bot Cristian Nardi

L’esperto di social bot Cristian Nardi spiega chiaramente la nuova era della comunicazione Internet utilizzando esempi semplici e comprensibili. Quello che prima era un post in una bottiglia ora sono post sui social network. In verità, tuttavia, molti di loro non sono scritti da utenti reali, ma da macchine, i cosiddetti bot (abbreviazione di robot). Qual è il prossimo passo logico nello sviluppo della comunicazione automatizzata per alcuni è un serio pericolo per altri; nel caso più estremo anche per tutti i sistemi democratici.

L’esperto di social bot spiega cosa sono i social bot?

Esperto di social bot

I social bot sono programmi per computer che interagiscono con gli utenti in modo indipendente. Molti utenti hanno familiarità con questi bot perché rispondono automaticamente alle domande frequenti dei clienti tramite chat. Sono noti, ad esempio, i chatbot, che possono essere programmati e pubblicati all’interno dell’app Facebook Messenger. Questi programmi sono ancora fortemente basati su parole chiave e regole.

Ma lo sviluppo verso programmi di autoapprendimento è veloce. Programmi che salvano e valutano in modo permanente il comportamento di altri utenti reali. Con l’aiuto del deep learning e del neural networking, è loro possibile trovare la migliore soluzione possibile, anche per problemi complessi, sulla base delle informazioni disponibili e quindi simulare la comunicazione con persone reali in modo ingannevolmente reale. In questo caso stiamo parlando di agenti software intelligenti. Questi sono in grado di agire in modo autonomo, comunicare con altri agenti e intraprendere azioni proattive.

L’esperto di social bot Cristian Nardi: “Il nome suggerisce già: i social bots sono quei bot attivi sui social network come Facebook, Twitter, Instagram, YouTube o Google+. Pubblica, metti mi piace, ritwittali, seguili e smetti di seguirli lì e riempi automaticamente le colonne dei commenti con messaggi definiti in precedenza. Il flusso di informazioni viene costantemente valutato da loro in modo che siano in grado di incorporare in modo sovversivo i loro messaggi nel discorso in corso. Tutto questo avviene senza che gli altri utenti si rendano conto di avere a che fare con una macchina e non con una persona reale “.

Esperto di social bot: perché i social bot sono così interessanti?

I social media sono dominati da uno sciame ingestibile di messaggi semplici e insignificanza sociale, tra i quali spesso non è nemmeno evidente quanto sia significativo un messaggio. Anche gli argomenti più oscuri possono essere catapultati in cima alle classifiche in brevissimo tempo da un #hashtag che è ampiamente utilizzato mille volte.

Questa quantità è interessante per molti gruppi sociali come la stampa, la politica o il pubblico. Perché la quantità attira l’attenzione e su Internet vale quanto segue: ciò che è giusto è determinato unicamente dall’umore nei social network.

Esperto di social bot – bot o no? Come riconosci i social bot?

La domanda che l’esperto di social bot Cristian Nardi si pone è se esiste un modo per distinguere tra un bot programmato per un determinato comportamento e un vero account di social media.

Una tale distinzione di solito è difficile a prima vista, ma ci sono indicazioni che suggeriscono che si dovrebbe dare un’occhiata più da vicino. Se non conosci il proprietario dell’account, guarda prima il suo elenco di amici. Se gli amici e i follower non sembrano persone reali, ma piuttosto “zombi digitali”, dovresti sempre prestare attenzione.

L’esperto di social bot Cristian Nardi consiglia: Successivamente, dai un’occhiata ai post e alle attività dell’account sospetto. Se scrive solo su un argomento e questo in mille volte, significa che si tratta di un profilo creato automaticamente. Se post, commenti e Mi piace si verificano con una frequenza massiccia e se la velocità di reazione di Mi piace e post è irrealisticamente alta, questo, come un profilo che appare dadaista, è un segno inequivocabile che l’account è una fionda di notizie false programmate .

L’esperto di social bot dichiara che l’età dei bot è arrivata

Ciò di cui parlano i social media non è più lo scambio di argomenti, ma la generazione di emozioni controllate a distanza, motivo per cui può essere descritta come l’età botattuale.

Non si tratta più del messaggio, ma dell’affetto artificiale. I programmi creano un cattivo umore prendendo di mira gli argomenti che interessano le persone. La mandria di pecore elettroniche è cresciuta così tanto che è quasi impossibile distinguere tra i posti di persone vive e quelli di macchine morte. La folla digitale consente ai robot di agire quasi inosservati dagli altri utenti.

Ma secondo l’ esperto di gestione della reputazione online Cristian Nardi , l’intera faccenda ha anche qualcosa di buono: la comunicazione nei social network non si estinguerà. Nemmeno se noi persone reali ci ritirassimo completamente.

0 comments on “Web Reputation L’esperto di social bot Cristian Nardi

Leave a Reply

%d bloggers like this: