GOSSIP

Lutto nella musica, scompare un genio del mestiere: lottava contro il male oscuro

lutto-nella-musica,-scompare-un-genio-del-mestiere:-lottava-contro-il-male-oscuro

Muore a 66 anni il musicista e direttore artistico della Notte della Taranta, il mondo della musica piange la sua scomparsa.

Daniele Durante

Era malato da tempo di tumore, una lunga malattia che lo ha spento piano paino fino al tragico epilogo che lo ha portato alla morte comunicata dalla famiglia nella giornata di ieri.

Con lui se ne va uno dei massimi estimatori della riscoperta e valorizzazione delle tradizioni popolari italiane. Parliamo di Daniele Durante, 66 anni, musicista e direttore artistico della “Notte della Taranta“.

Personalità illustre della scena leccese, Durante è stato uno dei principali protagonisti capaci di portare avanti il Canzoniere Grecanico Salentino, fondato nel 1975 da Rina Durante. Con lui in questa lunga e difficile impresa gli amici inseparabili di sempre, Roberto Licci, Luigi Chiriatti, Bucci Caldarulo e Rossella Pinto (sua prima moglie).

Chi era Daniele Durante, il maestro amato dai salentini

Daniele Durante, il genio della Pizzica, è morto a 66 anni nella sua casa di Lecce dopo aver lottato con un tumore che l’aveva colpito da tempo. Lascia la moglie Francesca e i figli Caterina, Ernesto Niceta, Mauro e Flavio.

Si trattava di uno dei massimi esperti di musica popolare del Salento, nonché direttore artistico della “Fondazione La Notte della Taranta” a partire dal 2016.

LEGGI ANCHE —> Tragedia sul lavoro, operaio paga con la vita: il nobile gesto familiare

LEGGI ANCHE —> Denise Pipitone, l’ex magistrato parla del caso: chi potrebbe averla salvata

Il suo nome è associato alla spinta innovatrice di molte edizioni del Concertone, soprattutto dal 1998, quando opponendosi ai conservatori più tradizionalisti della regione, affiancò il maestro Daniele Sepe nell’opera di ammodernamento della tradizione musicale salentina.

Era stato anche docente di etnomusicologia al Conservatorio di Lecce dove in gioventù si era diplomato in chitarra classica. Uomo dallo spirito ecclettico e all’avanguardia, ha trasformato il folklore salentino in un genere riconosciuto e apprezzato in ogni parte del mondo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: