Categoria: news

Moda e musica: il prezioso connubio di stile firmato DiamonDiamond e Paolo Anziliero fa tappa al resort Fonteverde Lifestyle & Thermal Retreat

Raccontare il Made in Italy attraverso la moda e la musica: un prezioso connubio che si è tradotto in peculiari eventi che portano la firma di Andrea Falcioni titolare di DiamonDiamond e del cantante lirico Paolo Anziliero.
Lo stile regna sovrano, la location è sempre di gran prestigio: come Fonteverde Lifestyle & Thermal Retreat, diretto da Piero Magrino,”sede” lo scorso 27 agosto di un nuovo evento esclusivo che ha catturato totalmente l’attenzione del pubblico presente.
Mentre agli ospiti veniva servito un aperitivo, si svolgeva una sfilata di moda della stilista Maria Rita Giurlani dove alcune modelle indossavano collane o anelli del brand DiamonDiamond ed i presenti ascoltavano l’esibizione del talentuoso cantante Paolo Anziliero accompagnato magistralmente al pianoforte dal maestro Fernando Diaz.
 
L’esperimento di abbinare musica e moda era già stato messo in atto lo scorso mese, nellasfilata evento “Roma è di moda” che si era tenuta nella Capitale nella suggestiva via Veneto lo scorso 28 luglio quando si era esibito Paolo Anziliero.
Paolo ha dichiarato che l’idea di ” fare salotto ” e fare un mix di arte, moda e musica è cominciata nella loro Sede di Roma in via della scrofa 73 e fornisce grandi soddisfazioni il poterlo replicare in una location di un così alto livello.
Quella di Paolo è la storia di una voce che si è distinta nell’Opera, forte di quella caratura da soprano che tiene incollati i suoi ascoltatori alle sue note. Cantante lirico di notevole spessore, ha stregato tutti nella trasmissione di Canale 5  Tu Sì Que Vales.
Oggi, conclude Paolo, vorrei che la musica grazie alla moda arrivasse ad un pubblico più giovane; il concetto è che anche la mia musica di nicchia diventi più fruibile.
Fonteverde Lifestyle & Thermal Retreat
Un esclusivo resort termale in Val d’Orcia, residenza rinascimentale del Granduca Ferdinando I de’ Medici, dove sgorgano acque termali rigeneranti in un panorama unico al mondo.
Lo spa resort sin dalla sua apertura nel 2002 ha ospitato numerose personalità di spicco del mondo dell’arte, del cinema e dello spettacolo, come Sergio Castellitto, che proprio a Fonteverde ha girato alcune scene del suo film “Non ti muovere”, Penelope Cruz, protagonista dello stesso, le attrici Isabella Ferrari e Cristina Capotondi, il regista Ferzan Ozpetek, gli attori Margherita Buy e Stefano Accorsi, protagonisti del film “Io viaggio sola” della regista Maria Sole Tognazzi che, sempre a Fonteverde, ha scelto di ambientare alcune scene del film, Pierfrancesco Favino e tanti altri.
Non solo attori ma anche molti scrittori e protagonisti del mondo della cultura che ogni estate partecipano alla kermesse “La Terrazza Incontri a San Casciano” con appuntamenti di letteratura, giornalismo, politica, sport ed economia.
Paolo Anziliero
 
Nato il 22 agosto 1993, sotto il segno del Leone, è originario di Vicenza ma vive (e lavora) a Roma.
La sua passione per il canto è innata, e il suo è un indiscusso dono.
Di Paolo Anziliero, in televisione, non si era sentito parlare sino all’esplosione della sua fama con la partecipazione a Tu Sì Que Vales.
Nel 2018 è entrato nel cuore del grande pubblico con un’esibizione di canto lirico davvero sorprendente.

Agosto di preparativi per Sofia Taglioni: “vi svelo alcune novità”

L’abbiamo vista ne “Il Paradiso delle signore” 4 nel ruolo di capo commessa e ancor prima quattro anni fa ne “La Strada di casa 2” con il personaggio di Mirella. L’ultima serie tv che ha girato è “Cuori”, una fiction Rai ambientata negli anni 60 che tratta del trapianto del primo cuore artificiale.
 
Ben trovata. Come stai trascorrendo le vacanze – pause estive (se ce ne sono)?
 
Molto bene, quest’anno mi sono concessa un po’ di tempo in più, e sono venuta in Puglia, a rifugiarmi in un piccolo borgo dove ho casa.

Il 3 settembre sappiamo che approderai a Venezia per presentare il 4 settembre dei momenti culturali fra libri e cinema targati “Fabrique du Cinema”. Ce ne parli?
Ci saranno delle scrittrici da introdurre e dei registi da presentare; non vedo l’ora di cimentarmi in quella che immagino sin da ora sarà una bellissima avventura professionale.
 
In ambito Cinema, spot o comunque set c’è qualcosa che vuoi raccontare o novità recenti che ti è permesso iniziare a spoilerare?
 
È stato l’anno degli spot, ne ho girati almeno una decina, due cortometraggi con giovani registi della Scuola internazionale di Cinema di Roma “ La donna dell’appartamento” e “Molari”, ed ora stiamo a vedere che succede.

Simone Molinari, noto imprenditore Italiano, conquista Vip, Dame e Contesse con i suoi Appartamenti Luxury su tutto il territorio Italiano

Il Signor Molinari insieme alla sua società si occupa di affitti a scopo turistico su tutta la penisola Italiana. Appartamenti Deluxe e Ville di lusso con grandi piscine, sono le richieste più gettonate dei suoi clienti, principalmente Vip, Attori, Celebrities, Calciatori e Show Girls.

Sulla sua Piattaforma Online  www.ilsognoapartments.com è possibile visionare tutti gli appartamenti da sogno che si possono affittare per un determinato periodo di tempo per trascorrere al meglio le proprie vacanze. Tuttavia su www.ilsognoapartments.com è possibile prenotare anche ATTIVITA’ e SERVIZI aggiuntivi per essere ancor più coccolati da questa atmosfera di COMFORT e BENESSERE che IL SOGNO APARTMENTS REGALA!

 

Un importante evento è stato organizzato proprio dal Molinari insieme al suo amico Micheal Rothling, Ossia  il progetto MONOPOLY FORTE DEI MARMI, al quale hanno presenziato la principessa Noora del Bahrein , la Contessa Monica Picedi Benedettini, Francesca Ada Anna Navari (marchesa e dama di Savoia) e tanti altri personaggi di grande spessore.

           

I due amici Molinari e Rothling mossi da un forte senso etico e sociale hanno affermato che una parte del ricavato del progetto MONOPOLY FORTE DEI MARMI sarà donata in beneficenza alla Croce Verde, alla Misericordia  e ad una fondazione che si occupa di migliorare la vita dei bambini affetti da  gravi patologie onco-ematologiche.

 

Link Social di Simone Molinari:

ilsogno_apartments

Al via alla 14ª edizione degli Internazionali di Tennis Città di Todi

Todi, 3 luglio 2022 – La 14ª edizione degli Internazionali di Tennis Città di Todi | Sidernestor Tennis Cup ha preso il via con le qualificazioni. Sui campi in terra rossa del Tennis Club Todi 1971 si sono disputati dodici incontri validi per il primo turno del tabellone cadetto del Challenger organizzato da MEF Tennis Events. La giornata ha registrato tante vittorie azzurre, saranno diversi i ragazzi della truppa tricolore che lunedì 4 luglio si giocheranno un posto in main draw. Le prime sfide del tabellone principale coincideranno proprio con la conclusione delle qualificazioni, subito big match nella sessione serale con il derby tra Luciano Darderi e Gian Marco Moroni.
Un anno dopo la prima volta: l’ascesa di Maestrelli – Inizia senza intoppi l’avventura di Francesco Maestrelli che supera il classe 2006 Diego Fornaci con lo score di 6-1 6-1: “Ho giocato una buona partita. Il mio avversario è molto giovane e alla prima esperienza quindi ha pagato lo scotto, ma io ho colto l’occasione per provare cose che dovrei provare ad aggiungere al mio gioco. Il mio fisico ha retto bene al caldo ed è un buon segnale in vista della partita contro Giorgio Ricca che non sarà facile, lui è un giocatore atipico che può crearmi difficoltà. L’anno scorso qui ho giocato come wild card, quest’anno sono entrato con la mia classifica ed è segno che sto facendo bene, voglio continuare così. Per certi versi questo è il torneo che mi ha lanciato”, conclude il classe 2002 attuale numero 382 ATP. Oltre al citato Giorgio Ricca, che si è aggiudicato per 6-3 6-4 il derby contro Luca Potenza. Vittorie azzurre per Samuel Vincent Ruggeri e Giovanni Fonio, che hanno battuto rispettivamente Manuel Mazza (6-1 6-2) e Mohamed Safwat (6-0 6-1). Sconfitte invece le wild card Niccolò Ciavarella e Alessio De Bernardis, che si sono arrese lottando contro Billy Harris e Pedro Boscardin Diaz. La giornata si è chiusa con la vittoria di Bernard Tomic, l’ex numero 17 del mondo ha sconfitto con il punteggio di 7-6(6) 6-4 il rumeno Sebastian Gima
Sorteggiato il tabellone principale – L’argentino Pedro Cachin guida il seeding degli Internazionali di Tennis Città di Todi ed esordirà contro lo slovacco Lukas Klein. Nella parte bassa del tabellone è invece Flavio Cobolli la seconda testa di serie, per il romano al debutto ci sarà l’impegno contro l’ostico Andrea Collarini. Sorteggiati due derby italiani, Gian Marco Moroni e Luciano Darderi saranno protagonisti della sessione serale di lunedì 4 luglio, mentre il finalista del 2021 Federico Gaio inizierà contro la wild card Matteo Gigante. Reduce dal doppio oro ai Giochi del Mediterrano di Orano (Algeria), Francesco Passaro inizierà la sua campagna contro un qualificato. A chiudere gli impegni della truppa tricolore le sfide di Matteo Arnaldi e Mattia Bellucci contro Jelle Sels e Daniel Masur.
I risultati di domenica 3 luglio
Primo turno qualificazioni
Billy Harris (1) b. Niccolò Ciavarella (WC) 6-4 6-3
Bernard Tomic (12) b. Sebastian Gima 7-6(6) 6-4
Pedro Boscardin Diaz (2) b. Alessio De Bernardis (WC) 6-4 6-4
Giovanni Fonio (8) b. Mohamed Safwat 6-0 6-1
Oleg Prihodko (3) b. Alexandr Cozbinov 6-7(0) 7-6(5) 6-1
Remy Bertola b. Elliot Benchetrit (9) 6-2 3-6 7-6(4)
Francesco Maestrelli (4) b. Diego Fornaci (WC) 6-1 6-1
Samuel Vincent Ruggeri (5) b. Manuel Mazza (Alt) 6-1 6-2
Joris De Loore (7) b. Marcello Serafini 6-4 6-3
Andrey Chepelev (6) b. Alexandru Jecan (Alt) 6-3 6-2
Christian Langmo (10) b. Andrea Militi Ribaldi (WC) 7-6(2) 6-4

Lux Restaurant & Lounge: alla scoperta dell’approdo ideale per gli amanti dei grandi classici della cucina di pesce italiana tradizionale

Il mare italiano a tavola: ci troviamo al ristorante Lux Restaurant & Lounge l’approdo ideale per gli amanti dei grandi classici della cucina di pesce italiana tradizionale, preparati con materia prima di eccellente qualità. Ai tavoli del Lux non mancano i piatti che piacciono ai bambini e delle invitanti proposte di carne, da consumare in un ambiente “family friendly” ma che non rinuncia al glamour degli arredi della sua grande sala interna o allo sciabordio dell’acqua contro la banchina che ospita un delizioso dehor fronte mare. Nel bel ristoro di Ostia, l’ospitalità è squisitamente allegra e cordiale: dall’invitante menu all’inappuntabile servizio in sala, ogni aspetto al Lux è frutto del lavoro di una squadra che ha saputo fare dell’unità la sua carta vincente. Il progetto di ristorazione vanta il savoir faire di Silvia Leone, responsabile del locale e del rooftop ExtraLux, e il raffinato pragmatismo di Anna De Fazio, che cura il settore eventi. Due donne vulcaniche e appassionate che per il 2022 annunciano interessanti novità, tra menu da imbarco, brunch e merende, oltre a una nuova stagione di promesse d’amore scambiate davanti al mare!

Lux Restaurant & Lounge

Lungomare Duca degli Abruzzi, 84 – 00121 Ostia (Roma)

Aperto tutti i giorni eccetto il lunedì

Sito: www.luxexperience.it – Email: info@luxexperience.it – tel.: +39 06 5674184

Immaginate un placido approdo pronto ad accogliere gli ospiti in un confortevole ristoro gastronomico dal sapore di mare, dove è possibile assaporare i piatti di pesce della tradizione italiana, tipici delle osterie isolane o delle raffinate locande delle più acclamate riviere. Il Lux Restaurant & Lounge (insegna di proprietà dell’imprenditore Alessandro Fraschetti) è un fortunato angolo dove il Lungomare Duca degli Abruzzi diventa una banchina impreziosita dalle imbarcazioni ormeggiate nel porto di Roma, al civico 84. Questo spazio enogastronomico solare e accogliente, mantiene l’interpretazione classica del miglior pescato locale, a partire dal prodotto di scoglio che viene servito come zuppa, al forno, in crosta, al guazzetto o alla piastra: alla base c’è sempre l’eccellenza della materia prima.

La linea di cucina omaggia le ricette dello Stivale con una pennellata di stile che dona loro una personalità interessante e mai banale. Lo spirito energico di una squadra gentile e tutta orgogliosamente di Ostia, fa sentire i clienti accolti con calore, proponendo un servizio fresco, senza formalità: il Lux e l’ExtraLux, la terrazza panoramica sul mare con animazione musicale situata al primo livello dello stabile, sono infatti il luogo di incontro ideale del litorale, soprattutto lidense. La nostra scelta gastronomica, e più in generale tutto il progetto, è la risposta al territorio più limitrofo, che ci chiede una cucina tradizionale ma con prodotti di qualità”, spiega la responsabile Silvia Leone. Al locale arrivano anche i “vacanzieri del sole”, cioè coloro che usciti per una passeggiata o appena rientrati da una gita in barca, sono pronti a gustare una piacevole giornata sul mare splendente. Qui giungono anche gli armatori da ogni angolo del Mediterraneo, affamati di veri piatti italiani, insieme a volti noti del mondo della politica e dello spettacolo. Citando Pier Paolo Pasolini che diceva: “Qual è la vera vittoria, quella che fa battere le mani o battere i cuori?”, il Lux sa suscitare vero sentimento.

Il ristorante propone, inoltre, merende in banchina, brunch conviviali, aperitivi in terrazza e Lux Baby Lunch (per far amare il pesce ai piccoli ospiti), fino alla romantica “Lux wedding experience” con lo scambio degli anelli di fronte al mare o in mare aperto, in catamarano.

Infine, per una pausa golosa a base di pesce da consumare tra le onde, presto verranno proposte box degustazione a portar via.

LA CUCINA DEL LUX RESTAURANT & LOUNGE

I piatti di pesce di tradizione italiana rappresentano il cuore della proposta del ristorante e vantano una materia prima selezionata, proveniente dalle filiere locali, corte e certe. La fornitura arriva soprattutto dal litorale laziale (per le telline, gli scampi, i gamberi, i molluschi, il pesce azzurro e quello di fondale), soprattutto dalle aste di Fiumicino, Anzio e Terracina mentre alcuni prodotti, come il gambero rosso imperiale, provengono dalla Sicilia.

Racconta Anna De Fazio: “Quando dici Ostia, pensi agli Spaghetti con le telline, e al Lux non mancano di certo. Questo prodotto di mare, infatti, è protagonista, da sempre, della seguitissima sagra di Ostia, in programma gli ultimi giorni di agosto. Si tratta di una manifestazione di successo e come Lux la sosteniamo con grande partecipazione. La Frittura di calamari è un altro “must” del menu: amatissima anche dai bambini, è pensata per accontentare il palato dei più piccoli, ai quali proviamo a insegnare ad apprezzare il pesce e per i quali abbiamo ideato il Lux Baby Lunch (che include piccole ghiottonerie come le Polpette di pesce, la Sogliola alla mugnaia e le Crocchette di merluzzo impanate)”.

A noi piace che la gente, venuta per un ottimo pasto, esca contenta”, racconta all’unisono la brigata di cucina, che crea un menu capace di abbracciare tutti i gusti. Ne fanno parte il “Faraone lidense”, alias chef Karim El Ghandor, nato ad Alessandria d’Egitto ma romano di Ostia già dal primo anno di vita, e i suoi due compagni di squadra, lidensi anch’essi: sono Simone Mustazzolu (detto “Picasso” per la sua pennellata estrosa nel piatto e per l’outfit coloratissimo ed eccentrico, coppola compresa, che indossa ai fornelli) e Danilo Rosu, soprannominato il “Professore”, per l’atteggiamento carismatico, meticoloso, enigmatico e per il tono da intellettuale che gli conferiscono gli occhiali che indossa. Brillante in ogni comparto, quando si tratta di dolci Danilo dà il meglio di sé. Del resto, già all’età di 15 anni si divertiva a sperimentare golosità mescolando ingredienti e tecniche.

Per chi ha voglia di uscire dal concetto di cucina tradizionale, al Lux non mancano i piatti classici con un tocco moderno, anche nel nuovo menu estivo. Stavolta abbiamo voluto giocare più su prodotti freschi di stagione, come la frutta, da abbinare al pesce, soprattutto negli antipasti e nei crudi – spiega chef Karim – Ad esempio, abbiamo proposto un Tris di tartare: quella di tonno è con l’avocado e un sorbetto di frutta esotica al passion fruit e menta; la Tartare di ricciola gioca con i colori rosso e giallo (più dolce) dei datterini concassé, ed è realizzata con una mirepoix di zucchine profumata da una chiffonade di basilico; l’ultima è il millefoglie di gambero rosso e di guttiau, burrata e julienne di zucchine marinate”. Nella parte cotta, la new entry degli antipasti è un Baccalà mantecato che viene servito a temperatura ambiente, accompagnato da pomodoro confit, vele di guttiau, cipolla agrodolce e polvere di peperone crusco.

Tra i primi nuovi arrivano il Mezzo pacchero con pescato locale, dove la pasta è mantecata con pesce bianco freschissimi che varia per lo più tra marmora e sarago, abbinato al datterino giallo, al basilico e alla rughetta fritta e la Linguina del pastificio Masciarelli cotta nella bisque di gambero rosso e impiattata con il suo crudo aromatizzato alla vaniglia, con l’aggiunta di una scorzetta di lime. Tra i secondi, la Tagliata di tonno è l’omaggio dello chef alla Sicilia, dove va spesso in vacanza insieme a sua moglie, originaria dell’isola. Ad accompagnare il tonno c’è, infatti, la caponata è la salsa tartara fatta in casa. Non manca nel nuovo menu il Filetto di ricciola. Racconta lo chef: “La ricciola è un pesce nobile e saporito, non ha bisogno di una cottura molto prolungata altrimenti andremo ad alterare la sua morbidezza. In questo piatto si gioca con le differenti consistenze della melanzana. La base della crema di melanzane bruciate ricorda il Baba Ganoush; la buccia infarinata e fritta è condita alla scapece, mentre una fetta spessa di melanzana cotta a bassa temperatura e condita con l’olio al trombolotto è la nostra base per la ricciola”. Novità dell’estate del Lux, fresche e leggere, sono le Insalate gourmet, come il Carpaccio di finocchi, arance a vivo, olive disidratate, tonno scottato, gel di lime e origano; oppure la Tagliata di pollo (cbt), insalata orientale, scaglie di grana, guanciale croccante, crostini di pane e salsa Caesar. Il pane al Lux è fatto in casa ed è servito in un cestino composto da focaccia semplice e da pane ai cereali e integrale. I nuovi dolci, infine, vanno da una Paris-brest (un fragrante bignè con crema che porta il nome della storica corsa ciclistica francese) che lascia la nocciola del precedente menu per il pistacchio, una nuova veste per un dolce che fin dal primo giorno ha riscosso molto successo. Golosa e invitante è poi la Cheesecake scomposta, con ricotta montata, un cioccolato al biscotto fatto in casa, le fragole fresche e una coulisse e granella di pistacchio di Bronte. Restano il Tiramisù, il Sorbetto del giorno e il Gelato artigianale (anche a base acqua per chi ha intolleranze). Non tradiscono le “bandiere” della tradizione del menu, rappresentate anche per l’estate da quei piatti che per tutti gli italiani vogliono dire “mare”. Ecco, quindi, il Crudo Lux, il Sauté di cozze e l’Insalata di mare, lo Spaghettone acqua e farina alle vongole veraci e lo Gnocchetto (e non più il Risotto) alla crema di scampi, per poi proseguire con la Frittura di calamari e gamberi, l’Astice alla Catalana e la Frittura di Paranza

Per gli ospiti che non gradiscono il pesce, la cucina propone il Tagliere artigianale di salumi e formaggi con prosciutto, salame, lonza, mortadella, caciotte e bruschetta con lardo (ideale anche per l’aperitivo), i primi piatti della tradizione romana, dall’Amatriciana, alla Carbonara e alla Cacio e pepe, fino alle Tagliate di manzo e ai Cube roll. L’attenzione è alta anche per chi mangia senza glutine e per i vegetariani per i quali lo chef ha elaborato, per esempio, la Carbonara vegetale

NOVITÀ SOTTO IL CIELO DEL LUX!

I piatti del Lux sono narrati ai clienti in modo allegro dal giovane personale di sala, che per il servizio veste in jeans, maglietta e sneakers, ed è coordinato dalla frizzante Ilaria Canaia. Complici la mise en place minimal ma raffinata del locale, con i runner al posto delle tovaglie, l’atmosfera del locale è fresca e accogliente, sempre vivace, anche durante l’aperitivo, dove si sorseggia vista mare uno dei cocktails della intrigante Drink list.

Chi preferisce il take away al pasto al tavolo, presto sarà proposto il menu da imbarco: èIl Mare a portar via”, una speciale degustazione tra le onde in perfetto stile Lux, con crudi, primi espressi cucinati dallo chef a bordo e bollicine che si sciabolano lontano dalla costa. La stessa formula per l’aperitivo prevederà, inoltre, una box con una croccante e leggerissima tempura di pesce, carpacci e una eccellente selezione di ostriche e caviale.

GLI EVENTI: LA “LUX WEDDING EXPERIENCE” & MORE

Nel 2022 si rinnova l’appeal glamour del Lux e dell’ExtraLux come iconici scenari per cerimonie d’effetto, organizzati con il supporto di Anna De Fazio, che vanta una lunga esperienza internazionale.

Scegliere la “Lux Wedding Experience” vuol dire giurarsi amore eterno guardando il mare: l’altare è allestito sulla banchina e la navata è uno scenografico sentiero di petali di rose vere, annunciato da un romantico arco floreale. Il Lux diventa poi la cornice ideale per la cena, per poi continuare con i festeggiamenti con dj set o musica dal vivo al primo livello nella Terrazza ExtraLux che ha preso il via durante la stagione estiva. Una location che offre serate con accompagnamento musicale, anche con dj set e dove è possibile degustare dei piatti di pesce con formule e portate più light.

Il Lux sale, inoltre, a bordo di un catamarano, per una cerimonia e un aperitivo tra le onde. 

Spazio, infine, alle Cerimonie istituzionali, perché all’approdo Lux si parlano tutte le lingue del mondo ed è benvenuta ogni delegazione e tradizione, con la possibilità di menu ad hoc e un’attenzione particolare per il cerimoniale.

Bellezza, accoglienza e gusto: alla scoperta del progetto gastronomico DonnaE

Nel boutique hotel Elizabeth Unique Hotel, la raffinata struttura ricettiva situata al centro di Roma in via delle Colonnette, 35 ideata e voluta dalla famiglia Curatella (già proprietaria di altri hotel posizionati nella Capitale, a Venezia ed a Bologna), è presente il DonnaE, il progetto gastronomico che omaggia i sapori (non solo) lucani cari sia alla famiglia Curatella che all’executive chef Riccardo Pepe, 40enne originario anch’esso della Basilicata, alla guida della brigata di cucina sin dall’apertura.

Originari di Bella, in provincia di Potenza, i Curatella hanno lavorato in partnership con la rinomata Galleria d’Arte Russo, riferimento per appassionati e collezionisti romani e internazionali, per creare nel marzo 2018 un luogo che potesse unire bellezza e comodità, accoglienza e intimità. Il nome del boutique hotel richiama una figura fondamentale della storia familiare dei Curatella, quella nonna Elisabetta la cui innata capacità d’accogliere ha ispirato figli e nipoti per caratterizzare lo stile e la personalità dell’Elizabeth Unique Hotel.

La struttura, situata all’interno del Palazzo Pulieri Ginetti e affiliata al circuito Design Hotel, catena nata in Germania e successivamente acquisita dal gruppo Marriott, può contare su un totale di 33 camere divise tra Initiale, Deluxe anche nella versione Spa, Junior Suite, Suite (anche queste disponibili in versione Spa), Corner Spa Suite (con una meravigliosa vista su via del Corso) e Elizabeth’s Mansion. Ogni spazio è impreziosito dalla presenza di opere d’arte che è possibile ammirare e acquistare e che contribuiscono a rendere originale e elegante l’atmosfera dell’Elizabeth Unique Hotel. Sviluppato su 2 piani, il boutique hotel è l’ambiente ideali per il turista moderna in cerca di comfort, relax, bellezza, accoglienza e gusto. 

Uno spazio che può contare su 30 coperti dislocati nella sala interna e circa 25 nella bella terrazza esterna: qui Pepe propone una cucina rivisitata, che prende spunto dalle ricette della tradizione lucana e Romana per rendere i piatti moderni e gustosi, utilizzando materie prime di qualità, sia laziali che proveniente dalla Basilicata. Al DonnaE è possibile vivere un’esperienza gastronomica completa, dalle 7 del mattino sino alle 24, partendo dalla ricca Colazione (7-12.30) dolce e salata che consente di gustare maritozzi (sia dolci che salati), focaccia con la mortadella, salumi e formaggi, toast salmone e avocado, cornetti, bombe alla crema, fagottini, crepes, crostate, pancake e l’imperdibile Carta delle uova. Il momento del Pranzo è dedicato a piatti veloci, internazionali, come nel caso dell’insalata esotica o della Caesar salad e del Club sandwich ma sono naturalmente presenti anche i primi romani sempre apprezzati dalla clientela straniera.

L’Aperitivo (dalle 18 alle 20.30) è un altro must imperdibile grazie alla Carta degli Snack ed i drink in accompagnamento: taralli e stuzzichini, assaggi dalla cucina, piccoli panini e tartare consentono di esplorare una proposta beverage davvero di alto livello grazie alla presenza di selezionati vini e bollicine ed ai grandi classici della miscelazione italiana ed internazionale. È la Cena però che consente a Riccardo Pepe di esprimere tutto il suo estro portando in tavola i sapori lucani rivisitati in chiave moderna: meritano una menzione tra gli antipasti il Baccalà in tempura con crema di rafano lucano, il Polpo alla Catalana, il Megatello di Podolico con mousse al pecorino di Moliterno e l’elegante Caprese (pomodoro ripieno di mousse di mozzarella della Basilicata con crumble di pane alle olive). Tra i primi recitano un ruolo da protagonista le Orecchiette di grano arso con peperone crusco e mollica di pane e i Ferricelli Lucani con battuto d’agnello e mirtilli, ed anche la sezione dedicata ai secondi è all’insegna dei sapori lucani con il Filetto di manzo al peperone crusco e le Polpette DonnaE, omaggio ad una ricetta della Nonna Elisabetta, mentre la chiusura in dolcezza è affidata alla Coppa Elizabeth (con ricotta vaccina lavorata con zucchero e lime, farcita con una crumble di biscotti e frutta di stagione).

Contatti:

DonnaE

c/O ELIZABETH UNIQUE HOTEL ROME

Via delle Colonnette 35 – 00186 Roma

www.ehrome.com

Tel: +39 06 3223633

Fax: +39 06 3219979

Email: info@ehrome.com

Orari:

Aperto a colazione tutti i giorni dalle 7 alle 12.30, a pranzo dalle 12.30 alle 18, a cena dalle 18 in poi

Il brunch dal venerdì alla domenica dalle 12.30 alle 15 (45 Euro) comprende due piatti a scelta dal menu del lunch, un calice di vino, una spremuta, acqua, 1 caffè

“Kala” di Carlo Falconetti in selezione ufficiale al Richmond Film Festival in Virginia

Il cortometraggio Kala scritto e diretto da Carlo Falconetti attualmente sta ottenendo degli ottimi risultati e vincendo parecchi festival. Stasera l’attenzione è sul Richmond Film Festival in Virginia, dove il corto è entrato in selezione ufficiale ed è stato proiettato lo scorso sabato 11 giugno.

Carlo cosa significa innanzitutto questo termine?

Kala, in Sanscrito è indicativo del tempo e può avere vari significati, come spazio temporale, un tempo definito, il destino, il fato. Differentemente nel periodo preindoeuropeo invece Kala assumeva il significato di “roccia”, e più precisamente un “riparo sotto la roccia”. La storia che ho voluto raccontare è racchiusa nel suo stesso nome.

Ci racconti la trama del cortometraggio?

Un uomo si nasconde da molti anni in un castello abbandonato dove rivive i flashback del suo passato, sospeso tra una dimensione reale di fame e stenti, e una delirante e onirica, in cui le sue visioni lo riportano a quando ha perso il suo più caro amico, che si è lasciato trucidare per salvargli la vita. Sarà la visione della sua amata a condurlo nella sua mente, fino a raggiungere l’origine della memoria perduta; questa sarà la chiave che lo libererà dalla follia.

Vittorie e soddisfazioni: quante, quali? Ci racconti la più recente?

Sono felicissimo di annunciare che lo scorso fine settimana “Kala” è stato sotto i riflettori grazie alla selezione ufficiale che ha ottenuto al Richmond Film Festival in Virginia. Precedentemente abbiamo ottenuto tante vittorie in festival esteri come l’Heart international Italian film festival (Best short Fantasy, Best Soundtrack) il Fantasy Sci-Fi film festival di Los Angeles (Best Direction) ed il Red Movie Awards di Reims in Francia (Best Fantasy).

Estate e cabaret nella giungla di Ju-Manji: in scena i comici di punta di Zelig e Colorado Cafè

Ju-Manji, ristorante di carne e pesce con cocktail bar a Infernetto, anima l’estate mettendo in scena il cabaret con i comici di punta di Zelig e Colorado Cafè. Sarà un’occasione unica per vivere una serata all’aperto tra gusto e spettacolo accompagnati dal menù dello Chef Roberto Dell’Uomo e dai drink della barlady Jessica Buccinnà.

Il divertimento sarà unito alla possibilità di fare del bene: durante le serate sarà presente la Onlus Adotta un Angelo che si occupa di reperire macchinari specifici per i bambini che necessitano di terapia intensiva. L’estate non è mai stata così generosa e divertente!

JU-MANJI

Via Torcegno, 108 – 00124 Roma – Tel. 0687880185

Orari: aperto dal lunedì alla domenica dalle 17:00 all’1:00

Mercoledì chiuso

La bella stagione è finalmente arrivata e nella giungla di Ju-Manji, oltre a una piacevole frescura, si può trovare l’allegria del cabaret che accompagnerà per ben sette settimane, una sera a settimana, le cene-spettacolo in stile americano dal nome “Il Cabaret nella Giungla”. Ju-Manji si trasformerà da set cinematografico a vero e proprio palcoscenico del gusto e della risata. Dal 16 giugno al 28 luglio iniziano le serate con i comici provenienti dalle file sia di Zelig che di Colorado Cafè. Si parte con Marco Capretti (di Made in Sud), giovedì 16 giugno, per poi proseguire il 23 giugno con Alberto Farina (Comedy Central) e Dado il 30 giugno. Giovedì 7 luglio sarà invece la volta di Scintilla di Big Show (alias Gianluca Fubelli), seguito il 14 luglio dall’imitatore di Zelig e Le Iene Claudio Lauretta. Chiuderanno il ciclo di eventi Marco Passiglia (già vincitore del Premio Troisi) venerdì 22 luglio, e Alessandro Di Carlo (di Zelig Off) giovedì 28 luglio. Le cene-spettacolo, che si svolgeranno nel suggestivo e spazioso dehors attraversato da un rilassante ruscello, avranno il costo di 50 euro a persona e cominceranno alle ore 20:00. Si potrà sempre entrare per vedere lo spettacolo (orario d’inizio 22:30) al prezzo di 20 euro comprensivo di un cocktail.

La proposta dello chef Roberto Dell’Uomo si articolerà in due menù differenti, uno di carne e uno di pesce, che potranno esser scelti al momento della prenotazione del tavolo. Il menù di carne comprenderà Crudo, stracotto e bruciato su letto di burrata, Fettuccine al ragù bianco e Tataki di manzo Danese con insalata di finocchi, arancia e olive taggiasche. Il menù di pesce invece partirà con un antipasto di Tartare di tonno, avocado e crumble di taralli per la parte di crudo e Moscardini fritti per il cotto, seguirà il Pacchero con cozze, gamberi, pachino e panure alle erbe aromatiche e il Baccalà cotto a bassa temperatura con gazpacho di peperoni e peperone crusco con inclusi nel prezzo acqua, un calice di vino e caffè.

Ad accompagnare le serate di cabaret non mancheranno, inoltre, i cocktail realizzati da Jessica Buccinnà. Sono quattro i drink ideati per l’occasione: il Sunset (campari, Edenflower, succo di lime e ginger beer) e l’Eden (gin, banana, succo di limone e lampone) per quanto riguarda gli alcolici oltre a Etna (sciroppo di pompelmo, succo di limone e Tonica pink) e Ginger (sciroppo di zenzero, soluzione citrica, arancia e Redbull) come proposte analcoliche.

È possibile prenotare, o richiedere informazioni sulle serate, esclusivamente chiamando il numero 379-1403123.

Adotta Un Angelo

Non solo comicità e buon cibo però. “Il Cabaret nella Giungla” offrirà anche ai partecipanti la possibilità di fare beneficienza e regalare un sorriso a chi si trova in difficoltà. La Onlus Adotta Un Angelo, che si occupa di rendere disponibili macchinari specifici alle famiglie dei “Bambini ad alta intensità di cure” o con malattie croniche, sarà presente nel corso delle serate insieme al Responsabile U.O.S. Pediatria Bambino Patologia Complessa · Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Renato Berardinelli con il bussolotto per le donazioni. L’intero ricavato aiuterà a garantire un’assistenza domiciliare adeguata e gratuita ai bambini più bisognosi (per tutte le info sull’associazione Adotta Un Angelo https://www.adottaunangelo.it ).

Ju-Manji
Aperto lo scorso autunno, non lontano dal mare di Ostia, precisamente in zona Infernetto, Ju-Manji è un ristorante di carne e pesce con cocktail bar perfetto per le serate della lunga estate romana. Dall’ora dell’aperitivo fino al dopo cena, i verdi, rigogliosi e diversificati ambienti all’aperto del locale accolgono i clienti nei loro avvolgenti e freschi salotti en plein air. Anche la cena è un momento goloso con i menù firmati dallo chef Roberto Dell’Uomo. La proposta della cucina spazia dai crudi di mare e le tartare, alle carni alla brace, senza dimenticare le alternative green per chi adotta un’alimentazione vegetariana o vegana. Oltre al lavoro attento dello chef, a fare di Ju-Manji un posto speciale è anche la proposta del cocktail bar con la carta studiata dalla talentuosa barlady Jessica Buccinnà. Drink dall’ispirazione fantasy come l’Amortensia, o classici rivisitatati con estro come il Ju-Manji Mule, sono l’occasione perfetta assaggiare anche i piatti dalla cucina con la formula dell’aperitivo a 25 euro. Aperto sei giorni su sette con chiusura settimanale il mercoledì, Ju-Manji è il luogo ideale per cominciare ad assaporare la leggerezza e la gioia di un’estate che avanza e che si è fatta attendere tutto l’anno.

Grande successo per SEA VISION Fashion&Talents: Special Guest Nino Lettieri

L’IIS Enzo Ferrari di Castellammare di Stabia, per celebrare un anno di lavoro e di impegno, ha dato vita alla suggestiva serata SEA VISION Fashion&Talents. Tenutosi nella splendida location dello Yacht Club Marina di Stabia, e nato dall’idea della Dirigente scolastica Dott.ssa Giovanna Izzo, l’evento ha avuto uno straordinario successo di pubblico e critica, ed è stato in grado di testimoniare che quando la scuola è in comunità con le famiglie e il territorio, i sogni si trasformano in progetti e i progetti in realtà.

Nella serata SEA VISION Fashion&Talents, condotto da Iolanda Pomposelli, e a cura dall’agenzia WELOVO, è stata presentata la collezione “Ocean’s green”, realizzata attraverso il lavoro dei docenti dell’indirizzo Industria ed artigianato per il Made in Italy e la creatività di Luisa Casillo della Sartoria Mattia, che ha saputo guidare con maestria gli studenti, rappresentando un punto di arrivo per la loro progettualità professionale. Un lodevole esempio di sinergia e collaborazione.

L’evento dedicato al lavoro e alle competenze legate al mondo del fashion e della comunicazione è stato impreziosito dalla presenza di un ospite d’eccezione, lo stilista due volte Premio Europeo Oscar della Moda, Nino Lettieri, recentemente nominato Esperto di Moda per il Museo della Moda di Napoli. Durante la serata, il couturier Lettieri ha presentato due sue meravigliose creazioni della collezione di Kaftans Luxury Spring/Summer 2022, indossate dalle studentesse dell’Istituto Ferrari. La collezione di kaftani, ispirata da un quadro dell’artista iraniano Dayan Nazari, nasce dal progetto di una linea di pret-à-porter distribuita in Italia ed Europa. Multicolor le sete stampate. Chiffon, georgette e satin, bordate con volants, nei colori del nero, pervinca, giallo e bianco. La collection Kaftans Luxury di Nino Lettieri è stata presentata a Cuba l’aprile scorso, dove ha ricevuto molteplici consensi da tutto il Sud America. Sul palco, Nino Lettieri ha dichiarato: “Sono davvero colpito dalle creazioni degli studenti dell’Istituto Enzo Ferrari. I capi d’abbigliamento realizzati sono bellissimi e di gran gusto. Ottima la scelta dei tessuti e dei colori. Non mi aspettavo tanta bravura e abilità in ragazzi così giovani. Ho già individuato dei nuovi talenti che mi piacerebbe seguissero uno stage presso il mio atelier”.

La collezione Ocean’s green per l’eventoSEA VISION Fashion&Talents sboccia dal desiderio di trasportare le persone nell’incantata e misteriosa atmosfera sottomarina e, al tempo stesso, indurre a riflettere sullo stato di salute delle acque del pianeta. L’oceano e le sue acque sono diventati, così, fonte d’impulso e hanno illuminato la creatività della progettazione degli abiti realizzati, indossati dalle stesse allieve dell’Istituto Superiore Enzo Ferrari. Si è immaginato l’oceano incostante e metamorfico, quale luogo di libertà, rifugio, fuga, quintessenza dell’instabilità, che con il suo perenne movimento e la sua vastità può dividere, isolare, intimorire, ma anche mutare, unire e diventare ponte tra terre diverse.

Il colore protagonista è stato il blu, con le sue sfumature irresistibili che vanno dal blu oltremare all’azzurro, dal celeste al turchese, fino ad arrivare al blu acquamarina. Abiti con volant e linee fluttuanti a rievocare l’andamento delle onde del mare, arricchiti da dettagli plissettati come le squame dei pesci. Una selezione di tessuti perlati come la luna sul mare. Ed ancora costumi, parei, accessori. Il tutto tra paillettes, pietre, conchiglie, reti da pesca e coralli.

Sulla catwalk le opere sartoriali realizzate dagli studenti dell’indirizzo Industria ed artigianato per il Made in Italy hanno incantato il pubblico. Ben tredici le sfilateOcean Swimming Blue, Ocean Blazing Sun, Ocean Deep Sea, Ocean Sea Surf Blue And White, Ocean Smal Lights, Ocean Algae, Ocean Sea Strawberry, Ocean Shade of Green Ocean’s Green, Ocean Brilliant’s Star, Ocean Blue Electric Waves, Ocean Sand of the Shoreline, Ocean Eccentric Red Coral, Ocean Deep Blue Seabed.

Questa serata ha rappresentato una grande opportunità, per ognuno degli allievi, di confrontarsi realmente e fattivamente con il mondo del lavoro. Una spinta per dare sempre di più e affrontare nuove sfide.

Una notte magica all’insegna della moda, dell’estro e della raffinatezza, in grado di far vivere a tutti i suoi ospiti momenti unici di condivisione e bellezza.

Al Sea Vision fashion&talents trionfa, quindi, la creatività degli studenti dell’Istituto Enzo Ferrari. Nuovi talentuosi stilisti del terzo millennio che daranno certamente lustro all’Italia, riportando in auge il brand Made in Italy e l’handmade.